Quadro E nel 730 precompilato: la modifica assistita dei dati e le istruzioni

Rosy D’Elia - Modello 730

Quadro E nel modello 730 precompilato: come funziona la compilazione assistita? Le istruzioni dell'Agenzia delle Entrate per procedere alla modifica dei dati e servirsi della procedura guidata.

Quadro E nel 730 precompilato: la modifica assistita dei dati e le istruzioni

Quadro E nel modello 730 precompilato: è possibile procedere alla modifica dei dati con la compilazione assistita. Le istruzioni, punto per punto, per procedere in maniera guidata alla correzione delle informazioni grazie alla funzione dell’Agenzia delle Entrate, attiva dal 10 maggio.

Si tratta di uno strumento utile per i contribuenti che devono intervenire sul quadro E della dichiarazione dei redditi precompilata entro la scadenza del 23 luglio 2019.

Le voci del modello 730 sono state elaborate dall’Agenzia delle Entrate, ma i contribuenti possono intervenire per integrare, correggere o accettare: con una procedura di compilazione guidata è possibile aggiustare il tiro sul quadro E, dedicato alle spese sostenute nell’anno 2018 che danno diritto a una detrazione d’imposta o a una deduzione dal reddito.

Quadro E nel 730 precompilato, le istruzioni: come funziona la compilazione assistita per la modifica dei dati

L’Agenzia delle Entrate elabora i modelli 730 precompilati sulla base delle informazioni che sono già in suo possesso e utilizzando dati che riceve da altre fonti, come ad esempio il Sistema Tessera Sanitaria.

Non sempre, però, il quadro della situazione dei contribuenti è corretto ed esaustivo. Una gran numero di cittadini ha la necessità di intervenire sui dati elaborati dall’Agenzia delle Entrate nel quadro E della precompilata.

Secondo le istruzioni fornite, due sono le modalità per farlo:

  • la modalità di compilazione e correzione tradizionale;
  • la nuova modalità di compilazione assistita, grazie alla quale dal 10 maggio è possibile inserire i dati relativi a spese non presenti in dichiarazione dei redditi con l’aiuto del programma dell’Agenzia delle Entrate.

La modalità di compilazione guidata e semplificata, partendo dalle spese presenti nel foglio informativo, permette di inserire nuovi documenti di spesa o anche di modificare, integrare o cancellare i dati delle spese che sono già presenti nel 730 precompilato.

Sarà, poi, necessario solo confermare le modifiche effettuate: l’applicazione web ricalcola automaticamente gli oneri detraibili o deducibili e inserisce l’importo totale negli appositi campi del quadro E del 730.

Il servizio online attivo dal 10 maggio può essere utilizzato anche per le spese sostenute per i familiari a carico.

Quadro E nel 730 precompilato per la compilazione assistita: le istruzioni

I contribuenti che intendono affidarsi alla compilazione assistita del quadro E, attiva dal 10 maggio, devono collegarsi al sito dell’Agenzia delle Entrate e seguire le istruzioni indicate, ovvero:

  • accedere alla sezione “Modifica il 730 e invia” ;
  • selezionare dal menù “Quadro E - Compilazione assistita” ;
  • visualizzare i dati degli oneri comunicati all’Agenzia delle Entrate.

Le azioni che è possibile compiere con la procedura guidata sono le seguenti:

  • intervenire sui dati del quadro E del 730 precompilato con una delle seguenti azioni:
    • modificare una voce di spesa precompilata;
    • escludere o includere una voce di spesa precompilata;
    • aggiungere una nuova spesa;
    • cancellare una voce di spesa per aggiungerne una nuova che rientra tra gli oneri detraibili o deducibili selezionando “Aggiungi una nuova spesa”;
  • confermare i dati: dopo aver spuntato la casella “Confermo di aver preso visione di tutte le voci di tutte le sezioni” è possibile confermare le informazioni inserite cliccando su “Salva”. In questo modo si ottiene il ricalcolo dei totali.
  • visualizzare e modificare le spese dei familiari a carico: selezionando il codice fiscale associato alla persona dal menù a tendina “Dichiarante e familiari” , è possibile accedere alle relative informazioni e alla funzione di modifica e salvataggio dei dati.

Tutti coloro che preferiscono agire sul 730 precompilato in maniera tradizionale, e senza servirsi della compilazione assistita del quadro E, possono continuare a modificare e integrare le spese e a inserire in autonomia gli importi aggiornati.

Ma nella pagina dedicata alla precompilata e alle funzioni disponibili, l’Agenzia delle Entrate fornisce anche istruzioni da tener presente nel passaggio dalla procedura di compilazione assistita a quella di compilazione ordinaria, e viceversa.

E chiarisce che, in questo caso, le voci inserite o modificate non vengono conservate e si ripristinano automaticamente i dati precompilati.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it