Ecobonus e sismabonus, comunicazione cessione credito entro il 28 febbraio 2020

Ecobonus e sismabonus, scadenza il 28 febbraio 2020 per la comunicazione della cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante per i lavori effettuati nel 2019. Stessa data anche per comunicare lo sconto in fattura.

Ecobonus e sismabonus, comunicazione cessione credito entro il 28 febbraio 2020

Ecobonus e sismabonus, scadenza in arrivo per comunicare la cessione del credito: entro il 28 febbraio 2020 bisognerà inviare il modulo relativo ai lavori effettuati nel 2019.

La comunicazione per la cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante per i lavori di cui all’ecobonus o al sismabonus dovrà essere inviata in modalità telematica all’Agenzia delle Entrate o, in alternativa, potrà essere consegnata presso gli Uffici territoriali.

Il 28 febbraio 2020 è anche la scadenza per la comunicazione dello sconto in fattura applicato per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2019, data ultima per beneficiare dell’ulteriore modalità di fruizione delle detrazioni per i lavori di riqualificazione energetica. L’opzione è stata confermata esclusivamente per alcune spese condominiali.

Ecobonus e sismabonus, comunicazione cessione credito entro il 28 febbraio 2020

Sono state più volte modificate le regole per la comunicazione della cessione del credito. Le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate da considerare in vista della scadenza del 28 febbraio 2020 sono quelle contenute nel provvedimento del 31 luglio 2019, con il quale è stato dato il via allo sconto in fattura.

Prima di addentrarci nelle regole operative per l’invio della comunicazione, si ricorda che chi effettua lavori di riqualificazione energetica o di riduzione del rischio sismico può optare per la cessione del credito in luogo della fruizione diretta della detrazione.

La cessione del credito è riconosciuta sia per i lavori in condominio che per quelli su edifici singoli.

Accanto alla cessione, il Decreto Crescita (DL n. 34/2019) ha introdotto la possibilità di richiedere l’applicazione dello sconto in fattura corrispondente all’importo della detrazione spettante. Una novità aspramente contestata dalle imprese, soprattutto quelle di minori dimensioni, che è stata notevolmente ridimensionata dal 1° gennaio 2020.

La Legge di Bilancio 2020 ha abolito lo sconto in fattura per tutti, lasciando la possibilità di esercizio dell’opzione esclusivamente nel caso di lavori in condominio di importo superiore a 200.000 euro.

La scadenza del 28 febbraio 2020 rappresenta il primo appuntamento con la comunicazione dello sconto in fattura applicato per le spese sostenute nel 2019 che, come già ricordato, si affianca alla comunicazione della cessione del credito.

Comunicazione cessione credito ecobonus e sismabonus 2020: modulo e istruzioni

Per la comunicazione in scadenza il 28 febbraio 2020 sarà necessario utilizzare il modulo e le istruzioni pubblicati dall’Agenzia delle Entrate con il provvedimento del 31 luglio 2019.

Comunicazione cessione credito ecobonus e sismabonus - modello
Modulo da inviare entro la scadenza del 28 febbraio 2020 - allegato al provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 31 luglio 2020
Istruzioni comunicazione cessione credito
Istruzioni per la compilazione del modulo dell’Agenzia delle Entrate per la cessione del credito e lo sconto in fattura

Per i lavori effettuati su singole unità immobiliari, la comunicazione per la cessione del credito dovrà essere effettuata dal soggetto avente diritto alla detrazione per ecobonus o sismabonus, in modalità telematica o presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate.

Per i lavori in condominio è l’amministratore a comunicare i crediti ceduti mediante il flusso utilizzato per la trasmissione dei dati necessari per la predisposizione del modello 730, la cui scadenza è fissata sempre al 28 febbraio 2020

Riprendendo quanto riportato nelle istruzioni dell’Agenzia delle Entrate, la comunicazione dovrà contenere i seguenti dati:

  • la denominazione e il codice fiscale del soggetto avente diritto alla detrazione;
  • la tipologia di intervento effettuato;
  • l’importo complessivo della spesa sostenuta;
  • l’anno di sostenimento della spesa;
  • l’importo complessivo del contributo richiesto - sconto in fattura - o del credito cedibile (pari alla detrazione spettante);
  • i dati catastali dell’immobile oggetto dell’intervento.

Bisognerà altresì indicare:

  • la denominazione e il codice fiscale del fornitore;
  • la data in cui è stata esercitata l’opzione;
  • l’assenso del fornitore all’esercizio dell’opzione e la conferma del riconoscimento del contributo, sotto forma di sconto di pari importo sul corrispettivo dovuto per l’intervento effettuato.

Comunicazione cessione credito ecobonus e sismabonus 2020: piattaforma per le imprese

I fornitori che hanno applicato lo sconto ed i soggetti cessionari dei crediti possono confermare l’applicazione dello sconto e la cessione del credito ed eventualmente comunicare all’Agenzia un’ulteriore cessione del credito ricevuto tramite un’apposita piattaforma.

Per lo sconto in fattura i dati relativi alle comunicazioni trasmesse dai contribuenti saranno disponibili dal 10 marzo; dal 20 marzo verranno predisposte invece le informazioni relative ai crediti ceduti e comunicati dai beneficiari delle detrazioni fiscali.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it