Scadenze fiscali luglio 2022, dalle imposte al modello 730: adempimenti e novità

Anna Maria D’Andrea - Scadenze fiscali

Quali sono le principali scadenze fiscali di luglio 2022, dalle imposte a rate agli appuntamenti con il modello 730 per CAF e professionisti: di seguito il calendario degli adempimenti e un focus sulle novità relative agli elenchi Intrastat alla luce del DL Semplificazioni.

Scadenze fiscali luglio 2022, dalle imposte al modello 730: adempimenti e novità

Scadenze fiscali con ritmi meno intensi a luglio 2022, mese caratterizzato dall’appuntamento con le imposte sui redditi in caso di rateizzazione e con alcune scadenze legate al modello 730.

È il 18 luglio 2022 la giornata più intensa sul fronte degli adempimenti fiscali, con ben 88 versamenti relativi ad IRPEF, IRES, IRAP, imposte sostitutive e non solo: ai pagamenti a rate si affiancano gli adempimenti periodici per i sostituti d’imposta.

Il 23 luglio 2022 nuovo appuntamento con il modello 730/2022 per CAF e professionisti, che dovranno trasmettere all’Agenzia delle Entrate le dichiarazioni elaborate dal 21 giugno e fino al 15 luglio e consegnare al contribuente il prospetto di liquidazione.

Da segnare in calendario anche la scadenza in materia di lavoro di lunedì 11 luglio 2022, termine ultimo per i datori di lavoro domestico al fine del pagamento dei contributi di colf e badanti.

Lo scadenzario dell’Agenzia delle Entrate del mese di luglio riflette alcune delle recenti novità introdotte dal Decreto Semplificazioni: viene meno la scadenza canonica degli Intrastat fissata al giorno 25 del mese successivo al periodo di riferimento.

L’invio dovrà essere effettuato entro la fine del mese, ma cadendo di sabato e considerando la proroga feriale si passa al 22 agosto, al pari dei versamenti delle imposte con maggiorazione dello 0,40 per cento.

Scadenze fiscali 11 luglio 2022, seconda rata contributi colf e badanti

Ad aprire il calendario degli adempimenti del mese è la scadenza dell’11 luglio 2022 relativa ai contributi INPS dovuti dai datori di lavoro domestico per colf e badanti.

Per rimanere sempre aggiornati sulle ultime novità fiscali e del lavoro è possibile iscriversi gratuitamente al canale YouTube di Informazione Fiscale:


Iscriviti al nostro canale

I contributi di colf e badanti devono essere pagati trimestralmente, sulla base delle seguenti scadenze:

  • dal 1° al 10 aprile per il primo trimestre;
  • dal 1° al 10 luglio per il secondo trimestre;
  • dal 1° al 10 ottobre per il terzo trimestre;
  • dal 1° al 10 gennaio dell’anno successivo per il quarto trimestre.

Quella dovuta nel mese corrente è quindi la seconda rata, che slitta di un giorno considerando che il termine del 10 luglio cade di domenica.

Per il pagamento dei contributi INPS per colf e badanti si può utilizzare l’APP IO e, sostanzialmente, i datori di lavoro domestico non dovranno più scaricare i relativi bollettini pagoPA ma potranno quindi utilizzare il servizio relativo agli avvisi di scadenza del pagamento dei contributi per i lavoratori domestici, presente all’interno dell’applicazione.

Scadenze fiscali 18 luglio 2022, imposte sui redditi: seconda rata

Al centro dello scadenzario del mese vi sono quindi gli appuntamenti del 18 luglio 2022, termine per pagare la seconda rata delle imposte sui redditi.

La scadenza interessa in particolare i titolari di partita IVA che hanno optato per la rateizzazione di saldo 2021 ed acconto 2022 di IRPEF, IRES, IRAP, cedolare secca e delle altre imposte sostitutive.

Di seguito il calendario completo delle scadenza delle imposte sui redditi, in caso di rateizzazione:

  • Rateizzazione saldo e acconto imposte sui redditi 2022 per titolari di partita IVA
RATAVERSAMENTOINTERESSIVERSAMENTO (*)INTERESSI
30 giugno 0,00 22 agosto 0,00
18 luglio 0,18 22 agosto 0,18
22 agosto 0,51 16 settembre 0,51
16 settembre 0,84 17 ottobre 0,84
17 ottobre 1,17 16 novembre 1,17
16 novembre 1,50 - -

(*) In questo caso l’importo da rateizzare deve essere preventivamente maggiorato dello 0,40 per cento.

  • Rateizzazione saldo e acconto imposte sui redditi 2022 per non titolari di partita IVA
RATAVERSAMENTOINTERESSIVERSAMENTO (*)INTERESSI
30 giugno 0,00 22 agosto 0,00
22 agosto 0,33 31 agosto 0,00
31 agosto 0,66 30 settembre 0,33
30 settembre 0,99 31 ottobre 0,66
31 ottobre 1,32 30 novembre 0,99
30 novembre 1,65 - -

(*) In questo caso l’importo da rateizzare deve essere preventivamente maggiorato dello 0,40 per cento.

