Modello 730/2022: istruzioni, scadenza e novità

Tommaso Gavi - Modello 730

Modello 730/2022, istruzioni, scadenza e novità: la guida alla dichiarazione dei redditi dell'Agenzia delle Entrate. La scadenza per l'invio per dipendenti e pensionati è fissata a oggi, 30 settembre. Molte le novità del nuovo modello dal bonus prima casa per giovani under 36 al superbonus per l'eliminazione di barriere architettoniche. Ci sono poi il bonus musica e il bonus rubinetti.

Modello 730/2022: istruzioni, scadenza e novità

Modello 730/2022, istruzioni, scadenza e novità: guida completa alla dichiarazione dei redditi.

La scadenza per la presentazione della dichiarazione dei redditi di lavoratori dipendenti e pensionati, relativa all’anno di imposta 2021, è fissata a oggi, 30 settembre 2022. Ancora poche ore a disposizione per i contribuenti.

Si può utilizzare la precompilata del modello 730/2022 che, secondo quanto disposto dalla legge di conversione del decreto Sostegni ter, è stata resa consultabile dallo scorso 23 maggio anziché il 30 aprile.

Tra le novità: il superbonus per le barriere architettoniche e le modifiche del bonus IRPEF, che sostituisce il bonus Renzi.

Spazio nella dichiarazione anche per il bonus rubinetti, il credito d’imposta per l’acquisto di prima casa per giovani under 36 e il bonus musica.

Le istruzioni e le specifiche tecniche sono state aggiornate lo scorso 15 aprile.

Modello 730/2022: scadenza il 30 settembre

Il modello 730/2022 è la dichiarazione dei redditi di lavoratori dipendenti e pensionati, relativa al periodo d’imposta 2021.

Tale dichiarazione può essere presentata attraverso le seguenti modalità:

  • direttamente all’Agenzia delle Entrate;
  • tramite CAF;
  • tramite professionista abilitato;
  • tramite sostituto di imposta.

Anche per l’anno in corso è disponibile la dichiarazione precompilata, ovvero una dichiarazione elaborata dall’Agenzia delle Entrate e messo a disposizione dei contribuenti.

Eccezionalmente la legge di conversione del decreto Sostegni ter ha previsto uno slittamento in avanti della messa a disposizione della dichiarazione: i contribuenti possono consultarla dallo scorso 23 maggio, anziché dallo scorso 30 aprile.

L’ultimo aggiornamento delle istruzioni e delle specifiche tecniche del modello 730/2022 è del 15 aprile 2022.

Dopo la pubblicazione del modello definitivo, si è reso necessario un aggiornamento, motivato anche dalla proroga data per la messa a disposizione della dichiarazione precompilata.

A rendere conveniente per il contribuente l’utilizzo del modello 730/2022 sono diversi aspetti:

  • la semplicità nella compilazione che permette di non dover eseguire i calcoli;
  • il rimborso in busta paga o nella rata della pensione a partire dal mese di luglio;
  • le somme trattenute in busta paga nel caso in cui debbano essere versate.

Il modello 730 è disponibile esclusivamente online sul sito dell’Agenzia delle Entrate, così come le apposite istruzioni per la compilazione.

Agenzia delle Entrate - Modello 730/2022
Approvato con il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 14 gennaio 2022.
Agenzia delle Entrate - Modello 730/2022
Istruzioni per la compilazione.

Tra le informazioni che saranno inserite nella dichiarazione dei redditi precompilata, ci saranno le seguenti:

  • i dati contenuti nella Certificazione Unica, inviata all’Agenzia delle Entrate dai sostituti d’imposta: familiari a carico, redditi di lavoro dipendente o di pensione, ritenute IRPEF, trattenute di addizionale regionale e comunale, credito di imposta APE, compensi di lavoro autonomo occasionale, dati di locazioni brevi;
  • gli oneri deducibili o detraibili comunicati all’Amministrazione finanziaria: spese sanitarie, interessi passivi sui mutui, premi assicurativi, contributi previdenziali, contributi per i lavori domestici ecc.;
  • alcune informazioni della dichiarazione dei redditi dell’anno precedente;
  • altri dati presenti nell’Anagrafe tributaria, ad esempio le informazioni contenute nelle banche dati immobiliari, i pagamenti e le compensazioni effettuate con F24.

Modello 730/2022, novità: superbonus barriere architettoniche e bonus prima casa per under 36

Nella versione definitiva del modello 730/2022 è stata approvata con il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 14 gennaio 2022.

Il nuovo modello è riferito all’anno d’imposta 2021, periodo contraddistinto ancora da misure per contrastare l’emergenza coronavirus e rilanciare l’economia.

Diverse sono le novità fiscali contenute nel dichiarativo per dipendenti e pensionati.

Tra le più importanti c’è il credito d’imposta sull’acquisto con IVA della prima casa per giovani under 36 anni con ISEE non superiore a 40.000 euro.

In merito, nel modello 730/2022 sarà inoltre possibile inserire gli eventuali residui del credito che non ha trovato capienza nell’imposta della precedente dichiarazione.

Nella dichiarazione c’è anche spazio per il superbonus 110 per cento per l’eliminazione delle barriere architettoniche.

A partire dal 1° gennaio scorso, la Legge di Bilancio 2022 rende strutturale una detrazione al 75 per cento per tali interventi, anche nei casi in cui non rientrano nella maxi detrazione introdotta dal decreto Rilancio.

Nella dichiarazione devono essere inserite anche le modifiche al bonus IRPEF, che ha sostituito l’ex-bonus Renzi, e che è stato eliminato dal 2022

Nella dichiarazione sono inseriti anche gli aumenti di 1.200 euro, del trattamento integrativo a favore dei lavoratori dipendenti e assimilati con reddito complessivo fino a 28.000 euro, e l’ulteriore detrazione decrescente prevista per i redditi fino a 40.000 euro.

Un’altra novità è il bonus musica, che consiste in un contributo fino a 1.000 euro per l’iscrizione e l’abbonamento di bambini e ragazzi tra i 5 e 18 anni a scuole di musica, conservatori e cori, bande e scuole di musica riconosciute.

Per avere diritto al contributo si deve rispettare il requisito di reddito di complessivo non superiore a 36.000 euro.

A riguardo, l’ultimo aggiornamento delle istruzioni del 15 aprile 2022 ha chiarito che:

“Nel limite di reddito deve essere computato anche il reddito dei fabbricati assoggettato alla cedolare secca sulle locazioni.”

Infine, tra le ultime novità c’è il bonus rubinetti, il credito d’imposta per l’installazione di sistemi di filtraggio e miglioramento qualitativo delle acque destinate al consumo umano.

L’agevolazione introdotta dalla Legge di Bilancio 2021 riguarda spese fino all’importo massimo di 1.000 euro.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network