Irap, scadenza acconto 2019: istruzioni e codice tributo F24

Scadenza acconto Irap 2019, istruzioni per il calcolo e per il versamento con modello F24 e codice tributo di riferimento. Tutte le regole e novità, alla luce della riduzione degli acconti al 90% per i soggetti ISA.

Irap, scadenza acconto 2019: istruzioni e codice tributo F24

Scadenza acconto Irap 2019: si avvicina il termine di pagamento della seconda o unica rata dovuta dai titolari di partita IVA.

La scadenza è fissata al 2 dicembre, stesso termine che interesserà la generalità delle imposte sui redditi. Di seguito riepiloghiamo le istruzioni per il calcolo del secondo acconto Irap, e per il versamento con modello F24 utilizzando il codice tributo istituito dall’Agenzia delle Entrate.

Dopo la proroga al 30 settembre, c’è una seconda novità che interessa i soggetti ISA e che si applicherà in sede di versamento del secondo o unico acconto Irap 2019. Il Decreto Fiscale n. 124/2019 ha ridotto l’acconto delle imposte sui redditi al 90% per l’anno in corso.

La novità comporta la necessità di effettuare un nuovo calcolo dell’acconto Irap dovuto entro la scadenza del 2 dicembre 2019 non solo per i soggetti obbligati a compilare gli ISA, ma anche per minimi e forfettari qualora esercitino attività per le quali sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità fiscale.

A fronte delle novità, approfondiamo le istruzioni e le regole per il versamento dell’acconto Irap.

Anche per l’Irap così come per Irpef, Ires ed altre imposte collegate alla dichiarazione dei redditi il versamento del saldo 2018 e dell’acconto 2019 deve essere effettuato con il modello F24, indicando all’interno il codice tributo relativo alla specifica fattispecie.

In merito al calcolo Irap 2019 sarà necessario seguire le stesse regole già analizzate nel caso dell’Irpef e dell’Ires:

  • il metodo storico prevede il calcolo dell’imposta da pagare semplicemente avendo come riferimento quanto pagato nel periodo d’imposta precedente;
  • il metodo previsionale, invece, prevede il calcolo degli acconti Irpef sulla base di quanto si prevede di conseguire come reddito nell’anno in corso.

Analizziamo di seguito le istruzioni nel dettaglio relative al versamento di saldo ed acconto Irap 2019.

Scadenza saldo e acconto Irap 2019: istruzioni e calcolo

La scadenza per pagare l’acconto Irap 2019 è fissata al 2 dicembre. Il termine ordinario del 30 novembre cade di sabato, e pertanto si avranno due giorni di tempo in più per eseguire il versamento.

Il versamento dell’acconto Irap 2019 è obbligatorio nei seguenti casi:

  • importo del rigo IR21 superiore ad euro 51,65 per le persone fisiche;
  • importo del rigo IR21 superiore ad euro 20,66 per i soggetti IRES.

Le regole generali da seguire sono le stesse previste per Irpef e Ires.

Il saldo e l’eventuale prima rata di acconto devono essere versati entro il 30 giugno (1° luglio nel 2019) dell’anno in cui si presenta la dichiarazione, oppure entro i successivi 30 giorni pagando una maggiorazione dello 0,40%.

La scadenza per l’eventuale seconda o unica rata di acconto è invece il 30 novembre.

Scadenza acconto Irap 2019 per i soggetti Irpef: chi paga

L’acconto Irap è dovuto se l’imposta dichiarata in quell’anno (riferita, quindi, all’anno precedente), al netto delle detrazioni, dei crediti d’imposta, delle ritenute e delle eccedenze, è superiore a 51,65 euro.

L’acconto è pari al 100% dell’imposta dichiarata nell’anno e deve essere versato in una o due rate, a seconda dell’importo:

  • unico versamento, entro il 30 novembre, se l’acconto è inferiore a 257,52 euro
  • due rate, se l’acconto è pari o superiore a 257,52 euro; la prima pari al 40% entro il 1° luglio (insieme al saldo), la seconda – il restante 60% - entro il 30 novembre.

