Scadenza Lipe e quadro VP dichiarazione IVA 2020: anomalia nel controllo telematico Sogei

Anna Maria D’Andrea - Comunicazioni IVA e spesometro

Scadenza oggi per l'invio delle Lipe con la dichiarazione IVA 2020, ma il software di controllo telematico Sogei impedisce di effettuare la trasmissione. L'anno bisestile ha creato non poca confusione all'Agenzia delle Entrate.

Scadenza Lipe e quadro VP dichiarazione IVA 2020: anomalia nel controllo telematico Sogei

Scadenza oggi per l’invio delle Lipe del quarto trimestre 2019 compilando il quadro VP della dichiarazione IVA 2020: il termine per la trasmissione è fissato ad oggi 2 marzo.

Nonostante restino ancora alcune ore per effettuare l’invio, i software gestionali bloccano l’invio del quadro VP della dichiarazione IVA 2020. Perché?

Il debutto della possibilità di invio delle Lipe insieme alla dichiarazione IVA 2020 cade in un anno bisestile, un’anomalia che a quanto pare ha creato non poca confusione all’Agenzia delle Entrate.

È stato il Decreto Crescita a prevedere la possibilità di trasmettere le Lipe del quarto trimestre insieme alla dichiarazione IVA, a patto di inviare il tutto entro l’ultimo giorno del mese di febbraio. Il termine per l’invio unitario di dichiarazione annuale e Lipe di chiusura è quindi il 28 febbraio.

La scadenza per l’anno in corso slitta al giorno 29, essendo il 2020 un anno bisestile.

A sua volta, cadendo il 29 di sabato, la trasmissione delle Lipe separatamente, così come mediante la compilazione del quadro VP della dichiarazione IVA, è automaticamente rinviata al 2 marzo 2020.

Anche l’Agenzia delle Entrate sa che la scadenza del 29 febbraio slitta a lunedì 2 marzo. L’errore bloccante segnalato dal software di controllo riporta infatti che “non è possibile inviare il quadro VP oltre il 2 marzo 2020”.

Anomalia controllo telematico Sogei Lipe quarto trimestre dentro dichiarazione IVA 2020: le cause e la possibile soluzione (da testare)

A chi sta cercando di inviare oggi la comunicazione delle liquidazioni IVA di chiusura del 2019 insieme alla dichiarazione IVA viene segnalato di essere fuori tempo massimo, nonostante così non sia.

Quel che appare evidente è che il controllo telematico Sogei non tiene conto del fatto che il 2020 è un anno bisestile...

In sostanza, secondo il calendario “sballato” del Fisco oggi sarebbe il 3 marzo o comunque la scadenza sarebbe stata superata, cosa che non è.

Una situazione paradossale, che sta creando non poca confusione in quegli studi intenzionati a trasmettere entro la scadenza di oggi le Lipe insieme alla dichiarazione IVA 2020.

Alcuni intermediari segnalano sui social una possibile soluzione: cambiare la data del calendario del proprio computer, andando indietro di un giorno, per superare la “svista” dei controlli Sogei.

Una soluzione che consente di aggirare il problema, ma resta l’amarezza di un sistema che, puntualmente, dimostra di perdersi in un bicchiere d’acqua.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it