Proroga comunicazione spese ristrutturazione condomini 2020: scadenza e istruzioni

Proroga per la comunicazione delle spese di ristrutturazione condomini 2020: la scadenza per l'invio telematico slitta al 31 marzo per effetto dell'emergenza coronavirus. Dall'Agenzia delle Entrate era già arrivato un rinvio al 9 marzo, superato dal decreto del Governo. Di seguito istruzioni e novità.

Proroga comunicazione spese ristrutturazione condomini 2020: scadenza e istruzioni

Proroga della scadenza per la comunicazione delle spese di ristrutturazione dei condomini: dal 28 febbraio, il termine di trasmissione slitta al 31 marzo 2020.

La proroga del termine per l’invio all’Agenzia delle Entrate è una delle novità contenute nell’ultimo decreto del Governo per affrontare l’emergenza coronavirus.

Insieme alla scadenza per le spese di ristrutturazione nei condomini, slitta al 31 marzo anche il termine per la comunicazione delle altre spese detraibili nel modello 730.

Un rinvio omnibus, che cambia anche il calendario delle scadenze della dichiarazione precompilata: sarà disponibile dal 5 marzo, e potrà essere inviata fino al 30 settembre 2020.

L’invio telematico delle spese sostenute dai condomini è uno degli adempimenti degli amministratori di condominio che, come altri professionisti ed imprese, sono impegnati in questi mesi nell’invio delle informazioni utili per la predisposizione della dichiarazione dei redditi precompilata.

Le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate per la comunicazione delle spese di ristrutturazione sostenute dai condomini sono state recentemente aggiornate, con il provvedimento del 20 dicembre 2019, in virtù delle novità relative allo sconto in fattura per ecobonus e al sismabonus.

Analizziamo quindi di seguito le modalità e regole tecniche di trasmissione dei dati relativi alle spese che danno diritto a bonus ristrutturazioni, mobili, ecobonus e sismabonus che dovranno essere inviate dagli amministratori di condominio entro la scadenza del 31 marzo 2020.

Comunicazione spese ristrutturazione condomini, proroga scadenza: invio entro il 31 marzo 2020

È il decreto MEF datato 01/12/2016 a fissare al 28 febbraio dell’anno successivo a quello di riferimento la scadenza per la comunicazione delle spese di ristrutturazione e riqualificazione energetica dei condomini.

La scadenza ordinaria viene ormai rinviata ogni anno e, come prevedibile, nella serata del 28 febbraio l’Agenzia delle Entrate ha prorogato il termine di invio al 9 marzo 2020. Il provvedimento dell’Amministrazione Finanziaria è stato tuttavia superato dal successivo intervento del Governo.

Come sopra anticipato, il diffondersi del coronavirus ha come conseguenza anche la proroga delle scadenze fiscali. Un rinvio che riguarderà anche i termini per la trasmissione dei dati delle spese detraibili.

Il decreto approvato dal Governo nel corso del Consiglio dei Ministri del 28 febbraio fissa alla fine del mese la scadenza per la comunicazione delle spese di ristrutturazione dei condomini, così come per gli asili nido, per le università e non solo.

Il termine ordinario del 28 febbraio viene rinviato per tutti al 31 marzo 2020, il modello 730 precompilato sarà accessibile dal 5 maggio e potrà essere trasmesso entro il 30 settembre - in luogo del termine ordinario del 23 luglio.

Una proroga ampia disposta anche sulla scadenza per l’invio delle certificazioni uniche 2020.

Comunicazione spese ristrutturazione condomini 2020, istruzioni invio telematico: pubblicato il software delle Entrate

La pubblicazione del software di compilazione e controllo dell’Agenzia delle Entrate, avvenuta l’8 gennaio 2020, ha dato ufficialmente il via alla comunicazione dei dati.

Il software gratuito Comunicazione da Amministratori Condominio dall’anno 2019 consente agli amministratori la compilazione delle comunicazioni delle spese di ristrutturazione edilizia e risparmio energetico su parti comuni condominiali.

Per il controllo della comunicazione e per verificare la conformità alle specifiche tecniche dei file relativi alla comunicazione dei dati è necessario installare il Desktop Telematico, che accoglie le applicazioni distribuite dall’Agenzia delle Entrate per la gestione dei documenti inviati e ricevuti telematicamente (Entratel, File Internet e moduli di controllo) e provvede a gestirne automaticamente tutti gli aggiornamenti.

Il controllo di conformità dei file contenenti le comunicazioni è obbligatorio e dovrà essere effettuato prima dell’invio telematico all’Agenzia delle Entrate.

Comunicazione spese ristrutturazione condomini 2020: istruzioni compilazione ed invio telematico

Per le spese di ristrutturazione edilizia e risparmio energetico effettuate sulle parti comuni dei condomini, l’amministratore è tenuto a trasmettere esclusivamente in modalità telematica una comunicazione con i dati delle quote a carico di ciascun condominio.

Le specifiche tecniche per l’invio sono state pubblicate dall’Agenzia delle Entrate con il provvedimento del 20 dicembre 2019, e i software per la compilazione e il controllo della comunicazione sono stati messi a disposizione nella versione definitiva l’8 gennaio 2020.

La comunicazione è obbligatoria per i lavori sostenuti nel 2019 che consentiranno al contribuente (condomino) di accedere a:

  • bonus ristrutturazioni;
  • ecobonus;
  • sismabonus;
  • bonus mobili ed elettrodomestici.

All’interno del file telematico bisognerà indicare i dati delle spese sostenute al 31 dicembre 2019, prendendo come riferimento le fatture emesse dalla ditta che ha effettuato i lavori di ristrutturazione, quelli ammessi alla detrazione per risparmio energetico e i documenti che attestano il sostenimento della spesa per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici.

All’interno della comunicazione sarà necessario indicare i dati del condominio (nominativo dello stabile e codice fiscale, qualora sia presente in Anagrafe Tributaria) e dell’amministratore. Per i condomini minimi sarà necessario flaggare l’apposita voce.

Le specifiche tecniche e le istruzioni per la compilazione sono state aggiornate con il provvedimento che si allega di seguito:

Agenzia delle Entrate - Provvedimento numero 1432213 del 20 dicembre 2019
Comunicazioni all’anagrafe tributaria dei dati relativi agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati su parti comuni di edifici residenziali. Modifiche al Provvedimento n. 19969 del 27 gennaio 2017.

Per ulteriori dettagli si rimanda alle istruzioni specifiche fornite dall’Agenzia delle Entrate, con tutte le novità da considerare in sede di compilazione.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it