Come anticipato in precedenza, l’acconto è stato ridotto al 90% per i soggetti che esercitano attività per le quali sono stati approvati gli ISA. Secondo quanto previsto dall’articolo 58 del Decreto Legge n. 124/2019:

  • chi ha già pagato la prima rata di acconto del 40%, dovrà versare il restante 50% entro il 2 dicembre 2019;
  • chi paga l’acconto in un’unica soluzione, dovrà versare il 90% dell’importo calcolato.

Scadenza acconto Irap 2019 per i soggetti Ires

Per i soggetti Ires, invece, non sono dovuti acconti Irap qualora il debito risultante dalla dichiarazione sia inferiore a 20,66 euro. In caso di debito superiore a 20,66 euro l’acconto è dovuto.

Attenzione però, perché in caso di primo acconto inferiore a 103 euro, l’acconto totale potrà essere versato in un’unica soluzione entro il 30 novembre.

Nel caso, invece, di primo acconto Irap 2019 superiore o uguale ad euro 103 gli acconti dovranno essere versati in due rate:

  • primo acconto Irap 2019 pari al 40% del saldo entro la stessa scadenza del saldo relativo all’anno precedente;
  • secondo acconto Irap 2019 pari al 60% del saldo entro il prossimo 30 novembre 2019.

Anche ai soggetti Ires per i quali sono stati approvati gli ISA si applicano le stesse regole e novità illustrate sopra: per effetto del DL Fiscale 2020, l’acconto è ridotto al 90%, e la seconda rata del 2 dicembre dovrà essere pagata al 50% in luogo del 60%.

Ricordiamo che la riduzione degli acconti è una novità prevista solo per il 2019. Dal 2020, le due rate di giugno e novembre saranno dovute al 50% (non più al 40% e 60%).

Scadenza a rateizzazione saldo e acconto Irap 2019: le novità dopo la proroga

L’Irap così come tutte le imposte derivanti dalla dichiarazione dei redditi 2019, può essere rateizzata, solo per il saldo ed il primo acconto.

Per il versamento del saldo d’imposta e di prima rata di acconto Irap è ammessa la rateizzazione fino ad un massimo di 6 rate, da completare entro il mese di novembre.

Tutti i contribuenti possono versare in rate mensili le somme dovute a titolo di saldo e acconto delle imposte sui redditi, compresi i contributi risultanti dal quadro RR sulla quota eccedente il minimale.

L’unica scadenza non rateizzabile è quella del 30 novembre (2 dicembre 2019), relativa al secondo acconto delle imposte e dei contributi.

Secondo le regole ordinarie, i contribuenti non titolari o titolari di partita IVA possono effettuare il pagamento della prima rata entro il 1° luglio 2019 ovvero entro i successivi 30 giorni (il 31 luglio) maggiorando l’importo dovuto dello 0,40 per cento a titolo d’interesse corrispettivo.

La rateizzazione delle imposte sui redditi è stata tuttavia influenzata dalla proroga prevista dal Decreto Crescita che rinvia il termine di pagamento dal 1° luglio al 30 settembre per i soggetti ai quali si applicano gli ISA.

In sostanza, la situazione che si è creata è la seguente:

  • Prima, seconda, terza e quarta rata da pagare entro la scadenza del 30 settembre 2019;
  • quinta rata da versare entro il termine del 16 ottobre;
  • sesta ed ultima rata da versare entro la scadenza del 18 novembre.

Ecco invece il calendario delle scadenze per la rateizzazione Irap per i titolari di partita IVA che esercitano attività escluse dagli ISA:

RATAVERSAMENTOINTERESSI %VERSAMENTO (*) INTERESSI %
1 luglio
16 luglio 0,17 31 luglio
20 agosto 0,50 20 agosto 0,18
16 settembre 0,83 16 settembre 0,51
16 ottobre 1,16 16 ottobre 0,84
18 novembre 1,49 18 novembre 1,17

Irap, codice tributo modello F24 versamento saldo e acconto 2019

Per pagare il secondo acconto Irap bisognerà indicare nel modello F24 il codice tributo 3813, seguendo le istruzioni di compilazione dell’Agenzia delle Entrate.

