Arriva la bozza del Modello 730/2023, le istruzioni tra novità e scadenza ordinaria

Rosy D’Elia - Modello 730

Arriva dall'Agenzia delle Entrate la bozza del Modello 730/2023 con le relative istruzioni: diverse le novità inserite, accanto alle detrazioni canoniche trovano spazio i bonus introdotti nell'anno che sta per concludersi. La scadenza per la presentazione è sempre il 30 settembre

Arriva la bozza del Modello 730/2023, le istruzioni tra novità e scadenza ordinaria

Insieme agli altri strumenti da utilizzare per la dichiarazione dei redditi 2023, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il 22 dicembre 2023 il modello 730/2023, in versione di bozza, con le relative istruzioni.

Come di consueto, l’impostazione generale non cambia ma l’aggiornamento annuale permette di tenere il passo con i tempi: accanto a regole di calcolo e detrazioni canoniche, trovano spazio, infatti tutte le novità che hanno caratterizzato il periodo di imposta 2022, dalla nuova IRPEF ai nuovi bonus, come quelli per l’attività fisica adattata o per le donazioni alle fondazioni ITS.

Lavoratrici e lavorati dipendenti, pensionati e pensionate dovranno presentare la dichiarazione dei redditi entro la scadenza del 30 settembre 2023 utilizzando il nuovo modello 730 che sarà pubblicato successivamente nella sua forma definitiva.

Dopo gli slittamenti degli ultimi anni, la data prevista per avere a disposizione la precompilata, invece, è fissata al 30 aprile.

Modello 730/2023 in bozza: novità e istruzioni da seguire entro la scadenza del 30 settembre

Con il comunicato stampa del 22 dicembre 2023, l’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione di contribuenti e addetti ai lavori la bozza del modello 730/2023, con le relative istruzioni, insieme a tutti gli altri strumenti utili per procedere con la dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta 2022.

Nessun calcolo da effettuare e conguaglio più semplice con rimborso o trattenute dell’imposta direttamente nella busta paga o nella rata di pensione: sono questi alcuni vantaggi riservati a chi utilizza il modello 730 per comunicare i dati all’Amministrazione finanziaria.

Questo strumento semplificato è riservato a un’ampia platea di cittadini e cittadine, anche quando non hanno un sostituto d’imposta:

  • pensionati/e o lavoratrici e lavoratori dipendenti;
  • persone che percepiscono indennità sostitutive di reddito di lavoro dipendente (es. integrazioni salariali, indennità di mobilità);
  • soci di cooperative di produzione e lavoro, di servizi, agricole e di prima trasformazione dei prodotti agricoli e di piccola pesca;
  • sacerdoti della Chiesa cattolica;
  • giudici costituzionali, parlamentari nazionali e altri titolari di cariche pubbliche elettive (consiglieri regionali, provinciali, comunali, ecc.);
  • persone impegnate in lavori socialmente utili;
  • lavoratori e lavoratrici con contratto di lavoro a tempo determinato per un periodo inferiore all’anno;
  • personale della scuola con contratto di lavoro a tempo determinato;
  • produttori agricoli esonerati dalla presentazione della dichiarazione dei sostituti d’imposta (Mod. 770), Irap e Iva.

La scadenza da rispettare anche per il 2023 resta fissata al 30 settembre: è possibile presentare la dichiarazione dei redditi 2023 in autonomia, se precompilata, o rivolgendosi al sostituto d’imposta, a un Centro di Assistenza Fiscale, CAF, o a un professionista abilitato.

Agenzia delle Entrate - Modello 730/2023
Scarica la bozza del modello 730/2023 pubblicata dell’Agenzia delle Entrate

Modello 730/2023 e istruzioni in versione di bozza: le principali novità

Come di consueto, il modello 730/2023 si compone di un frontespizio e di diversi quadri che ospitano sia i redditi percepiti che le informazioni relative alle agevolazioni a cui si ha diritto, dalle canoniche detrazioni ai nuovi bonus introdotte dal periodo d’imposta 2022.

Nelle istruzioni ogni dettaglio sulle diverse sezioni che compongono il documento.

Quadri Modello 730/2023Contenuti
Quadro A redditi dei terreni
Quadro B redditi dei fabbricati
Quadro C redditi di lavoro dipendente e assimilati
Quadro D altri redditi
Quadro E oneri e spese detraibili e oneri deducibili
Quadro F acconti, ritenute, eccedenze e altri dati
Quadro G crediti d’imposta
Quadro I Imposte da compensare
Quadro K Comunicazione dell’amministratore di condominio
Quadro L Ulteriori dati

È in questi spazi che i contribuenti, dipendenti e pensionati, devono inserire tutte le informazioni sui redditi percepiti e sulle agevolazioni: c’è posto per regole e misure che hanno ormai una storia alle spalle, come Superbonus, Sismabonus ed Ecobonus per gli interventi edilizi, e per le novità.

In particolare l’Agenzia delle Entrate nel comunicato stampa del 22 dicembre 2022 sottolinea:

Nelle dichiarazioni dei redditi per l’anno d’imposta 2022 trovano spazio diverse novità, tra cui la rimodulazione degli scaglioni di reddito e la ridefinizione delle detrazioni per i redditi di lavoro dipendente, pensione e per i redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente. Con l’introduzione, da marzo 2022, dell’Assegno unico universale per i figli a carico di età non superiore a 20 anni cambia anche la disciplina delle detrazioni per carichi di famiglia e di conseguenza anche il prospetto della dichiarazione dei “Familiari a carico”.

Ma non solo, il modello 730/2023 si adegua anche a nuove misure specifiche introdotte nel panorama fiscale dall’anno che sta per concludersi, come il bonus riconosciuto per le spese relative all’installazione di sistemi di accumulo integrati in impianti di produzione elettrica alimentati da fonti rinnovabili o ancora quello per le spese sostenute per fruire di attività fisica adattata e ancora il credito d’imposta per le donazioni alle fondazioni ITS Academy.

Tutti i dettagli e le novità sono contenute nelle istruzioni dell’Agenzia delle Entrate pubblicate, per ora, in versione di bozza.

Agenzia delle Entrate - Istruzioni del Modello 730/2023
Scarica la bozza delle istruzioni del modello 730/2023 pubblicate dell’Agenzia delle Entrate

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network