Emissione fattura elettronica: regole e novità

Emissione fattura elettronica: quali sono le novità previste dal DL 119/2018 e cosa fare il prossimo anno.

Emissione fattura elettronica: regole e novità

Il Decreto Legge 119/2018 - decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2019 - ha modificato i termini per l’emissione delle fatture con decorrenza a partire dal prossimo 1° gennaio 2019.

La modifica è intervenuta sul comma 2 dell’articolo 21 del d.p.r. 633/1972.

Attenzione: la modifica in oggetto ha carattere generalizzato e si riferisce sia alla fattura elettronica sia alla fattura analogica.

Termine emissione fatture elettroniche e analogiche: novità a partire dal prossimo 1° luglio 2019

Con l’articolo 11 del decreto legge 119/2018 è stato modificato il comma 2 dell’articolo 21 del d.p.r. 633/1972 nella parte in cui disciplina il termine entro quando emettere una fattura (regola generalizzata e da considerare applicabile sia alle fatture elettroniche che a quelle cartacee).

In particolare, la disposizione in oggetto prevede che:

a) tra gli elementi obbligatori della fattura di cui all’articolo 21 viene aggiunta la lettera g) bis in cui indicare la data in cui è effettuata la cessione di beni o la prestazione di servizi ovvero data in cui è corrisposto in tutto o in parte il corrispettivo, sempreché tale data sia diversa dalla data di emissione della fattura;

b) la fattura potrà essere emessa entro 10 giorni dall’effettuazione dell’operazione determinata ai sensi dell’articolo 6 dello stesso d.p.r. 633/1972. Attenzione: il termine modificato si riferisce all’emissione del documento in formato xml. Resta inteso che la trasmissione al Sdi dovrà avvenire sempre entro le ore 24.00 del medesimo giorno.

Emissione fattura elettronica ed estensione di 10 giorni: perché non concedere un maggiore termine se questo non danneggia l’Erario?

A proposito del punto b) di cui sopra, in particolare, ci si chiede perché il legislatore fiscale sia stato così stringente nei termini di emissione.

Di fatto, si sarebbe potuto utilizzare come termine quello previsto per la non applicazione delle sanzioni di cui al primo semestre del 2019, senza danneggiare lo Stato.

I termini di emissione si sarebbero potuti ricollegare, quindi, al termine entro il quale liquidare l’IVA cui la fattura considerata si riferisce.

Emissione fattura elettronica, nuovi termini dal 1° luglio 2019 e nuove regole da applicare

A partire dal prossimo 1° luglio 2019 entrano in vigore i nuovi termini per l’emissione della fattura elettronica, anche se occorre considerare tali regole valide anche per la fattura in formato analogico.

La nuova lettera g-bis del comma 2 dell’articolo 21 del d.p.r. 633/1972 prevede l’indicazione di un nuovo elemento in fattura:

la data in cui è effettuata la cessione di beni o la prestazione di servizi ovvero data in cui è corrisposto in tutto o in parte il corrispettivo, sempreché tale data sia diversa dalla data di emissione della fattura

In particolare, occorrerà individuare il momento di effettuazione delle operazioni ove questo sia diverso dalla data di emissione della fattura. Ciò può avvenire in due casi:

  • nuova ipotesi di emissione entro 10 giorni dalla data di effettuazione dell’operazione;
  • fattura differita di cui all’articolo 21, comma 4, del d.p.r. 633/1972.

Ovviamente tale problematica non si porrà in caso di emissione della fattura immediata.