Si riporta di seguito la tabella dei codici tributi Irap da utilizzare per il versamento di saldo e acconto 2019 con modello F24:

Imposta regionale sulle attività produttive saldo codice tributo 3800
Interessi pagamento dilazionato tributi regionali codice tributo 3805
IRAP acconto prima rata codice tributo 3812
IRAP acconto seconda rata o acconto in unica soluzione codice tributo 3813
IRAP - versamento mensile - art. 10 bis, comma 1, dlgs. 446/97 - ( risoluzione n. 51 del 15/02/2008 codice tributo 3858
IRAP - utilizzo in compensazione del credito d’imposta di cui all’articolo 1,comma 21, della legge 23 Dicembre 2014, n. 190 codice tributo 3883
IRAP - contenzioso e adempimenti da accertamento art. 29 dl 78/2010 codice tributo 9934
IRAP- contenzioso e adempimenti da accertamento art. 29 dl 78/2010 - interessi codice tributo 9935
Sanzioni relative all’IRAP - contenzioso e adempimenti da accertamento art. 29, dl 78/2010 codice tributo 9971
Accertamento con adesione - Ravvedimento su importi rateizzati relativi all’IRAP a seguito di definizione dell’accertamento, accertamento con adesione, conciliazione giudiziale, mediazione - interessi - art. 13 d.lgs 472/1997 codice tributo 1987
Accertamento con adesione - Spese di notifica per atti impositivi codice tributo 9400
Accertamento con adesione - IRAP e relativi interessi accertamento con adesione codice tributo 9415
Accertamento con adesione - Sanzione e altre somme dovute relative all’IRAP accertamento con adesione codice tributo 9416
Accertamento con adesione - Sanzione anagrafe tributaria codice fiscale e altre violazioni tributarie codice tributo 9424
Accertamento con adesione - IRAP e relativi interessi - adesione al verbale di constatazione-art. 5 bis, d.lgs n. 218/1997- risoluzione n. 426 del 6/11/2008 codice tributo 9908
Accertamento con adesione - Sanzione ed altre somme dovute relative all’IRAP- adesione al verbale di constatazione - art. 5 bis, d.lgs n. 218/1997- risoluzione n. 426 del 6/11/2008 codice tributo 9909
Accertamento con adesione - IRAP e relativi interessi - adesione all’invito a comparire -art. 5 c. 1 bis -dlgs n. 218/1997 codice tributo 9920
Accertamento con adesione - Sanzione e altre somme relative all’IRAP- adesione all’invito a comparire -art.5, c. 1bis, dlgs n. 218/1997 codice tributo 9921
Accertamento con adesione - Ravvedimento su importi rateizzati relativi all’IRAP a seguito di definizione dell’accertamento, accertamento con adesione,conciliazione giudiziale, mediazione - sanzione - art.13 dls 472/1997 codice tributo 9949
Conciliazione giudiziale - Ravvedimento su importi rateizzati relativi all’IRAP a seguito di definizione dell’accertamento, accertamento con adesione,conciliazione giudiziale, mediazione - interessi - art.13 d.lgs. 472/1997 codice tributo 1987
Conciliazione giudiziale - Spese di notifica per atti impositivi codice tributo 9400
Conciliazione giudiziale - Sanzione anagrafe tributaria codice fiscale e altre violazioni tributarie codice tributo 9424
Conciliazione giudiziale - Sanzione per decadenza da rateazione relativa all’IRAP - art. 29, c.1, lettera a), d.l. n. 78/2010 codice tributo 9478
Conciliazione giudiziale - IRAP e relativi interessi conciliazione giudiziale codice tributo 9512
Conciliazione giudiziale - Sanzione e altre somme dovute relative all’IRAP conciliazione giudiziale codice tributo 9513
Conciliazione giudiziale - Ravvedimento su importi rateizzati relativi all’IRAP a seguito di definizione dell’accertamento, accertamento con adesione,conciliazione giudiziale, mediazione - sanzione - art.13 dls 472/1997 codice tributo 9949
