Bonus e agevolazioni 2021, l’elenco di quelli disponibili e come fare richiesta

Eleonora Capizzi - Leggi e prassi

Bonus e agevolazioni 2021: quali sono ancora disponibili? Come fare domanda per ottenerli? A fare chiarezza è il Dottor Francesco Oliva, Direttore Responsabile di Informazione Fiscale, durante l'intervento del 9 settembre a Radio Kiss Kiss.

Bonus e agevolazioni 2021, l'elenco di quelli disponibili e come fare richiesta

Bonus e agevolazioni 2021, quali sono ancora disponibili e come si richiedono?

Ne ha parlato il Dottor Francesco Oliva, Direttore Responsabile di Informazione Fiscale in occasione dell’intervento questa mattina, 9 settembre 2021, ai microfoni di Radio Kiss Kiss

Nel 2021 sono stati introdotti una pioggia di bonus e agevolazioni, alcuni per supportare aziende e cittadini in difficoltà a causa della pandemia, come il Bonus vacanze 2021, altri per accompagnare il passaggio ad apparecchi più moderni, come il Bonus rottamazione TV, o più ecologici, come l’Ecobonus auto.

Un labirinto di agevolazioni dentro cui è molto facile perdersi, tra contributi diretti, detrazioni e sconti, oltre ai diversi requisiti di accesso che cambiano caso per caso.

Bonus e agevolazioni 2021, l’elenco di quelli disponibili e come fare richiesta

Sono molti i bonus destinati ai cittadini nel 2021, sui quali ha fatto il punto il Direttore di Informazione Fiscale , il Dottor Francesco Oliva, nell’intervento a Good Morning Kiss Kiss.

Alcuni sono ora disponibili, altri sono “congelati” per mancanza di risorse o in attesa dei provvedimenti attuativi, altri ancora sono proprio scaduti.

Facciamo quindi chiarezza su quali sono i Bonus 2021 attualmente accessibili e sulle istruzioni per ottenerli.

Bonus e agevolazioni 2021, l’elenco di quelli disponibili e che è possibile richiedere

  • Bonus vacanze: credito di imposta da 150 a 500 euro da spendere entro la scadenza del 31 dicembre 2021. È contributo economico rivolto alle famiglie che trascorrono le vacanze in Italia e può essere utilizzato entro la fine dell’anno, purché il bonus sia stato richiesto entro il 31 dicembre 2020. Il bonus è applicato come sconto sul servizio reso e può essere speso presso alberghi, agriturismi e bed & breakfast oppure presso agenzie di viaggi e tour operator, anche per l’acquisto di pacchetti turistici.
  • Bonus terme: sconto totale del servizio prestato, per un massimo di 200 euro, da spendere presso i servizi termali convenzionati. Il cittadino non dovrà fare nulla per richiederlo, ma dovrà semplicemente prenotarsi presso una struttura aderente. Sarà la struttura termale a doversi registrare sul sito di Invitalia (Agenzia nazionale per lo sviluppo di Impresa) quando verrà aperta la procedura, inserendo di volta in volta le richieste di prenotazione da parte degli utenti. Ad oggi il bonus non è ancora attivo.
  • Bonus rottamazione TV, diverso dal Bonus TV del 2019, permette dal 23 agosto di ottenere uno sconto del 20 per cento, fino a 100 euro e senza limiti ISEE. Si rivolge a chi vuole comprare un nuovo televisore e rottamare quello vecchio:
    • andando presso un rivenditore aderente dove acquistare il nuovo dispositivo, con il vecchio televisore da rottamare e il modulo apposito;
    • recandosi in un’isola ecologica con il vecchio televisore. Qui vi verrà rilasciato il modulo con cui recarsi in negozio per l’acquisto del nuovo TV.
  • Bonus pc e tablet fino a 500 euro che può essere richiesto dalle famiglie con ISEE fino a 20.000 euro, con almeno un componente iscritto a scuola o all’università. Il bonus può essere richiesto tramite un operatore telefonico aderente all’iniziativa che offra in comodato d’uso il dispositivo e che applicherà lo sconto sul canone o, in alternativa, sul costo di attivazione della linea telefonica.
  • Bonus occhiali: lo sconto di 50 euro una tantum che viene applicato direttamente al momento del pagamento di occhiali da vista o lenti a contatto correttive per acquisti effettuati dal 2021 al 2023. È concesso a chi ha un ISEE pari o inferiore ai 10.000 euro e potrà essere richiesto attraverso il sito del Governo. L’agevolazione, introdotta dalla Legge di Bilancio 2021, non è ancora operativa.
  • Ecobonus auto: sono vari i contributi economici introdotti per chi acquista veicoli a ridotte emissioni, non solo elettrici o ibridi ma anche Euro 6. Lo sconto va da 1.500 a di 6.000 euro a fronte dell’acquisto di un veicolo a basse emissioni e spetta, secondo importi differenziati, con o senza rottamazione. Per chiederlo l’utente non deve fare nulla, sono i concessionari aderenti che si prenotano sul sito del MISE e concedono il bonus sul prezzo d’acquisto o di leasing del veicolo.
  • Bonus mobili: è stata confermata la detrazione del 50 per cento per l’arredo di immobili ristrutturati che, per le spese sostenute nel 2021, spetta fino ad un massimo di 16.000 euro di spesa. L’agevolazione si ottiene con la compilazione della dichiarazione dei redditi.
  • Bonus veterinario: sale da 500 a 550 euro il limite delle spese ammesse in detrazione fiscale al 19 per cento. Anche in tal caso, l’agevolazione si ottiene con la presentazione del modello 730, ed è fondamentale aver pagato le spese con mezzi tracciabili (bancomat, carta di credito, bonifico).
  • Bonus risparmio idrico: un contributo di 1.000 euro per la sostituzione di rubinetteria e sanitari. Le modalità per richiederlo non sono ancora state definite e si rimane in attesa del decreto attuativo (era atteso entro il mese di marzo).
  • Bonus filtraggio acqua o bonus acqua potabile: un credito d’imposta del 50 per cento delle spese sostenute tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2022 per l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio. Per ottenere il bonus è necessario avere la fattura elettronica o un documento commerciale in cui sia presente il codice fiscale del soggetto che richiede il credito. L’ammontare delle spese agevolabili va comunicato all’Agenzia delle Entrate nel periodo dal 1° al 28 febbraio dell’anno successivo a quello di sostenimento del costo, inviando un’apposita comunicazione mediante il modello disponibile online. Il credito si usa in compensazione mediante F24 o può essere indicato in dichiarazione dei redditi.
  • ISCRO (Indennità Straordinaria di Continuità Reddituale e Operativa): l’indennità destinata ad autonomi e professionisti operativa dal 2021 al 2023. Riconosciuta, per un importo da 250 agli 800 euro, per sei mensilità a fronte di apposita domanda telematica presentata all’INPS entro la scadenza del 31 ottobre 2021.
  • Esonero contributi partite IVA: lo sgravio riconosciuto fino a 3.000 euro ai lavoratori autonomi e ai professionisti, anche iscritti a Casse di previdenza di categoria, nel caso di riduzione di fatturato o corrispettivi nel 2020 pari almeno al 33 per cento rispetto all’anno precedente, e a patto di non superare i 50.000 euro di reddito per il 2019. La scadenza per fare domanda è fissata al 30 settembre 2021.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network