Detrazione spese universitarie 2020: dal MIUR i limiti per gli atenei privati

Rosy D’Elia - Irpef

Detrazione spese universitarie 2020, si ha diritto a una riduzione dell'imposta per le tasse e i contributi destinati alle università private: importi e limiti per il periodo di imposta 2019 nel decreto MIUR pubblicato in Gazzetta Ufficiale l'11 febbraio 2020. Fissate le soglie anche per le spese di dottorato, i corsi di specializzazione e i master.

Detrazione spese universitarie 2020: dal MIUR i limiti per gli atenei privati

Detrazione spese universitarie 2020, per i costi delle tasse e dei contributi di iscrizione ai corsi di laurea, ma anche post laurea, di università private sostenuti nel corso del 2019 si ha diritto a una riduzione dell’imposta. A stabilire gli importi e i limiti entro i quali il beneficio è applicabile è il decreto MIUR, Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’11 febbraio 2020.

Le tasse delle università non statali rientrano tra i costi che danno diritto a una detrazione del 19%, uno sconto sull’imposta da versare, prevista dall’articolo 15 del Testo Unico delle Imposte sui Redditi.

I valori di riferimento devono essere aggiornati, o confermati come in questo caso, ogni anno entro il 31 dicembre.

PDF - 2.4 Mb
MIUR - Decreto Ministeriale del 19 dicembre 2019 pubblicato in GU l’11 febbraio 2020
Individuazione degli importi delle tasse e dei contributi delle università non statali ai fini della detrazione dell’imposta lorda - anno 2019.

Detrazione spese universitarie 2020: dal MIUR importi e limiti per atenei privati

La detrazione per le spese universitarie 2020 per la frequenza di atenei non statali si applica al pagamento di tasse e contributi dovuti nei seguenti casi:

  • frequenza dei corsi di laurea;
  • laurea magistrale e laurea;
  • magistrale a ciclo unico.

Come ogni anno è il MIUR, Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, a stabilire i valori da rispettare. Per il periodo di imposta 2019 bisogna far riferimento al Decreto ministeriale firmato il 19 dicembre 2019 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’11 febbraio 2020.

Gli importi massimi stabiliti tengono conto dell’area disciplinare degli studi e del territorio in cui hanno sede le università private che le studentessa o gli studenti frequentano: le cifre più alte per cui è possibile beneficiare della detrazione del 19% riguardano i percorsi di studi di ambito medico di università private che si trovano al Nord. Il limite previsto è pari a 3.700 euro.

Area disciplinare corsi istruzioneNordCentro Sud e isole
Medica € 3.700 € 2.900 € 1.800
Sanitaria € 2.600 € 2.200 € 1.600
Scientifico-tecnologica € 3.500 € 2.400 € 1.600
Umanistico-sociale € 2.800 € 2.300 € 1.500

I limiti restano invariati rispetto all’anno scorso. L’allegato 1 al del decreto, inoltre, riporta le classi che rientrano nelle alle aree disciplinari e una mappatura delle aree geografiche di riferimento.

PDF - 221.3 Kb
MIUR - Decreto Ministeriale del 19 dicembre 2019 - Allegato 1
Raggruppamenti dei corsi di studio per Area disciplinare.

Detrazione spese universitarie 2020: dal MIUR i limiti per i corsi post laurea delle università private

Il testo pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’11 febbraio riporta anche i valori da considerare per le spese universitarie 2020 sostenute per la frequenza di corsi post laurea gestiti da atenei privati:

  • corsi di dottorato;
  • corsi di specializzazione;
  • master universitari di primo e di secondo livello.

In tabella la cifra massima per cui è possibile beneficiare della detrazione Irpef del 19% territorio per territorio: anche in questo caso i valori restano gli stessi dell’anno scorso e sono molto diversi da Nord a Sud.

CORSI POST-LAUREA
Spesa massima detraibile Nord Centro Sud e Isole
Corsi di dottorato, di specializzazione e master universitari di primo e di secondo livello € 3.700 € 2.900 € 1.800

Agli importi indicati è necessario aggiungere l’importo della tassa regionale per il diritto allo studio.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it