Bonus PC ed internet per famiglie con ISEE basso: il decreto MISE spiega come funziona

Anna Maria D’Andrea - Leggi e prassi

Bonus PC ed internet vanno di pari passo: a spiegare come funziona è il decreto attuativo sul voucher per le famiglie con ISEE basso, pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 1° ottobre 2020.

Bonus PC ed internet per famiglie con ISEE basso: il decreto MISE spiega come funziona

Bonus PC ed internet, il decreto MISE per il piano voucher rivolto alle famiglie con ISEE fino a 20.000 euro è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 1° ottobre 2020.

Prende via via forma il bonus previsto per l’accesso a connessioni internet a banda ultra larga e per la fornitura di PC o tablet.

L’importo massimo dello sconto riconosciuto ammonta a 500 euro, somma cumulativa dell’agevolazione prevista per i canoni di connessione ad internet e per il tablet o il computer.

Chi potrà richiederlo? Il bonus MISE, che sarà gestito da Infratel, è rivolto alle famiglie che non sono titolari di contratto di connettività internet, o in caso di detenzione di contratto internet a banda larga di base, inferiore a 30Mbit/s in download.

Non bisognerà presentare domanda. O meglio, il beneficiario dovrà richiedere di accedere all’agevolazione direttamente al gestore del servizio, che successivamente comunicherà ad Infratel i dati del richiedente ai fini dell’applicazione dello sconto.

Bonus PC ed internet, c’è il decreto sul voucher per le famiglie con ISEE basso: ecco come funziona

Il decreto del MISE pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 1° ottobre 2020 svela le carte sulle modalità di accesso al bonus PC ed internet.

Le attività per la messa a punto del portale per l’avvio del piano voucher sono affidate ad Infratel Italia SPA, alla quale vengono attribuiti anche i poteri di verifica sugli operatori di servizi di connettività.

Saranno questi a doversi iscrivere ad un’apposito Elenco, passo fondamentale per entrare tra i soggetti erogatori di servizi di connessione internet e per la fornitura di pc o tablet.

Il portale Infratel raccoglierà le offerte commerciali degli operatori iscritti. Tali proposte dovranno essere le stesse o migliori - sotto il profilo della durata - dei servizi e dei prezzi offerti alla generalità degli utenti.

Non dovranno essere previsti vincoli contrattuali sul recesso dal servizio allo scadere del termine per l’applicazione del bonus PC ed internet, pari a 12 mesi. Potranno invece essere proposte offerte di rinnovo, sempre con obbligo di comunicazione alla società Infratel.

Abbinato all’offerta di connessione internet dovrà esservi inoltre un tablet o computer, che non potrà essere concesso senza attivazione della connessione a banda ultra larga.

Sono questi alcuni dei punti centrali del piano voucher per PC ed internet rivolto alle famiglie con valore ISEE fino a 20.000 euro. Per l’accesso allo sconto cumulativo di 500 euro, sarà quindi il gestore del servizio a dover presentare domanda. Il cliente dovrà rivolgersi a questi per stipulare il contratto agevolato.

Piano voucher sulle famiglie a basso reddito - Gazzetta Ufficiale 1° ottobre 2020
Scarica il testo del decreto del MISE sul bonus PC ed internet per le famiglie con ISEE fino a 20.000 euro

Bonus PC ed internet, domanda direttamente al gestore del servizio

Il contribuente che intende accedere al bonus PC ed internet si interfaccerà direttamente con il gestore del servizio.

Bisognerà presentare apposita richiesta, corredata da una copia del proprio documento di identità e di una dichiarazione sostitutiva, attestante il possesso del requisito dell’ISEE fino a 20.000 euro e che nessun altro componente del nucleo familiare ha già richiesto il contributo.

Gli operatori registrati sul portale Infratel gestiranno le richieste di accesso al voucher da 500 euro.

Il compito di comunicare la domanda d’accesso da parte del contribuente spetterà all’operatore, che per ogni richiesta di bonus PC ed internet ricevuta, dovrà inserire sul portale Infratel:

  • il codice fiscale e gli estremi del documento d’identità del beneficiario;
  • la dichiarazione relativa al valore dell’ISEE del proprio nucleo di appartenenza;
  • il codice identificativo dell’offerta cui il beneficiario intende aderire;
  • le caratteristiche tecniche del tablet o del personal computer incluso nell’offerta;
  • copia del contratto stipulato con il beneficiario.

Una volta attivato il servizio di connessione internet, sarà inoltre necessario - sempre a carico dell’operatore - trasmettere il verbale di consegna firmato dal beneficiario, dal quale dovrà emergere l’attivazione del servizio e l’avvenuta consegna del tablet o del PC.

Lo sconto verrà applicato quindi direttamente dall’operatore, che riceverà entro 60 giorni dal ricevimento della documentazione di cui sopra, una somma pari al 95% del contributo spettante a ciascun beneficiario.

Un 5% sarà trattenuto a garanzia del corretto svolgimento delle attività di erogazione del servizio, e verrà restituita entro il termine del periodo di vigenza del Piano voucher, legato alla disponibilità di risorse residue.

Le istruzioni operative per l’accesso al bonus pc ed internet, così come il manuale operativo per gli adempimenti richiesti agli operatori, verranno pubblicati entro il 31 ottobre 2020, 30 giorni dopo l’emanazione del decreto attuativo.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network