Agenzia delle dogane e dei monopoli

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli – istituita con decreto legislativo 300 del 30 luglio 1999 – è una delle agenzie fiscali che svolgono le attività tecnico-operative un tempo di competenza del Ministero delle Finanze.

È un ente pubblico dotato di personalità giuridica e ampia autonomia regolamentare, amministrativa, patrimoniale, organizzativa, contabile e finanziaria.

Dal 1° dicembre 2012 – in applicazione del decreto legge n. 95 del 6 luglio 2012 - pdf (convertito con legge n. 135 del 7 agosto 2012) – l’Agenzia delle Dogane ha incorporato l’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, assumendo la nuova denominazione di Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Nell’aprile 2018 il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha dato il via libera a una profonda riorganizzazione delle strutture, delle funzioni e della missione stessa dell’Agenzia sancendo al contempo il definitivo superamento della divisione funzionale tra Area Dogane e Area Monopoli.

Gli obiettivi dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli (ADM)

Lo Statuto, entrato in vigore il 26 aprile 2018, definisce la missione dell’Agenzia declinandola in 4 obiettivi generali.

L’ADM favorisce la crescita economica dell’Italia, facilitando la circolazione delle merci negli scambi internazionali.

L’ADM contribuisce alla fiscalità interna e alla tutela degli interessi finanziari del Paese e dell’Unione Europea, provvedendo alla riscossione di tributi specifici e alla lotta all’evasione fiscale e alle frodi, anche attraverso poteri di polizia tributaria e giudiziaria.

L’ADM esercita il ruolo di presidio dello Stato nei settori dei giochi e dei tabacchi, garantendo gli interessi dell’Erario tramite la riscossione dei tributi, tutelando il cittadino attraverso concessioni e atti regolamentari.

L’ADM concorre alla sicurezza e alla salute dei cittadini, controllando le merci in ingresso nell’Unione Europea e contrastando i fenomeni criminali come contrabbando, contraffazione, riciclaggio e traffico illecito di armi, droga, rifiuti, alimenti e farmaci non rispondenti alla normativa sanitaria vigente.

Le funzioni dell’Agenzia delle dogane

L’ADM esercita in particolare le seguenti funzioni:

  • amministrazione dei tributi doganali, della fiscalità interna degli scambi internazionali e delle accise, assicurando l’accertamento, la riscossione e il contenzioso;
  • gestione dei servizi doganali, garantendo l’applicazione del codice doganale dell’Unione Europea e di tutte le misure, incluse quelle relative alla politica agricola e alla politica commerciale comune, connesse agli scambi internazionali;
  • regolazione e controllo del comparto del gioco in Italia, verificando costantemente gli adempimenti cui sono tenuti i concessionari e gli operatori del settore ed esercitando una azione di contrasto al gioco illegale;
  • gestione, in materia di tabacchi lavorati, delle procedure connesse alla riscossione delle accise, nonché della tariffa di vendita al pubblico e dell’articolazione delle rivendite dei prodotti da fumo. Vigila sulla conformità dei tabacchi lavorati alla normativa nazionale e comunitaria;
  • prevenzione e contrasto dell’evasione tributaria e degli illeciti extratributari nelle materie di competenza. A tal fine, in applicazione delle direttive impartite dal Ministro dell’economia e delle finanze, cura in particolare l’analisi dei rischi e la gestione delle banche dati e svolge controlli, verifiche ed indagini con i poteri di polizia tributaria e giudiziaria attribuiti dalla legge al personale dell’Agenzia, anche attraverso la collaborazione con le altre autorità ed organismi nazionali, locali, dell’Unione Europea ed internazionali istituzionalmente preposti agli specifici ambiti operativi, tramite la sottoscrizione di appositi protocolli di intesa;
  • gestione dei laboratori chimici, assicurando l’equilibrio fra costi e benefici, anche attraverso l’offerta di servizi specialistici ad altri enti, imprese e privati;
    fornitura di servizi, nella materia di competenza, a privati, imprese e altri enti, sulla base di disposizioni di legge o di rapporti convenzionali e contrattuali;
  • promozione e partecipazione ai consorzi e alle società previsti dall’articolo 59, comma 5, del decreto istitutivo.

La presente descrizione dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli è tratta dal sito istituzionale dell’ente in oggetto, cui si rimanda per eventuali ulteriori approfondimenti.

1 | 2

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it