Congedo parentale Covid e bonus baby sitter: attese novità nel Decreto Sostegno

Eleonora Capizzi - Leggi e prassi

Congedo parentale Covid e bonus baby sitter: attese novità nel Decreto Sostegno. Lo ha annunciato la Ministra delle Pari Opportunità Elena Bonetti nel Question Time alla camera del 10 marzo 2201.

Congedo parentale Covid e bonus baby sitter: attese novità nel Decreto Sostegno

Congedo parentale Covid e bonus baby sitter: novità in arrivo con il nuovo Decreto Sostegno.

Lo ha annunciato Elena Bonetti, neo Ministra delle Pari Opportunità del Governo Draghi, in occasione del Question Time tenutosi alla Camera il 10 marzo 2021.

La Bonetti ha risposto alle interrogazioni a risposta diretta riferite alle misure volte alla cura dei figli, alla luce dei provvedimenti di messa in quarantena o di chiusura delle scuole.

Le richieste avanzate riguardavano le iniziative a favore dei lavoratori dipendenti pubblici e privati nonché dei liberi professionisti che, in caso di sospensione dell’attività didattica in presenza o in ipotesi di quarantena scolastica, devono rimanere a casa dal lavoro con i propri figli o sono tenuti a pagare una baby sitter che se ne prenda cura.

Un pacchetto di misure in tal senso, secondo quanto riferito dalla Ministra, verrà inserito nel testo del Decreto Sostegno che è ancora in fase di elaborazione e che dovrebbe vedere la luce nei prossimi giorni.

Congedo parentale Covid e bonus baby sitter: attese novità nel Decreto Sostegno

La necessità di iniziative per la cura dei figli si fa sempre più pressante, alla luce delle chiusure degli istituti scolastici e delle quarantene di intere classi per contenere il contagio da Covid-19. Sono quindi in arrivo nuove misure riferite ai congedi parentali e ai voucher baby sitter.

A tal proposito, interrogata nel corso del Question Time del 10 marzo 2021, la Ministra Elena Bonetti ha rassicurato i genitori annunciando l’introduzione di nuove misure che aiutano i genitori che lavorano.

Il Governo sta lavorando per reintrodurre nel Decreto Sostegni di prossima emanazione diverse misure di supporto per i compiti di cura e educazione dei figli. L’obiettivo è quello di tutelare tutti i lavoratori e le lavoratrici per assicurare il diritto dei minori ad avere accanto figure adulte nel loro percorso educativo.”

Secondo quanto riferito dalla Ministra, verrà confermato il diritto al lavoro in modalità agile per i genitori lavoratori dipendenti, che nel nuovo Decreto si vorrebbe estendere anche ai genitori di figli minori di 16 anni in quarantena o DAD, come tra l’altro previsto anche dal decreto Ristori.

In ipotesi di impossibilità a ricorrere allo smart working, per i lavoratori dipendenti verrà previsto il diritto ad un periodo di congedo straordinario di durata corrispondente alla sospensione dell’attività didattica in presenza, anche in caso di quarantena.

Si prevede poi la corresponsione un’indennità straordinaria pari al 50 per cento della retribuzione in favore dei genitori di bambini di età minore di 14 anni o con disabilità grave.

Viceversa, per i genitori di figli di età compresa fra 14 e 16 anni non è contemplata alcun aiuto economico.

L’indennità potrà essere percepita solo da un genitore alla volta e, secondo quanto emerge dalle dichiarazioni rilasciate in altre sedi dalla Ministra, dovrebbe essere retroattiva: i genitori potranno richiederla per i periodi prevedenti all’entrata in vigore del decreto.

Aiuti in arrivo ai lavoratori per la cura dei figli: bonus baby sitter nel Decreto Sostegno

Tra gli strumenti che dovrebbero rientrare nel pacchetto di misure in favore dei genitori che lavorano la Ministra Bonetti, nel Question Time del 10 marzo, ha rivelato un’ulteriore novità.

Per i lavoratori autonomi e i lavoratori impegnati in prima linea nel contrasto all’epidemia come le forze dell’ordine e i lavoratori del settore sanitario e sociosanitario, stiamo lavorando per reintrodurre la corresponsione di uno o più bonus per l’acquisto di servizi di baby-sitting o servizi educativi”.

Questa specifica misura si aggiungerebbe al generale bonus baby sitter da 600 euro, ossia al voucher per acquistare servizi di baby sitting che dovrebbe essere reintrodotto a sostegno dei genitori lavoratori.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network