Reddito di emergenza 2021, come fare domanda INPS entro la scadenza del 31 maggio

Eleonora Capizzi - Leggi e prassi

Si avvicina la scadenza per la domanda per il reddito di emergenza per le mensilità di marzo, aprile e maggio 2021: l'ultima proroga ha spostato il termine, originariamente fissato al 30 aprile, al 31 maggio. Di seguito riepiloghiamo passo per passo le istruzioni per inoltrare l'istanza all'INPS.

Reddito di emergenza 2021, come fare domanda INPS entro la scadenza del 31 maggio

Ancora pochissimi giorni per presentare la domanda reddito di emergenza per le mensilità di marzo, aprile e maggio 2021: la scadenza è infatti fissata al 31 maggio.

Si ricorda che c’è stata una proroga, comunicata dall’INPS, con l’avviso pubblicato nel pomeriggio dello scorso 26 aprile, che ha spostato in avanti il termine ordinario per l’invio della domanda originariamente fissato al 30 aprile.

C’è quindi meno di una settimana di tempo per presentare domanda REM per le tre mensilità previste dal Decreto Sostegni.

La procedura telematica è disponibile all’interno del portale MyINPS e, di seguito, vediamo passo per passo come fare.

Reddito di emergenza 2021: come fare domanda INPS

Reddito di emergenza 2021, domanda in scadenza al 31 maggio per fare domanda INPS

Il termine utile per le famiglie e i disoccupati che vogliono richiedere la misura di supporto al reddito prevista dal Decreto Sostegni è vicino.

La precedente scadenza del 30 aprile è stata già spostata una volta al 31 maggio 2021 e, a quanto pare, non ci saranno nuove proroghe.

Lo slittamento dei termini era stato annunciato dall’INPS con il comunicato del 26 aprile 2021 con cui aveva dato seguito all’autorizzazione di proroga del Ministero del Lavoro.

INPS - comunicato del 26 aprile 2021
Scarica il comunicato su Reddito di Emergenza Prorogato al 31 maggio il termine di presentazione delle domande

La nuova deadline era stata disposta in favore di tutti i potenziali beneficiari che, con l’originaria scadenza e il rilascio della procedura solo il 7 aprile, avrebbero avuto meno di un mese per richiedere l’assegno il cui importo varia da un minimo di 400 ad un massimo di 840 euro.

Sono ricompresi nella platea di destinatari i nuclei familiari in condizione di necessità economica, in possesso cumulativamente dei determinati requisiti, oltre ai nuovi ex percettori di NASpI e DisColl inclusi dal Decreto Sostegni.

Ma attenzione, la scadenza e la procedura INPS descritta si riferisce alle mensilità di marzo, aprile e maggio e non alle ulteriori quattro quote di giugno, luglio, agosto e settembre contemplate dal Decreto Sostegni bis di cui si attende la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Per ottenere l’assegno relativo ai quattro mesi estivi, infatti, bisognerà attendere l’ufficialità del provvedimento emergenziale e le successive istruzioni INPS.

Si ricorda che si può fare domanda di reddito di emergenza direttamente, accedendo al sito INPS, ovvero tramite Patronati.

Forniamo quindi di seguito una guida passo per passo per fare domanda per il reddito di emergenza 2021, dall’accesso al sito INPS fino alle istruzioni per la compilazione e l’invio.

Domanda reddito di emergenza 2021: l’accesso a MyINPS e il modulo da compilare

Per presentare domanda di accesso al reddito di emergenza per marzo, aprile e maggio 2021 è necessario accedere al servizio online dell’INPS inserendo le proprie credenziali:

  • SPID, identità digitale;
  • CIE, Carta d’Identità Elettronica;
  • CNS, Carta Nazionale dei Servizi;
  • Credenziali MyINPS (Codice Fiscale e PIN). Si ricorda che dal 1° ottobre 2020 non è più possibile ottenere nuovi PIN.

Per rimanere sempre aggiornati sulle ultime novità fiscali e del lavoro è possibile iscriversi gratuitamente al canale YouTube di Informazione Fiscale:


Iscriviti al nostro canale

Una volta entrati nel portale MyINPS sarà necessario digitare nella barra di ricerca in alto “reddito di emergenza”, ed accedere all’applicativo dedicato all’inserimento della domanda.

Nel menu di sinistra si dovrà quindi valorizzare il campo “GESTIONE DOMANDA” e, nella tendina che si aprirà, cliccare su “Acquisizione”.

La schermata evidenzierà quindi la data di presentazione della domanda di REM. Per procedere alla compilazione bisogna cliccare sul pulsante “continua”.

Si aprirà quindi una pagina in cui sarà presente il modulo da compilare, suddiviso nelle tre seguenti schede:

  • Dati richiedente e tutore”, corrispondente alla parte dell’anagrafica del tutore, qualora presente, e del richiedente (QUADRO A del modulo);
  • Dichiarazione possesso requisiti e modalità di pagamento”, dove bisognerà valorizzare i campi riferiti a:
    • autocertificazione del possesso dei requisiti;
    • dichiarazione di eventuali componenti del nucleo in stato detentivo o istituti di lunga degenza;
    • scelta del metodo di pagamento (QUADRO B del modulo);
  • Sottoscrizione dichiarazione” (QUADRO C del modulo).