Definizione delle sole sanzioni - Spese di notifica per atti impositivi codice tributo 9400
Definizione delle sole sanzioni - Sanzione anagrafe tributaria codice fiscale e altre violazioni tributarie codice tributo 9424
Definizione delle sole sanzioni - Sanzione pecuniaria relativa all’IRAP definizione delle sole sanzioni codice tributo 9607
Definizione delle sole sanzioni - Sanzione - utilizzo componenti reddituali negativi relativi a beni o servizi non effettivamente scambiati o prestati - art. 8, c. 2, d.l. n.16/2012 codice tributo 9695
Omessa impugnazione - Ravvedimento su importi rateizzati relativi all’IRAP a seguito di definizione dell’accertamento, accertamento con adesione,conciliazione giudiziale, mediazione - interessi - art.13 dls 472/1997 codice tributo 1987
Omessa impugnazione IRAP e relativi interessi - recupero credito indebitamente utilizzato in compensazione - controllo sostanziale codice tributo 7452
Omessa impugnazione IRAP - recupero credito indebitamente utilizzato in compensazione - sanzione - controllo sostanziale codice tributo 7453
Omessa impugnazione IRAP - spese di notifica per atti impositivi codice tributo 9400
Omessa impugnazione IRAP - Sanzione anagrafe tributaria codice fiscale e altre violazioni tributarie codice tributo 9424
Omessa impugnazione IRAP e relativi interessi omessa impugnazione codice tributo 9466
Omessa impugnazione IRAP - sanzione e altre somme dovute relative all’IRAP omessa impugnazione codice tributo 9467
Omessa impugnazione IRAP - sanzione per decadenza da rateazione relativa all’IRAP - art. 29, c.1, lett. a), d.l. n. 78/2010 codice tributo 9478
Omessa impugnazione - Ravvedimento su importi rateizzati relativi all’IRAP a seguito di definizione dell’accertamento, accertamento con adesione,conciliazione giudiziale, mediazione - sanzione - art.13 dls 472/1997 codice tributo 9949
Reclamo e mediazione - Ravvedimento su importi rateizzati relativi all’IRAP a seguito di definizione dell’accertamento, accertamento con adesione,conciliazione giudiziale, mediazione - interessi - art.13 dls 472/1997 codice tributo 1987
Reclamo e mediazione - Sanzione per decadenza da rateazione relativa all’IRAP - art. 29, c.1, lett. a), d.l. n. 78/2010 codice tributo 9478
Reclamo e mediazione - Ravvedimento su importi rateizzati relativi all’IRAP a seguito di definizione dell’accertamento, accertamento con adesione,conciliazione giudiziale, mediazione - sanzione - art.13 dls 472/1997 codice tributo 9949
Reclamo e mediazione - IRAP e relativi interessi-reclamo e mediazione di cui all’art. 17-bis d.lgs. 546/1992 codice tributo 9955
Reclamo e mediazione - Sanzioni dovute relative all’IRAP - reclamo e mediazione di cui all’art. 17-bis d.lgs.546/1992 codice tributo 9956
Ravvedimento operoso - Interessi sul ravvedimento IRAP - art. 13 d. lgs. n. 472 del 18/12/1997, ris. n. 109/e del 22/05/2007 codice tributo 1993
Ravvedimento operoso: Restituzione di somme erogate dall’Agenzia delle Entrate indebitamente percepite - imposta codice tributo 8084
Ravvedimento operoso: Restituzione di somme erogate dall’Agenzia delle Entrate indebitamente percepite - interessi codice tributo 8085
Ravvedimento operoso: Restituzione di somme erogate dall’Agenzia delle Entrate indebitamente percepite - sanzioni codice tributo 8086
Ravvedimento operoso: - sanzione pecuniaria IRAP codice tributo 8907

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it