Modello Intrastat 2022, ritorna alle origini il calendario con le date di scadenza

Rosy D’Elia - Comunicazioni IVA e spesometro

Modello Intrastat 2022, il calendario con le date di scadenza torna alla tabella di marcia ordinaria: il Decreto Semplificazioni aveva portato il termine alla fine del mese successivo al periodo di riferimento, ma la legge di conversione dello stesso testo, approvata il 2 agosto, ripristina le regole iniziali.

Modello Intrastat 2022, ritorna alle origini il calendario con le date di scadenza

Modello Intrastat 2022, continuano ad arrivare novità per gli operatori comunitari tenuti a rispettare l’obbligo comunicativo: la scadenza che era stata spostata alla fine del mese successivo al periodo di riferimento ritorna al 25.

La tabella di marcia rivista più volte riguarda sia coloro che trasmettono i dati con cadenza mensile sia quelli che effettuano l’invio con cadenza trimestrale perché le modifiche sia in prima che in seconda battuta hanno interessato il calendario di riferimento.

A riscrivere più volte la tabella di marcia da rispettare è il Decreto Semplificazioni che, entrando in vigore il 22 giugno 2022, ha introdotto le novità che la legge di conversione dello stesso testo approvata definitivamente il 2 agosto ha cancellato.

Modello Intrastat 2022, la scadenza torna all’ordinario con le ultime novità del DL Semplificazioni

Il 2022 è un anno di revisione per il Modello Intrastat. Dopo le novità introdotte a inizio anno, come l’eliminazione dell’obbligo di presentazione del modello INTRA 2-bis con cadenza trimestrale o l’innalzamento, ai fini della trasmissione mensile, dell’importo totale trimestrale degli acquisti intracomunitari a 350.000 euro, si modifica più volte anche la data di scadenza da rispettare.

Il Decreto Semplificazioni, DL n. 73/2022, è intervenuto, infatti, sull’articolo 50, del Decreto Legge numero 331 del 1993.

L’adempimento comunicativo ha radici lontane e la normativa di riferimento ha subito diverse modifiche. Questa volta viene ritoccato il comma 6 bis: nel testo viene inserita la scadenza da rispettare, prima concedendo qualche giono in più e poi facendo marcia indietro:

  • “Gli elenchi di cui al comma 6 sono presentati entro il mese successivo al periodo di riferimento, si legge nel testo del DL n. 73/2022;
  • “Gli elenchi di cui al comma 6 sono presentati entro il il giorno 25 del mese successivo al periodo di riferimento, si legge, invece, nella legge di conversione dello stesso testo.

Fino a questo momento, infatti, la norma rimandava al Decreto attuativo del Ministero dell’Economia e delle Finanze per conoscere termini e modalità per la trasmissione del Modello Intrastat, il riferimento al decreto MEF resta solo per il secondo aspetto.

Con le novità introdotte e riviste, quindi, nulla cambia: la presentazione degli elenchi riepilogativi delle cessioni e degli acquisti intracomunitari deve essere effettuata entro il 25 del mese successivo al periodo di riferimento.

Modello Intrastat 2022: cambia più volte il calendario con le date di scadenza

In altre parole, quindi, l’appuntamento fisso con i Modelli Intrastat dopo due mesi torna ad essere sempre il 25 di ogni mese, o di ogni tre mesi per gli operatori con obbligo trimestrale, successivo al periodo di riferimento delle cessioni e degli acquisti da comunicare.

L’intervento sulle regole di riferimento ha fatto sorgere, però, diversi dubbi. Il testo del DL n. 73/2022 non esplicitava i tempi di applicazione delle novità ed è arrivato in Gazzetta Ufficiale a un passo dalla scadenza per la trasmissione dei dati di maggio 2022.

Sul punto non sono arrivati tempestivamente chiarimenti ufficiali e lo scadenzario dell’Agenzia delle Entrate a pochi giorni dal termine segnava ancora la vecchia data.

Con la conversione in legge del Decreto Semplificazioni, tutti gli interrogativi sono venuti meno perché il termine è ritornato alla data originaria: in ogni caso l’andirivieni sul testo della norma di riferimento ha generato non poco confusione. Ed è un paradosso per un provvedimento che porta che nasce proprio per semplificare.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network