Scadenze fiscali 18 luglio 2022, adempimenti periodici IRPEF, IVA e INPS

Appuntamento il 18 luglio 2022 anche per gli adempimenti a carico di sostituti d’imposta e titolari di partita IVA: versamento IVA, IRPEF e contributi INPS.

Nel dettaglio, entro la scadenza del 18 luglio bisognerà effettuare i seguenti adempimenti fiscali:

  • versamento IRPEF delle ritenute alla fonte a titolo d’acconto operate dai sostituti d’imposta su redditi di lavoro dipendente e assimilati del mese di giugno, addizionali comunali e regionali, redditi di lavoro autonomo e provvigioni per rapporti di commissione, agenzia, mediazione e rappresentanza del mese precedente. Il versamento dovrà essere effettuato con modello F24 e codice tributo 1040, competenza 06/2022. Nello stesso modello F24 i sostituti d’imposta possono versare i contribuiti INPS dovuti per le retribuzioni del mese di giugno.
  • versamento IVA per i contribuenti con liquidazione mensile relativa al mese di giugno 2022, utilizzando il modello F24 con codice tributo 6006.

Scadenze fiscali 25 luglio 2022, invio modello 730 da parte di CAF e professionisti

Nel calendario delle scadenze fiscali di luglio 2022 c’è spazio anche per un duplice adempimento relativo al modello 730, che interessa in particolare CAF e professionisti abilitati che prestano assistenza fiscale.

In particolare, entro la scadenza del 25 luglio 2022:

  • con riferimento alle dichiarazioni dei redditi presentate dai contribuenti dal 21 giugno al 15 luglio 2022, bisognerà inviare in via telematica all’Agenzia delle Entrate le dichiarazioni elaborate, i prospetti di liquidazione (mod. 730-3); il risultato contabile delle dichiarazioni (mod. 730-4); le buste contenenti le schede relative alla destinazione dell’otto, del cinque e del due per mille dell’IRPEF;
  • con riferimento alle dichiarazioni dei redditi (modello 730/2022) presentate dai contribuenti dal 21 giugno al 15 luglio, i CAF e i professionisti abilitati devono rilasciare al contribuente la copia della dichiarazione dei redditi elaborata e del relativo prospetto di liquidazione mod. 730-3.

Si tratta di due adempimenti legati alle nuove tempistiche per l’erogazione dei rimborsi IRPEF, così come per i conguagli a debito relativi al modello 730.

Le operazioni di pagamento relative alle dichiarazioni presentate entro il 15 luglio, così come le trattenute, partiranno con la prima retribuzione utile, ad agosto ed entro settembre.

Scadenze fiscali luglio 2022, nuovi termini di invio per gli elenchi Intrastat

Non c’è nello scadenzario di luglio dell’Agenzia delle Entrate il remind relativo all’invio degli elenchi Intrasat, che in questo mese interessa sia i contribuenti con obbligo di trasmissione mensile che chi invia i dati riepilogativi a cadenza trimestrale.

Il motivo è legato alle recenti novità introdotte dal Decreto Semplificazioni n. 73/2022, che ha rinviato la scadenza dal 25 alla fine del mese successivo al periodo di riferimento.

Il nuovo termine riguarda sia coloro che trasmettono i dati con cadenza mensile sia quelli che effettuano l’invio con cadenza trimestrale perché modifica, a regime, il calendario di riferimento, e per il mese in corso interessa quindi sia gli Intrastat di giugno che quelli del secondo trimestre.

Una novità che si affianca alle peculiarità del mese: il 31 luglio è domenica e, come da prassi, gli adempimenti del giorno sono automaticamente rinviati.

Considerando tuttavia che il lunedì successivo cade nel periodo della proroga feriale delle scadenze, la scadenza degli elenchi Intrastat di luglio slitta al 22 agosto.

Slittano le scadenze fiscali del 31 luglio 2022: si torna a parlare di Fisco il 22 agosto, dopo la proroga feriale

Non ci sono solo gli elenchi Intrastat tra gli adempimenti rimandati ad agosto.

Slitta dopo la proroga feriale anche l’appuntamento di fine mese relativo ai versamenti delle imposte sui redditi con maggiorazione dello 0,40 per cento.

Sia i titolari di partita IVA che i lavoratori dipendenti e i pensionati possono pagare le imposte relative alla dichiarazione dei redditi entro i 30 giorni successivi alla scadenza. L’appuntamento ultimo sarebbe quindi fissato al 30 luglio, termine che cade di sabato e che segue la dinamica già illustrata per gli Intrastat.

Alla luce della proroga feriale dei termini, ci sarà quindi tempo fino al 22 agosto per pagare le imposte con maggiorazione.

Rinvio ad agosto anche per la scadenza prevista per i soggetti con età pari o superiore a 75 anni che intendono fare domanda di esonero dal pagamento del canone RAI 2022.

L’appuntamento di fine mese che interessa chi ha un reddito non superiore a 8.000 euro, nel caso in cui il compimento dei 75 anni avvenga entro il 31 luglio, consente di beneficiare dell’esonero a partire dal secondo semestre dell’anno.

Ci sarà quindi tempo fino al 22 agosto per fare domanda, compilando il modulo di autodichiarazione da presentare all’Agenzia delle Entrate.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network