Dichiarazione IVA 2020: scadenza, istruzioni e novità

Anna Maria D’Andrea - Dichiarazione IVA

Dichiarazione IVA 2020, scadenza, istruzioni e novità: il termine per la trasmissione all'Agenzia delle Entrate è fissato al 30 aprile per chi non ha optato per l'invio anticipato al 2 marzo con le Lipe del quarto trimestre 2019.

Dichiarazione IVA 2020: scadenza, istruzioni e novità

Dichiarazione IVA 2020, scadenza fissata al 30 aprile. Di seguito il riepilogo di istruzioni e novità per la trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate.

La prima importante scadenza della dichiarazione IVA 2020 era fissata al 2 marzo, termine per esercitare la facoltà di invio delle Lipe del quarto trimestre 2019 all’interno del quadro VP.

Il secondo appuntamento da tenere a mente è quello del 16 marzo 2020 per il versamento del saldo IVA, ma la scadenza definitiva per l’invio della dichiarazione IVA 2020 resta fissata al 30 aprile.

Tutte le regole e le novità sono contenute nelle istruzioni dell’Agenzia delle Entrate pubblicate, insieme al modelo IVA ed IVA base lo scorso 15 gennaio.

Il modello per la dichiarazione IVA 2020 recepisce al suo interno le novità relative all’esonero dall’apposizione del visto di conformità per i contribuenti con punteggio ISA pari almeno ad 8, ma non solo.

Analizziamo di seguito le istruzioni per la compilazione del modello di dichiarazione IVA 2020 pubblicato dall’Agenzia delle Entrate e le principali novità relative all’anno d’imposta 2019.

Dichiarazione IVA 2020: modello IVA ed IVA base, scadenza e istruzioni

Con il provvedimento del 15 gennaio 2020 l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il modello definitivo per la dichiarazione IVA 2020 e le relative istruzioni.

PDF - 341.1 Kb
Agenzia delle Entrate - provvedimento del 15 gennaio 2020
Approvazione dei modelli di dichiarazione IVA/2020 concernenti l’anno 2019, con le relative istruzioni, da presentare nell’anno 2020 ai fini dell’imposta sul valore aggiunto
PDF - 175.5 Kb
Dichiarazione IVA 2020 - modello definitivo
Scarica il modello IVA definitivo pubblicato dall’Agenzia delle Entrate con provvedimento del 15 gennaio 2020
PDF - 421 Kb
Istruzioni dichiarazione IVA 2020
Scarica le istruzioni definitive dell’Agenzia delle Entrate per la compilazione del modello IVA 2020

Accanto al modello ordinario, con il provvedimento del 15 gennaio 2020 è stata pubblicata anche la modulistica per la dichiarazione IVA base, versione semplificata del modello di dichiarazione annuale utilizzabile in specifiche fattispecie, illustrate in maniera puntuale nelle istruzioni dell’Agenzia delle Entrate.

PDF - 110.6 Kb
Modello IVA base 2020
Scarica il modello di dichiarazione IVA base pubblicato dall’Agenzia delle Entrate con provvedimento del 15 gennaio 2020
PDF - 384.9 Kb
Istruzioni dichiarazione IVA base 2020
Scarica le istruzioni di compilazione del modello per la dichiarazione IVA base 2020

È all’interno del documento con le regole per la compilazione e l’invio telematico della dichiarazione IVA 2020 che sono contenute le novità da analizzare per quanto riguarda l’anno d’imposta 2019.

A non subire modifiche è la scadenza della dichiarazione IVA: l’invio telematico può essere effettuato già dal 1° febbraio, ed entro il termine ultimo del 30 aprile.

L’invio anticipato, entro il 2 marzo 2020, consentiva di sfoltire il calendario delle scadenze fiscali: a partire dal modello IVA 2020 è infatti possibile accorpare nella dichiarazione annuale i dati delle Lipe, la comunicazione delle liquidazioni trimestrali, relativamente al quarto trimestre.

Una scelta, non un obbligo: chi ha optato per la trasmissione separata delle Lipe trimestrali ha tempo fino al 30 aprile per inviare la dichiarazione IVA 2020.

Dichiarazione IVA 2020, le novità: Lipe nel quadro VP, rettifiche nel quadro VH

All’interno del quadro VP della modello IVA 2020 i contribuenti potevano, fino al 2 marzo, esercitare la facoltà introdotta dal Decreto Crescita di comunicare con la dichiarazione annuale i dati relativi alle liquidazioni periodiche del quarto trimestre dell’anno.

La trasmissione del modello IVA con i dati delle Lipe del quarto trimestre deve essere effettuata entro la fine del mese di febbraio. A tal proposito ricordiamo che il 2020 è un anno bisestile, e che pertanto tale termine è fissato al giorno 29. Cadendo di sabato, la scadenza per trasmettere in forma unificata le Lipe e la dichiarazione IVA viene rinviata automaticamente al 2 marzo 2020.

Il quadro VP della dichiarazione IVA 2020 non potrà essere compilato nel caso di trasmissione della dichiarazione IVA oltre il 2 marzo.

Come riportato nelle istruzioni dell’Agenzia delle Entrate, qualora il contribuente intenda inviare, integrare o correggere i dati omessi, incompleti o errati occorre compilare:

  • il quadro VP, se la dichiarazione è presentata entro febbraio (in tal caso, non va compilato il quadro VH o il quadro VV in assenza di dati da inviare, integrare o correggere relativamente ai trimestri precedenti al quarto);
  • il quadro VH (o VV), se la dichiarazione è presentata oltre febbraio.

Le novità relative alla comunicazione delle liquidazioni IVA periodiche, da indicare nel quadro VP, sono soltanto alcune delle modifiche contenute nelle istruzioni dell’Agenzia delle Entrate.

Dichiarazione IVA 2020, nel frontespizio l’esonero dal visto di conformità per le compensazioni

Nel riquadro “Firma della dichiarazione” del Frontespizio della dichiarazione IVA 2020 è stata introdotta la casella “Esonero dall’apposizione del visto di conformità”, riservata ai contribuenti che hanno applicato gli ISA e che hanno ottenuto un punteggio tale da accedere al beneficio dell’esonero dall’apposizione del visto di conformità, ovvero dalla prestazione della garanzia per le compensazioni o per i rimborsi per un importo non superiore a 50.000 euro annui.

Nella dichiarazione IVA 2020 trova spazio il nuovo quadro VQ che ha lo scopo di consentire la determinazione del credito maturato a seguito di versamenti di IVA periodica non spontanei.

Come anticipato sopra, la scadenza ultima per l’invio telematico della dichiarazione IVA 2020 non ha subito modifiche, e resta fissata al 30 aprile.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it