Proroga imposte 2020, decreto MEF: scadenza al 20 agosto con maggiorazione

Proroga imposte, il decreto emanato su proposta del MEF e pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 29 giugno 2020 fissa la nuova scadenza al 20 luglio. Si può pagare entro il 20 agosto con maggiorazione dello 0,40%.

Proroga imposte 2020, decreto MEF: scadenza al 20 agosto con maggiorazione

Proroga imposte 2020, arriva in extremis il decreto del MEF che rinvia le scadenze del 30 giugno.

Il DPCM predisposto su proposta del Ministero dell’Economia e delle Finanze è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 29 giugno 2020.

La proroga dei versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi porta la scadenza per pagare Irpef, Ires ed imposte sostitutive dal 30 giugno al 20 luglio, ma esclusivamente per i titolari di partita IVA che esercitano attività per le quali sono stati approvati gli ISA.

La proroga dei versamenti al 20 luglio rinvia anche la scadenza per i pagamenti con maggiorazione dello 0,40%: le imposte dei redditi potranno essere versate entro il 20 agosto 2020.

Proroga imposte 2020, decreto MEF pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 29 giugno 2020

Arriva ad un giorno dalla scadenza ordinaria il DPCM emanato su proposta del MEF per la proroga dal 30 giugno al 20 luglio dei versamenti derivanti dalle dichiarazioni dei redditi.

Un rinvio che, si legge nel testo pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 29 giugno 2020, è stato disposto considerando:

“le esigenze generali rappresentate dagli intermediari e dai contribuenti in relazione agli adempimenti fiscali da eseguire e il perdurare dello stato nazionale di emergenza epidemiologica per la diffusione del virus Covid-19”.

Il rinvio della scadenza per pagare le imposte sui redditi 2020 si applica ai soggetti che esercitano attività per le quali sono stati approvati agli ISA, e che dichiarano ricavi o compensi di importo non superiore al limite stabilito per ciascun indice.

Proroga che porta al 20 luglio la scadenza per pagare Irpef, Ires, imposte sostitutive, nonché l’IVA correlata agli ulteriori redditi dichiarati per migliorare il proprio punteggio di affidabilità fiscale.

Il rinvio della scadenza si applica anche ai soggetti per i quali si applicano cause di esclusione o inapplicabilità dagli ISA, compresi i forfettari e i soggetti che partecipano a società, associazioni ed imprese, ai sensi degli articoli 5, 115 e 116 del TUIR.

Ove non sussistano le condizioni per beneficiare della cancellazione di saldo ed acconto 2020, la proroga si applica anche ai versamenti Irap.

DPCM 27 giugno 2020 - proroga versamenti al 20 luglio
Differimento termini riguardanti gli adempimenti dei contribuenti relativi a imposte e contributi, ai sensi dell’articolo 1, comma 5, del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 24

Proroga imposte 2020, rinvio scadenza al 20 agosto con maggiorazione dello 0,40%

La scadenza per i soggetti ISA, forfettari inclusi, comporta un rinvio anche del termine ultimo per i versamenti con maggiorazione dello 0,40%.

In via generale, le imposte sui redditi possono essere versate entro il 30 giugno ovvero entro il termine dei 30 giorni successivi, pagando una quota a titolo di interesse corrispettivo.

Come riportato nel testo del DPCM del 27 giugno 2020, pubblicato in GU del 29 giugno, i versamenti delle imposte sui redditi possono essere effettuati:

  • entro il 20 luglio 2020 senza maggiorazione;
  • dal 21 luglio al 20 agosto 2020, maggiorando le somme da versare dello 0,40 per cento a titolo di interesse corrispettivo.

I soggetti in difficoltà economica o chi intende aspettare per capire se vi sarà la proroga lunga al 30 settembre con la conversione del decreto Rilancio, possono “temporeggiare” ed attendere fin dopo Ferragosto.

La fine della sospensione feriale segna la data ultima, ad oggi, per versare le imposte sui redditi 2020 beneficiando del maggior termine concesso dal decreto del MEF.

Da segnalare tuttavia che in caso di rateizzazione, il versamento al 20 agosto con maggiorazione dello 0,40% crea una sovrapposizione con la scadenza della seconda rata:

  • Contribuenti titolari di partita IVA
RATA VERSAMENTO INTERESSI % VERSAMENTO (*) INTERESSI %
30 giugno (20 luglio per soggetti ISA e forfettari) 30 luglio (20 agosto per soggetti ISA e forfettari)
16 luglio 0,18 20 agosto 0,18
20 agosto 0,51 16 settembre 0,51
16 settembre 0,84 16 ottobre 0,84
16 ottobre 1,17 16 novembre 1,17
16 novembre 1,50

(*) In questo caso l’importo da rateizzare deve essere preventivamente maggiorato dello 0,40 per cento.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it