Cessione crediti bonus casa entro la scadenza del 16 marzo per le spese del 2020

Rosy D’Elia - Irpef

Cessione crediti bonus casa entro la scadenza del 16 marzo per le spese del 2020: è questa la data da segnare in calendario per poter esercitare l'opzione prevista dal Decreto Rilancio. Quali sono le agevolazioni interessate e come procedere?

Cessione crediti bonus casa entro la scadenza del 16 marzo per le spese del 2020

Cessione crediti bonus casa, è il 16 marzo 2021 la scadenza da segnare in calendario per coloro che hanno intenzione di trasferire ad altri soggetti le somme maturate grazie ai lavori effettuati nel corso del 2020.

La funzione per la trasmissione della “Comunicazione dell’opzione relativa agli interventi di recupero del patrimonio edilizio, efficienza energetica, rischio sismico, impianti fotovoltaici e colonnine di ricarica”, utile a mettere in atto la cessione dei crediti, è attiva sul portale dell’Agenzia delle Entrate dal 15 ottobre 2020 e mette in pratica quanto stabilito dal Decreto Rilancio.

Dall’ecobonus al bonus facciate, ci sono una serie di agevolazioni per le quali oltre all’utilizzo diretto sotto forma di detrazione, ci sono altre due alternative:

  • contributo, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto fino a un importo massimo pari al corrispettivo stesso, anticipato dal fornitore che ha effettuato gli interventi e da quest’ultimo recuperato sotto forma di credito d’imposta;
  • cessione del credito ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari.

Cessione crediti bonus casa entro la scadenza del 16 marzo per i lavori del 2020

C’è, però, un preciso limite da rispettare, come si legge nel provvedimento numero 283847 dell’8 agosto 2020.

“La Comunicazione è inviata esclusivamente in via telematica all’Agenzia delle entrate a decorrere dal 15 ottobre 2020. La Comunicazione deve essere inviata entro il 16 marzo dell’anno successivo a quello in cui sono state sostenute le spese che danno diritto alla detrazione.”

Per le spese relative al 2020, quindi, è necessario procedere con la cessione entro la scadenza del 16 marzo 2021.

In linea generale, la cessione del credito è applicabile a una serie di bonus casa a cui si ha diritto per i lavori effettuati nel corso del 2020 e del 2021.

In particolare, è possibile procedere con la cessione nei seguenti casi:

  • recupero del patrimonio edilizio, articolo 16-bis, comma 1, lettere a) e b), del TUIR;
  • efficienza energetica, articolo 14 del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63 e commi 1 e 2 dell’articolo 119 del decreto-legge n. 34 del 2020;
  • adozione di misure antisismiche, articolo 16, commi da 1-bis a 1-septies del decreto-legge n. 63 del 2013 e articolo 119 del decreto legge n. 34 del 2020;
  • recupero o restauro della facciata degli edifici esistenti, articolo 1, commi 219 e 220, della legge 27 dicembre 2019, n. 160;
  • installazione di impianti fotovoltaici, articolo 16-bis, comma 1, lettera h) del testo unico delle imposte sui redditi di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, compresi gli interventi di cui ai commi 5 e 6 dell’articolo 119 del decreto-legge n. 34 del 2020;
  • installazione di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici, articolo 16- ter del decreto-legge n. 63 del 2013 e comma 8 dell’articolo 119 del decreto-legge n. 34 del 2020.

Per gli interventi che prevedono l’intervento dei tecnici abilitati ad asseverare il rispetto dei requisiti previsti dai decreti di cui al comma 3-ter dell’articolo 14 del decreto-legge n. 63 del 2013 e la corrispondente congruità delle spese sostenute in relazione agli interventi agevolati (commi 1, 2 e 3 dell’articolo 119 del Decreto Rilancio), la Comunicazione deve essere inviata a partire dal quinto giorno lavorativo successivo al rilascio da parte dell’ENEA della ricevuta di avvenuta trasmissione dell’asseverazione prevista.

Come inviare la comunicazione per la cessione dei bonus casa entro la scadenza del 16 marzo 2021

Per cedere i crediti dei bonus casa sulle spese del 2020, è necessario trasmettere all’Agenzia delle Entrate il modello “Comunicazione dell’opzione relativa agli interventi di recupero del patrimonio edilizio, efficienza energetica, rischio sismico, impianti fotovoltaici e colonnine di ricarica”.

Modello comunicazione sconto in fattura e cessione del credito
Scarica il modello da inviare a partire dal 15 ottobre 2020

Come si legge nelle istruzioni, le modalità di trasmissione cambiano in base alla tipologia di agevolazione:

  • per le detrazioni ordinarie, la procedura può essere seguita direttamente dai beneficiari della detrazione o da un intermediario;
  • nel caso del superbonus, la detrazione del 110%, la comunicazione relativa agli interventi eseguiti sulle unità immobiliari deve essere inviata esclusivamente dal soggetto che rilascia il visto di conformità, nel caso di interventi sulle parti comuni degli edifici può operare anche l’amministratore del condominio, direttamente o avvalendosi di un intermediario. Ma in ogni caso, il soggetto che rilascia il visto è tenuto a verificare e validare i dati relativi al visto di conformità e alle asseverazioni e attestazioni.
Istruzioni compilazione modello cessione credito
Comunicazione dell’opzione relativa agli interventi di recupero del patrimonio edilizio, efficienza energetica, rischio sismico, impianti fotovoltaici e colonnine di ricarica - Istruzioni dell’Agenzia delle Entrate (ver. 12 ottobre 2020)

Entro la scadenza del 16 marzo 2021 il modello di Comunicazione deve essere presentato all’Agenzia delle entrate, esclusivamente in via telematica, tramite il servizio web disponibile nell’area riservata del portale istituzionale oppure utilizzando i canali telematici dell’Agenzia delle entrate.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network