IRPEF 2021: aliquote, scaglioni e novità. Guida al calcolo

IRPEF 2021, aliquote, scaglioni di reddito e regole per il calcolo: come funziona la principale imposta sui redditi? Di seguito istruzioni e novità.

IRPEF 2021: aliquote, scaglioni e novità. Guida al calcolo

IRPEF 2021, aliquote e scaglioni: come funziona la principale imposta sui redditi presente nel sistema fiscale italiano?

Forniamo di seguito le regole per il calcolo dell’IRPEF 2021, con esempi pratici utili a capire le regole per determinare le imposte dovute.

Nell’attesa della riforma del sistema di tassazione dei redditi da lavoro, e della revisione ad aliquote e scaglioni IRPEF, per il 2021 non si segnalano particolari novità.

La Legge di Bilancio 2021 ha istituito un fondo specifico per la riforma fiscale e ha confermato il bonus IRPEF in busta paga dei lavoratori dipendenti.

Novità potrebbero arrivare con la Legge di Bilancio 2022 che, stando alle ultime anticipazioni sulla riforma fiscale, si prepara ad accogliere le prime modifiche all’IRPEF volte alla riduzione del cuneo fiscale.

Nell’attesa di ulteriori sviluppi, facciamo il punto delle regole attualmente in vigore.

L’IRPEF è una delle imposte principali presenti in Italia. Confermati anche nel 2021 aliquote e scaglioni, di seguito l’analisi delle istruzioni da seguire per il corretto calcolo e la dichiarazione dell’imposta sul reddito delle persone fisiche.

Partiamo da alcuni aspetti di carattere definitorio.

L’IRPEF è un’imposta diretta, personale e progressiva che grava sul reddito da lavoro dipendente, assimilato al lavoro dipendente e di impresa, secondo quanto previsto dal testo unico delle imposte sui redditi (cd Tuir, contenuto nel d.p.r. 917/1986), principale riferimento normativo in materia.

Sono cinque gli scaglioni di reddito da considerare ai fini dell’applicazione delle aliquote IRPEF, che vanno dal 23% al 43%.

Conoscere scaglioni ed aliquote è fondamentale per effettuare il calcolo dell’IRPEF 2021 e di seguito forniamo ai nostri lettori una guida chiara ed aggiornata con tutte le istruzioni per capire come fare.

Scaglioni IRPEF 2021

  • 1° scaglione: contribuenti con reddito compreso tra 0 e 15 mila euro. L’aliquota IRPEF è pari al 23% e corrisponde, in caso di reddito pari 15.000 euro, ad una tassazione di 3.450 euro. Nulla è dovuto per i redditi fino ad 8.174,00 euro (no tax area);
  • 2° scaglione: reddito tra 15.001 e 28 mila euro. In questo caso l’aliquota IRPEF prevista per i contribuenti è del 27%;
  • 3° scaglione, riguarda i redditi compresi tra 28.001 e 55 mila euro. L’aliquota IRPEF è pari al 38%;
  • 4° scaglione: reddito da 55.001 a 75 mila euro. In questo caso l’aliquota IRPEF da corrispondere sulla parte eccedente la quota di 55 mila euro è pari al 41%.;
  • 5° scaglione: soggetti con reddito oltre i 75 mila euro, per i quali l’aliquota IRPEF applicata è del 43%.

L’IRPEF, imposta sul reddito delle persone fisiche, è disciplinata dal Testo unico del 22/12/1986 n. 917, il TUIR, che delinea chi la paga, su quali redditi, e secondo quali importi.

Si tratta quindi di un’imposta diretta, personale e progressiva:

  • l’IRPEF è un’imposta diretta perché si applica al reddito percepito;
  • è personale perché è dovuta da tutti i soggetti residenti nello Stato titolari di redditi propri;
  • è progressiva, in quanto cresce all’aumentare del reddito.

La progressività dell’IRPEF è garantita dal suo sistema per aliquote e scaglioni.

Aliquote IRPEF 2021 e guida al calcolo

Ecco la tabella riassuntiva con le aliquote e gli scaglioni IRPEF 2021:

Scaglioni IRPEF 2021Aliquota IRPEF 2021Imposta dovuta
fino a 15.000 euro 23% 23% del reddito
da 15.001 fino a 28.000 euro 27% 3.450,00 + 27% sul reddito che supera i 15.000,00 euro
da 28.001 fino a 55.000 euro 38% 6.960,00 + 38% sul reddito che supera i 28.000,00 euro
da 55.001 fino a 75.000 euro 41% 17.220,00 + 41% sul reddito che supera i 55.000,00 euro
oltre 75.000 euro 43% 25.420,00 + 43% sul reddito che supera i 75.000,00 euro

Non paga l’IRPEF chi percepisce redditi in no tax area, ovvero fino a 8.174 euro all’anno.

