Agevolazioni agricoltura 2020 in Legge di Bilancio: esenzioni, bonus, fondi

Rosy D’Elia - Incentivi alle imprese

Agevolazioni agricoltura 2020: nel Disegno di Legge di Bilancio 600 milioni a sostegno del settore. Dall'esenzione Irpef per i redditi dominicali e agrari anche per il prossimo anno al bonus donne in campo: tutte le misure inserite nel testo.

Agevolazioni agricoltura 2020 in Legge di Bilancio: esenzioni, bonus, fondi

Agevolazioni agricoltura 2020: nel Disegno di Legge di Bilancio un pacchetto di misure per sostenere con novità, o strumenti già utilizzati, chi opera nel settore agricolo.

Dall’esenzione Irpef dei redditi dominicali e agrari relativi ai terreni dichiarati da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola anche per il prossimo anno al bonus donne in campo: tutte le agevolazioni previste.

“La manovra porta 600 milioni di euro aggiuntivi per l’agricoltura. Nella condizione di difficoltà economica che attraversa il paese io credo che questo sia un segnale di grande interesse per il settore”.

Ha affermato Teresa Bellanova, ministra delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.

Agevolazioni agricoltura 2020 in Legge di Bilancio: esenzione Irpef confermata

In primo luogo, la Legge di Bilancio 2020 con l’articolo 21 prevede l’azzeramento dell’Irpef agricola anche per il prossimo anno.

Come per il triennio 2017-2019, per l’anno d’imposta 2020 i redditi dominicali e agrari relativi a terreni dichiarati dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali, iscritti nella previdenza agricola, non concorrono alla formazione della base imponibile Irpef e delle relative addizionali.

Dal 2021, invece, concorreranno alla formazione della base imponibile dell’imposta sul reddito delle persone fisiche soltanto per il 50%.

Si tratta di una misura destinata agli imprenditori agricoli, ovvero a chi è in possesso di competenze e conoscenze professionali relative al settore, si dedica alle attività agricole almeno per il 50% del tempo di lavoro complessivo, da cui ricava almeno il 50% del proprio reddito globale.

Rientrano nel campo di applicazione dell’esenzione Irpef dei redditi dominicali e agrari anche società di persone, di capitali e cooperative.

Agevolazioni agricoltura 2020: esonero contributivo imprenditori agricoli fino a 40 anni

La legge di Bilancio, oltre a confermare l’agevolazione per chi opera nel settore agricoltura, intende favorire anche i nuovi ingressi.

I coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli, con età inferiore ai 40 anni, nuovi iscritti nella previdenza agricola nell’arco del 2020, ferma restando l’aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche, possono beneficiare dell’esonero dal versamento del 100% dell’accredito contributivo presso l’assicurazione generale obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia ed i superstiti per un periodo massimo di 24 mesi.

A stabilirlo è l’articolo 60, comma 1, del DDL Bilancio. Nelle schede di lettura che accompagnano il testo presentato in Senato a inizio novembre si legge:

“L’esonero non è cumulabile con altri esoneri o riduzioni delle aliquote di finanziamento previsti dalla normativa vigente. [...] Le disposizioni in esame si applicano nei limiti previsti dai regolamenti (UE) n. 1407/2013 e n. 1408/2013, relativi all’applicazione degli articoli 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea agli aiuti de minimis”.

Agevolazioni agricoltura 2020, bonus donne in campo: mutui fino a 300.000 euro

Lo stesso articolo 60 del DDL Bilancio contiene un altro strumento per favorire il settore dell’agricoltura: il cosiddetto bonus donne in campo che concede mutui a tasso zero per le imprenditrici agricole che mettono in atto iniziative finalizzate allo sviluppo o al consolidamento delle aziende del settore.

300.000 euro è il limite massimo dell’aiuto economico concesso e 15 anni è la durata massima comprensiva del periodo di preammortamento, nel rispetto della normativa in materia di aiuti di Stato per il settore agricolo e per quello della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli.

Per il 2020, nell’attuale testo della Legge di Bilancio, sono stati stanziati 15 milioni di euro.

A stabilire criteri e modalità con cui le imprenditrici agricole possono accedere al bonus donne in campo che prevede la concessione dei mutui a tasso zero sarà un decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali adottato di intesa con la Conferenza Stato-Regioni entro 60 giorni dall’entrata in vigore.

Agevolazioni agricoltura 2020, Fondo per la competitività delle filiere agricole

Infine, sempre l’articolo 60 istituisce il Fondo per la competitività delle filiere agricole.

15 milioni di euro per il 2020 e 14,5 milioni di euro per il 2021 sono le risorse stanziate per sostenere lo sviluppo e gli investimenti delle filiere.

Anche in questo caso, non sono ancora definiti criteri e modalità per ripartire il fondo, ma saranno indicati con un decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, di natura non regolamentare, di concerto con la Conferenza Stato Regioni, entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore della legge.

Agevolazioni agricoltura 2020 in Legge di Bilancio: le altre novità

Inoltre, il Disegno di Legge di Bilancio prevede anche un sostegno per gli imprenditori agricoli colpiti dall’emergenza della cimice asiatica.

In particolare l’articolo 59 concede a chi opera nei territori che hanno subito danni la possibilità di beneficiare degli interventi compensativi finanziati dal Fondo di solidarietà nazionale-interventi indennizzatori. A questo proposito si prevede un incremento del Fondo per i prossimi tre anni pari a:

  • 40 milioni di euro per il 2020;
  • 20 milioni di euro per il 2021;
  • 20 milioni di euro per il 2022.

Infine, occorre segnalare che anche una parte del piano straordinario per la promozione del Made in Italy è destinata al settore dell’agricoltura.

E secondo quanto si legge nel comunicato congiunto di Cia Agricoltori, Confagricoltura e Copagri del 13 novembre, c’è apertura da parte del ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli sulla possibilità di estendere la platea dei beneficiari del super e iper ammortamento alle imprese che godono del regime forfettario.

Nel testo si legge:

“Questa apertura sembrerebbe includere tutte le imprese agricole, e accoglierebbe di fatto quanto abbiamo richiesto apertamente da tempo e ribadito di recente in sede di audizione in Senato sulla legge di bilancio”.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it