Iva, Split payment: elenchi 2018 e novità

Redazione - IVA

Elenchi split payment Iva 2018 aggiornati dal Dipartimento delle Finanze MEF. Ecco la lista dei soggetti obbligati al meccanismo di scissione dei pagamenti e le novità su quando scatta l'obbligo.

Iva, Split payment: elenchi 2018 e novità

Elenchi split payment 2018 aggiornati e novità: arrivano ulteriori chiarimenti sui soggetti obbligati ad applicare il meccanismo di scissione dei pagamenti.

Dopo la pubblicazione del Decreto MEF in merito all’estensione dello split payment e all’aggiornamento degli elenchi pubblicati dal Dipartimento delle Finanze, il 7 febbraio 2018 è stata pubblicata una nota che chiarisce la data a partire dalla quale si è tenuti a rispettare le nuove regole in materia di fatturazione.

Alla luce della necessità di aggiornare costantemente gli elenchi pubblicati dal MEF, è stato chiarito che la disciplina dello split payment ha effetto dalla data di effettiva inclusione del soggetto nell’elenco e della pubblicazione dell’elenco sul sito del Dipartimento delle Finanze.

Gli elenchi dei soggetti obbligati all’applicazione del meccanismo di scissione dei pagamenti nel 2018 sono stati aggiornati a seguito della pubblicazione del DL 148/2017 collegato alla Legge di Bilancio 2018.

Con la pubblicazione del decreto attuativo MEF del 9 gennaio 2018 vengono inclusi nel meccanismo dello split payment, a partire dal 1° gennaio 2018:

  • enti pubblici economici nazionali, regionali e locali (incluse le aziende speciali e le aziende pubbliche di servizi alla persona),
  • fondazioni partecipate dalle amministrazioni pubbliche,
  • società controllate direttamente o indirettamente dalle pubbliche amministrazioni,
  • società partecipate dalle amministrazioni pubbliche, da enti o società pubbliche per una quota non inferiore al 70 per cento.

Il Dipartimento delle Finanze del MEF, oltre a mettere a disposizione gli elenchi split payment Iva 2018 aggiornati, ha predisposto un motore di ricerca con il quale è possibile cercare le società inserendone il codice fiscale.

Proprio per capire da quando si è obbligati ad applicare il meccanismo dello split payment, il Dipartimento delle Finanze ha inserito una colonna in cui viene riportata la data di inclusione negli elenchi del MEF.

I soggetti interessati, fatta eccezione per le società quotate nell’indice FTSE MIB, potranno segnalare eventuali mancate o errate inclusioni, in conformità con quanto disposto dalla normativa sopra richiamata, fornendo idonea documentazione a supporto ed esclusivamente mediante il modulo di richiesta e allegando la visura camerale.

Di seguito gli elenchi split payment 2018 aggiornati dal MEF e le novità sui soggetti obbligati ad applicare il meccanismo di scissione dei pagamenti a partire dal prossimo 1° gennaio.

Iva, Split payment: elenchi 2018 e novità

Gli elenchi dei soggetti tenuti ad applicare il meccanismo di split payment nel 2018 sono stati pubblicati dal MEF il 19 dicembre 2017 e recentemente aggiornati il 9 e il 10 gennaio 2018.

Le nuove liste tengono conto delle novità introdotte dal DL 148/2017, che come noto ha esteso ulteriormente il meccanismo di scissione dei pagamenti.

Per scaricare e consultare gli elenchi split payment 2018 è possibile accedere all’apposita sezione del sito del Dipartimento delle Finanze, dove è inoltre messo a disposizione dei contribuenti un programma per la ricerca delle società negli elenchi inserendo il codice fiscale.

Elenchi split payment 2018

Si mettono di seguito a disposizione dei lettori gli elenchi MEF 2018 aggiornati dei soggetti tenuti ad applicare lo split payment.

Tra gli elenchi non è pubblicato quello delle Amministrazioni pubbliche, come definite dall’articolo 1, comma 2, della legge 31 dicembre 2009, n. 196, comunque tenute all’applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti (articolo 17-ter, comma 1, del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633), e per le quali occorre fare riferimento all’elenco (cd. elenco IPA) pubblicato sul sito dell’Indice delle Pubbliche Amministrazioni (www.indicepa.gov.it).

Excel - 32.8 Kb
Elenco 2 - Società controllate di diritto dalla pdc e ministeri e loro controllate
Aggiornato il 6 febbraio 2018
Excel - 10.2 Kb
Elenco 3 - società controllate di fatto da PDC e Ministeri
(aggiornato il 9 gennaio 2018)
Excel - 132.2 Kb
Elenco 4 - soggetti controllati dagli enti locali
Aggiornato il 6 febbraio 2018
Excel - 7.6 Kb
Elenco società quotate FTSE MIB 2018
Scarica l’elenco aggiornato al 19 dicembre 2017
Excel - 6.7 Kb
Elenco soggetti controllati dagli enti previdenziali 2018
Scarica l’elenco aggiornato al 19 dicembre 2017
Excel - 44.8 Kb
Elenco 7 - soggetti partecipati al 70% dalla PA
Aggiornato il 6 febbraio 2018

Modulo di richiesta mancate o errate inclusioni negli elenchi split payment 2018

I soggetti interessati, fatta eccezione per le società quotate nell’indice FTSE MIB, potranno segnalare eventuali mancate o errate inclusioni, in conformità con quanto disposto dalla normativa sopra richiamata, fornendo idonea documentazione a supporto ed esclusivamente mediante il modulo di richiesta.

Il modulo di richiesta per segnalazioni sugli elenchi MEF dello split payment dovrà essere compilato e inviato in modalità telematica accedendo alla sezione dedicata del sito.

Sul sito del Dipartimento delle Finanze si legge che verranno prese in considerazione esclusivamente le richieste di inclusione ed esclusione inviate mediante il modulo.

Sarà inoltre obbligatorio allegare la visura camerale della società.

Elenchi split payment 2017: aggiornamento soggetti obbligati

Con l’avviso pubblicato il 19 dicembre 2017 il Dipartimento Finanze MEF ricorda che, a seguito di nuove tardive segnalazioni, sono stati rettificati quattro nuovi casi relativi agli elenchi split payment 2017.

In particolare, si è provveduto a:

  • escludere n. 2 soggetti dall’elenco delle società controllate dalle Pubbliche amministrazioni locali (la società “VENICE MARITIME SCHOOL” e il “CONSORZIO URBAN IN LIQUIDAZIONE”);
  • includere la società “FASE UNO SRL UNIPERSONALE IN LIQUIDAZIONE” nell’elenco delle società controllate dalle Pubbliche amministrazioni locali;
  • escludere per l’anno 2017 l’“ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO” dall’elenco delle società controllate dalle pubbliche amministrazioni centrali.

La consultazione degli elenchi dei soggetti obbligati è disponibile alla sezione del sito delle Finanze relativa allo split payment 2017.