Una delle caratteristiche dell’IRPEF è la sua progressività.

In sede di calcolo dell’imposta dovuta, a partire dal secondo scaglione in poi le aliquote si applicano solo sulla parte di reddito che eccede quello dello scaglione precedente.

Calcolo IRPEF 2021: un esempio pratico

Facciamo un esempio pratico della procedura da seguire per il calcolo IRPEF sui redditi 2020:

un soggetto con reddito pari a 20.000 euro dovrà corrispondere un’imposta pari a 3.450 euro (23% di 15.000) più il 27% della parte eccedente i 15.000 euro cioè 1.350 euro (27% di 5.000).

IRPEF 2021, scaglioni e aliquote: procedura di calcolo step by step, ecco come procedere

Saper calcolare l’IRPEF è un passo fondamentale anche per saper leggere la busta paga e per calcolare lo stipendio netto partendo dal lordo.

I lettori che intendono cimentarsi nel calcolo, sulla base del proprio scaglione e dell’aliquota IRPEF 2021 di riferimento, dovranno seguire questa procedura:

  • determinare il reddito mensile, facendo concorrere alla sua formazione:
    • lo stipendio al netto dei contributi INPS a carico del lavoratore;
    • le indennità di trasferta;
    • la parte imponibile delle indennità e degli assegni vari (esclusi quelli per il nucleo familiare);
  • sottrarre dal reddito mensile così ottenuto gli oneri deducibili per ottenere l’imponibile fiscale;
  • applicare l’aliquota IRPEF prevista in base al proprio scaglione - si ottiene così l’IRPEF lorda;
  • sottrarre le detrazioni fiscali IRPEF per ottenere l’IRPEF netta.

Una volta compresi gli aspetti teorici possiamo passare alla pratica: per tutti i lettori interessati a quantificare l’imposta sul reddito delle persone fisiche dovuta sul proprio reddito è possibile fare riferimento al nostro tool per il calcolo IRPEF.

IRPEF 2021, nuovo bonus Renzi e taglio cuneo fiscale

La Legge di Bilancio 2021 ha confermato il bonus IRPEF in busta paga, l’ex bonus Renzi di 80 euro, sostituito a partire dal 1° luglio 2020 dal taglio al cuneo fiscale di importo variabile.

Il bonus Renzi è stato sostituito dal nuovo bonus di 100 euro netti al mese, riconosciuto ai lavoratori dipendenti fino al limite di 28.000 euro di reddito.

Per i titolari di redditi superiori a tale soglia viene invece riconosciuta una nuova detrazione fiscale:

  • da 28.001 euro a 35.000 euro parte da circa 97 euro, fino a ridursi progressivamente fino al limite di 80 euro;
  • superati i 35.000 euro di reddito e fino a 40.000 euro l’importo base di 80 euro si riduce progressivamente fino ad azzerarsi.
Importo bonus Renzi 2021Limite di reddito
100 euro fino a 28.000 euro
da 100 euro circa a 80 euro da 28.001 fino a 35.000 euro
decrescente da 35.001 fino a 40.000 euro

Riforma IRPEF 2021: verso la riduzione di aliquote e scaglioni?

L’IRPEF si appresta a cambiare forma, per effetto dell’avvio del piano di riforma fiscale.

La Legge di Bilancio 2021 ha istituto un apposito Fondo per l’avvio della riforma fiscale, e la revisione di aliquote e scaglioni dell’imposta sul reddito delle persone fisiche è uno dei progetti correlati al Recovery Plan.

Non è la prima volta che viene avanzata l’ipotesi di riduzione e modifica di aliquote e scaglioni, ma la necessità di attuare quanto previsto dal PNRR rende ora necessario intervenire e prevedere un sistema fiscale basato sull’equità e che garantisce la crescita.

Per quel che riguarda l’IRPEF, al centro del piano di riforma c’è la necessità di ridurre la terza aliquote del 38 per cento che, per i contribuenti con redditi superiori a 28.000 euro e fino a 55.000 euro, è ritenuta eccessivamente gravosa.

Basti pensare che dall’aliquota applicata al secondo scaglione IRPEF - pari al 27 per cento - a quella prevista dal terzo scaglione c’è un salto di 11 punti percentuali, fattore che finisce col disincentivare i contribuenti all’aumento del proprio reddito.

Come evidenziato da tutte le forze politiche in campo, rivedere la terza aliquota IRPEF è quindi una delle priorità della riforma fiscale.

In campo c’è poi l’ipotesi di “sfoltimento” delle tax expenditures, le agevolazioni fiscali, con il fine di semplificare il sistema e reperire risorse utili per un più ampio piano di riduzione delle imposte sui redditi.

Il piano è però ancora tutto in definire. Informazione Fiscale seguirà l’iter che porterà, a partire dalla Legge di Bilancio 2022, alla tanto attesa ed auspicata riforma dell’IRPEF.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network