Agevolazioni agricoltura 2020, esonero contributivo per imprenditori under 40

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Agevolazioni agricoltura 2020, esonero contributivo totale per imprenditori e coltivatori diretti under 40. L'agevolazione si applica alle nuove iscrizioni nella previdenza e ha una durata massima di 24 mesi. La novità inserita nell'ultima Legge di Bilancio.

Agevolazioni agricoltura 2020, esonero contributivo per imprenditori under 40

Agevolazioni agricoltura 2020, tra le novità inserite in Legge di Bilancio anche il ritorno di un esonero contributivo per imprenditori del settore e coltivatori diretti under 40, pari al 100 per cento della somma da versare presso l’assicurazione generale obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia ed i superstiti.

Il beneficio si applica ai soggetti nuovi iscritti nella previdenza agricola. Lo sgravio contributivo ha l’ambizione di agire su due fronti: favorire l’imprenditoria giovanile e incentivare l’ingresso nel settore dell’agricoltura.

Agevolazioni agricoltura 2020, esonero contributivo per imprenditori under 40

A stabilire l’agevolazione è la Legge di Bilancio 2020, in particolare all’articolo 1, comma 503, si legge:

“Al fine di promuovere l’imprenditoria in agricoltura, ai coltivatori diretti e agli imprenditori agricoli professionali di cui all’articolo 1 del decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 99, con età inferiore a quarant’anni, con riferimento alle nuove iscrizioni nella previdenza agricola effettuate tra il 1° gennaio 2020 e il 31 dicembre 2020, è riconosciuto, ferma restando l’aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche, per un periodo massimo di ventiquattro mesi, l’esonero dal versamento del 100 per cento dell’accredito contributivo presso l’assicurazione generale obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia ed i superstiti”.

Le condizioni per accedere all’esonero sono le seguenti:

  • essere coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali;
  • avere un’età inferiore ai 40 anni;
  • effettuare una nuova iscrizione alla previdenza agricola tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2020.

Secondo quanto stabilito dall’articolo 1 del decreto legislativo numero 99 del 2004, si definiscono imprenditori agricoli professionali i soggetti che, in possesso di conoscenze e competenze in linea con il regolamento (CE) n. 1257/1999, dedicano almeno la metà del tempo di lavoro complessivo alle attività agricole e ricavano almeno il 50% del reddito globale da lavoro, direttamente o in qualità di soci di società.

Agevolazioni agricoltura 2020, esonero contributivo per imprenditori under 40: ritorna il bonus agricoltori

Introdotto nel 2017 e confermato nel 2018, il bonus agricoltori è un ritorno. Nella versione originaria però appariva più ampio, con una durata di 36 mesi più altri 24 in una percentuale gradualmente ridotta.

Dopo un anno di stop, viene riproposto tra le novità della Legge di Bilancio 2020 in forma ristretta: si esaurisce totalmente in 24 mesi.

Il beneficio previsto per i nuovi ingressi nel settore dell’agricoltura nel 2020 non è cumulabile con altri esoneri o riduzioni delle aliquote di finanziamento previsti dalla normativa in vigore.

Le agevolazioni sono accessibili nei limiti previsti dai regolamenti (UE) n. 1407/2013 e n. 1408/2013, relativi all’applicazione degli articoli 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea agli aiuti de minimis.

Il testo che lo reintroduce sottolinea anche il ruolo dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale:

“L’INPS provvede, con le risorse umane, strumentali e finanziarie disponibili a legislazione vigente, al monitoraggio del numero di nuove iscrizioni effettuate e delle conseguenti minori entrate contributive, inviando relazioni mensili al Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, al Ministero dello sviluppo economico, al Ministero del lavoro e delle politiche sociali e al Ministero dell’economia e delle finanze”.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it