Procure via web, l’accordo tra commercialisti e Agenzia delle Entrate sulla gestione

Tommaso Gavi - Commercialisti ed esperti contabili

Procure via web, gestione online tramite l'apposita applicazione, grazie all'accordo tra Agenzia delle Entrate e commercialisti dell'8 giugno 2021. I professionisti potranno comunicare i dati delle procure conferite dai propri clienti via web tramite l'applicazione in fase di sperimentazione.

Procure via web, l'accordo tra commercialisti e Agenzia delle Entrate sulla gestione

Procure via web, si aggiorna la gestione grazie all’accordo tra commercialisti e Agenzia delle Entrate, siglato lo scorso 8 giugno tra l’Amministrazione finanziaria e il CNDCEC.

L’accordo integra la convenzione del 2019, per acquisire le informazioni sulla procura conferita dal contribuente al professionista iscritto all’albo per lo svolgimento delle attività di rappresentanza o assistenza presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate.

Attraverso il nuovo servizio online “Gestione procure”, i professionisti potranno comunicare i dati delle procure conferite dai propri clienti, utilizzando un apposito applicativo web.

L’applicazione è in fase di sperimentazione ed è accessibile esclusivamente ai professionisti iscritti all’albo.

Procure via web, l’accordo tra commercialisti e Agenzia delle Entrate sulla gestione

Grazie all’accordo siglato dall’Agenzia delle Entrate e il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili l’8 giugno 2021, i professionisti iscritti all’albo potranno utilizzare il nuovo servizio online “Gestione procure”.

Lo rende noto il CNDCEC attraverso il proprio sito, nella notizia del 10 giugno 2021.

L’applicazione permette la gestione via web delle procure che vengono conferite dai contribuenti ai professionisti per le attività di rappresentanza o assistenza presso gli uffici dell’Amministrazione finanziaria.

La nuova possibilità messa a disposizione dei professionisti iscritti all’albo è stata messa a punto sulla base della Convenzione del 2019 ed è in corso di sperimentazione.

Secondo quanto previsto dagli accordi, il Consiglio Nazionale sarà responsabile della corretta trasmissione delle informazioni disponibili, che avverrà su base settimanale.

I singoli ordini territoriali avranno invece le responsabilità, relative alla completezza e correttezza delle stesse informazioni.

Nel caso di mancata acquisizione delle informazioni relative a uno o più iscritti per difetto di trasmissione o per non superamento dei controlli relativi ai file con le informazioni degli iscritti nell’albo, per un periodo più lungo di 4 invii consecutivi, verrà effettuato un aggiornamento automatico dello status da “iscritto” a “cancellato”.

Il soggetto verrà quindi escluso dal servizio, tuttavia tale aggiornamento non verrà applicato nel periodo di sperimentazione ossia fino al 30 settembre 2021.

Procure via web, le modalità delle comunicazioni all’Anagrafe Tributaria

Tra gli aspetti definiti all’interno dell’accordo tra commercialisti e Agenzia delle Entrate ci sono le modalità delle comunicazioni all’Anagrafe Tributaria di iscrizioni, variazioni e cancellazioni negli albi tenuti dagli Ordini territoriali, secondo quanto previsto dal provvedimento del Direttore dell’Agenzia stessa dello scorso 27 gennaio.

Sulla base dell’accordo gli Ordini territoriali non sono più tenuti alla comunicazione annuale all’Anagrafe Tributaria delle variazioni intercorse nell’anno precedente.

L’adempimento sarà infatti assolto attraverso gli scambi informativi tra il Consiglio nazionale e l’Agenzia delle Entrate.

Gli Ordini non avranno più il compito di spedire telematicamente all’Amministrazione finanziaria il file con il programma “ORDINI 2.0”.

Da quest’anno dell’invio dei dati previsto dal D.P.R. 605/1973 si occuperà CNDCEC attraverso l’Albo Unico Nazionale.

Entro la data del 10 giugno 2021, tramite uno scambio di PEC tra il Consiglio nazionale e l’Agenzia delle Entrate, dovrebbe essere avvenuti:

  • lo scambio dei dati al 31 dicembre 2020;
  • la trasmissione delle informazioni disponibili relative allo stato degli iscritti e alle eventuali variazioni nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2021 e l’11 giugno 2021.

Per il periodo successivo, tali trasmissioni avranno cadenza settimanale e riporteranno le informazioni aggiornate alla data di trasmissione.

La notizia pubblicata sul sito ufficiale del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili chiarisce inoltre che:

“Ai fini del rispetto dell’adempimento previsto dal DPR 605/1973, si considereranno le trasmissioni complessive effettuate dal 1° gennaio di ciascun anno fino al 30 giugno dell’anno successivo.”

Per ulteriori dettagli si può fare riferimento al testo ufficiale dell’accordo, scaricabile dal sito del CNDCEC.

CNDCEC - Accordo del 10 giugno 2021
Modifiche ai sensi dell’art. 7 della convenzione sottoscritta il 30 maggio 2019 tra Agenzia delle Entrate e Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network