Per la compilazione della domanda è necessario inserire i dati in ogni singola scheda, spostandosi tra di esse cliccando i pulsanti “Precedente” / “Continua...” che si trovano in alto a destra dello schermo.

Il pulsante “Salva in bozza” consente di terminare in qualsiasi momento la compilazione della scheda e di salvarla in modalità “Bozza”. Così la domanda del reddito di emergenza potrà essere oggetto di integrazioni o modifiche in un momento successivo.

Si specifica però che finché non sarà completata, la domanda non sarà oggetto di elaborazione ai fini della verifica dei requisiti.

Cliccare sul pulsante “Esci” consente di interrompere l’operazione e tornare alla pagina principale.

Domanda reddito di emergenza 2021: dati richiedente e tutore (QUADRO A)

In fase di compilazione del quadro A è necessario inserire i dati identificativi della domanda, ossia:

  • Codice fiscale del richiedente;
  • tipo di delega (solo per gli Enti intermediari);

Questi dati rimarranno visibili anche durante la compilazione degli altri quadri.

Se viene indicata la delega del tutore legale è necessario indicare poi i dati del tutore nella seconda parte della prima scheda.

Per richiedente si intende il soggetto per cui viene presentata la domanda, mentre per tutore si intende l’eventuale tutore legale che presenta la domanda nell’interesse del soggetto impedito o in nome e per conto del soggetto incapace.

All’interno della scheda bisognerà inserire i seguenti dati:

  • Le generalità anagrafiche del richiedente. Si ricorda che:
    • Il dichiarante in assenza di tutore deve avere compiuto i 18 anni di età alla data di presentazione domanda;
  • il richiedente deve avere compiuto i 10 anni di età alla data di presentazione domanda se presente un tutore.
  • I dati relativi alla cittadinanza ed alla residenza;
  • la compilazione dei dati relativi ai recapiti per le comunicazioni, quali:
    • domicilio;
    • telefono cellulare;
    • email.

Qualora venga indicato l’indirizzo di domicilio (da inserire solo se diverso dalla residenza) è necessario indicare anche il comune ed il cap rispettivi. È obbligatorio, comunque, indicare almeno uno dei due tra indirizzo email e numero di telefono cellulare.

Nella scheda, qualora presente, si dovranno inserire gli analoghi dati del tutore.

Sono evidenziati con l’asterisco (*) i campi obbligatori: la mancata compilazione di tale campi impedisce il passaggio alla scheda successiva.

Domanda REM 2021: dichiarazione di responsabilità relativa al possesso dei requisiti di legge e modalità di pagamento (Quadro B)

Una volta cliccato su “continua”, il sistema verificherà che tutti i campi obbligatori siano stati compilati. In caso affermativo ci si troverà nella seconda schermata, il quadro B.

In tale scheda sono presenti i seguenti campi da valorizzare:

  • Autocertificazione del possesso dei requisiti di legge. È obbligatoria la selezione;
  • I dati relativi alla presenza o meno, all’interno del nucleo familiare, di componenti detenuti o in degenza presso strutture pubbliche. In caso di selezione è obbligatorio indicare il numero di componenti interessati dalla condizione descritta nel rispettivo check, differenziando tra maggiorenni e minorenni;
  • Si ricorda che per questa nuova domanda è stata inserita la nuovo check per gli ex percettori di NASpI e DisColl a cui è stata riconosciuta, con il Decreto Sostegni, la misura base del REM;
  • La scelta della modalità di pagamento della misura. È obbligatoria la selezione della modalità di pagamento con l’inserimento, cliccando su “libretto postale” o “bonifico bancario/postale”, dell’IBAN.

Domanda INPS reddito di emergenza 2021: sottoscrizione dichiarazione (QUADRO C)

Una volta terminata la compilazione anche della seconda scheda, qualora siano stati valorizzati tutti i campi, si passa alla terza, il quadro C.

In tale scheda è obbligatorio selezionare l’unico check presente, corrispondente alla sottoscrizione di dichiarazione della domanda.

Confermata l’operazione, l’applicazione effettua dei controlli sulla selezione dei check. Comparirà quindi una finestra. Se viene selezionato “OK” la domanda viene acquisita dal sistema in modalità “Completata”.

Qualora la richiesta di salvataggio della domanda vada a buon fine si ottiene il messaggio sopra indicato.

È quindi possibile effettuare il download in formato pdf e/o excel dei dati inseriti per la domanda in questione. Il sistema fornisce inoltre il protocollo identificativo associato alla domanda.

Per qualsiasi ulteriore dettaglio si rimanda al manuale per presentare domanda fornito dalla stessa INPS.

INPS - manuale REM 2021
Scarica il manuale per fare domanda di REM 2021

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network