MEF: proroga imposte al 20 luglio (comunicato stampa ufficiale)

Lucia Perandini - Imposte

Comunicato stampa ufficiale del Ministero dell'Economia e delle Finanze: proroga al 20 luglio per i contribuenti ISA ed i forfettari.

MEF: proroga imposte al 20 luglio (comunicato stampa ufficiale)

La proroga è arrivata: con un comunicato stampa ufficiale del MEF pochi minuti fa è stata annunciata la proroga al prossimo 20 luglio delle imposte sui redditi per i contribuenti ISA ed i contribuenti in regime forfettario.

Ecco il testo ufficiale del provvedimento:

Per tener conto dell’impatto dell’emergenza COVID-19 sull’operatività dei contribuenti di minori dimensioni e, conseguentemente, sull’operatività dei loro intermediari, è in corso di emanazione il DPCM che proroga il termine di versamento del saldo 2019 e del primo acconto 2020 ai fini delle imposte sui redditi e dell’IVA, per i contribuenti interessati dall’applicazione degli Indici Sintetici di Affidabilità (ISA), compresi quelli aderenti al regime forfetario.

Il termine di versamento in scadenza il 30 giugno sarà prorogato al 20 luglio, senza corresponsione di interessi

Proroga imposte sui redditi al 20 luglio 2020 per i contribuenti ISA ed i forfettari
Contribuenti ISA e forfettari potranno pagare le imposte sui redditi entro il prossimo 20 luglio 2020 senza maggiorazioni: è quanto annuncia il comunicato stampa ufficiale del MEF di pochi minuti fa in attesa di un DPCM di prossima pubblicazione

A dire il vero le attese di aziende, professionisti ed associazioni di categoria erano diverse: probabilmente ci si aspettava una proroga al prossimo 30 settembre, come accaduto lo scorso anno per motivi diversi (per fortuna) da quelli che hanno determinato l’esigenza di quest’anno.

Alla luce delle recenti dichiarazioni di diversi esponenti della maggioranza parlamentare, sembrava che la proroga dovesse essere disposta da un emendamento che verrà approvato nella fase finale di conversione del Decreto Legge numero 34/2020 (il cd Decreto Rilancio).

Invece, il comunicato MEF parla di un DPCM di prossima pubblicazione; ad ogni modo si dovrà attendere ancora qualche giorno affinché la proroga divenga ufficiale nel senso letterale del termine.

Il comunicato del MEF di pochi minuti fa non fa alcun cenno, inoltre, alle altre scadenze del 30 giugno, che al momento occorre quindi ritenere confermate (si segnalano, tra le altre, le seguenti scadenze: le LIPE del primo trimestre 2020, la dichiarazione IVA ed il versamento del diritto camerale).

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it