Bonus lavoratori agricoli e della pesca nel DL Sostegni bis: requisiti e importo

Eleonora Capizzi - Leggi e prassi

Bonus per lavoratori agricoli e della pesca nel Decreto Sostegni bis: l'importo dell'indennità è di 800 euro per i primi e di 950 per i secondi. La novità arriva con il nuovo provvedimento emergenziale approvato dal Governo il 20 maggio 2021 e in attesa di pubblicazione. Ecco i requisiti per accedere al beneficio.

Bonus lavoratori agricoli e della pesca nel DL Sostegni bis: requisiti e importo

Bonus lavoratori agricoli e della pesca in arrivo nel Decreto Sostegni bis.

La novità è stata introdotta dal provvedimento approvato al Consiglio dei Ministri del 20 maggio 2021, e il testo definitivo con tutti i dettagli è atteso a breve in Gazzetta Ufficiale.

Basandoci sulla bozza attualmente disponibile, il decreto riconosce ai lavoratori agricoli, in presenza di specifici requisiti, un assegno omnicomprensivo di importo pari a 800 euro.

Al contempo, i lavoratori della pesca potranno beneficiare, per il mese di maggio 2021, di un’indennità di 950 euro, ma sempre a determinate condizioni.

Bonus lavoratori agricoli e della pesca nel DL Sostegni bis: requisiti e importo

Nell’articolo 68, in base alla bozza in circolazione, il Decreto Sostegni bis discusso al Consiglio dei Ministri del 20 maggio si occupa di due diverse categorie di lavoratori che, a causa della pandemia, si sono trovate in grande difficoltà: gli operai agricoli e i pescatori.

Con riferimento ai lavoratori dell’agricoltura, la norma citata riconosce un’indennità una tantum pari a 800 euro a condizione che gli interessati presentino i seguenti requisiti:

  • essere operatori agricoli con contratto a tempo determinato;
  • aver effettuato, nel corso del 2020, almeno 50 giornate effettive di attività di lavoro agricolo;
  • non essere titolari, al momento della presentazione della domanda, di un contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, con esclusione del contratto di lavoro intermittente senza diritto all’indennità di disponibilità;
  • non essere titolari di pensione, sempre al momento della presentazione della domanda.

Questa indennità, si legge nella norma citata, presenta le seguenti caratteristiche:

La domanda, secondo quanto si legge nella bozza, dovrà essere presentata all’INPS entro la scadenza del 30 giungo 2021, ma si rimane comunque in attesa di ulteriori aggiornamenti.

Bonus lavoratori della pesca: 950 euro per maggio 2021 nel Dl Sostegni bis

Un’altra categoria di lavoratori trova spazio nel citato articolo 68 del Decreto Sostegni bis di prossima pubblicazione: i pescatori autonomi, compresi i soci di cooperative, che esercitano professionalmente la pesca in acque marittime, interne e lagunari.

A questi lavoratori il provvedimento emergenziale riconosce un’indennità pari a 950 euro per il mese di maggio 2021 quando ricorrono, però, i seguenti requisiti:

  • non devono essere titolari di pensione;
  • non essere iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, ad esclusione della gestione separata.

Le modalità per richiedere l’indennità all’INPS, che come per il bonus per gli agricoli è sempre da IRPEF, sono quelle previste dall’articolo 28 del Decreto legge del 17 marzo 2020 numero 18.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network