Bonus pubblicità, scadenza il 31 gennaio 2020 per la dichiarazione sostitutiva

Bonus pubblicità, dichiarazione sostitutiva degli investimenti effettuati entro il 31 gennaio 2020. È questa la scadenza da ricordare per l'invio della comunicazione con il totale delle spese effettivamente sostenute nel 2019.

Bonus pubblicità, scadenza il 31 gennaio 2020 per la dichiarazione sostitutiva

Bonus pubblicità, invio della dichiarazione sostitutiva entro il 31 gennaio 2020.

Entro questa data, imprese e professionisti che hanno effettuato investimenti pubblicitari ed inviato la domanda di prenotazione del contributo, dovranno comunicare l’importo delle spese effettivamente sostenute.

L’invio della dichiarazione sostitutiva tramite il portale dell’Agenzia delle Entrate è l’ultimo step utile al riconoscimento del bonus pubblicità per le spese del 2019, agevolazione pari al 75% della spesa incrementale sostenuta.

Sarà poi il Dipartimento Informazione ed Editoria a definire l’importo esatto del credito d’imposta riconosciuto, anche considerando i limiti annui di spesa previsti.

Bonus pubblicità, scadenza il 31 gennaio 2020 per la dichiarazione sostitutiva

I soggetti che hanno presentato domanda di accesso al credito d’imposta entro il 31 ottobre 2019 sono tenuti a trasmettere entro la scadenza del 31 gennaio 2020 la “Dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati”.

Si tratta del modulo da utilizzare per dichiarare che gli investimenti indicati nella comunicazione per l’accesso al credito d’imposta, presentata in precedenza, sono stati effettivamente realizzati nell’anno, e che gli stessi rispettano i requisiti di cui all’articolo 3 del D.P.C.M. n. 90 del 2018.

La dichiarazione sostitutiva dovrà essere trasmessa in modalità telematica all’Agenzia delle Entrate, direttamente dal soggetto che ha richiesto l’accesso al bonus pubblicità, ovvero per il tramite di intermediari delegati.

La scadenza del 31 gennaio 2020 rappresenta il termine ultimo per confermare di aver effettuato gli investimenti già indicati nella Comunicazione per l’accesso al credito d’imposta, primo step per l’accesso al bonus pubblicità con il quale era necessario indicare gli investimenti già effettuati o da effettuare nell’anno.

Bonus pubblicità, modulo dichiarazione sostitutiva e istruzioni di compilazione

La dichiarazione sostitutiva degli investimenti effettuati ed ammessi al bonus pubblicità dovrà essere trasmessa, entro il 31 gennaio 2020, utilizzando lo stesso modulo di domanda già utilizzato per la comunicazione d’accesso al credito d’imposta, che si allega di seguito:

Domanda bonus pubblicità 2019
Modello di comunicazione per la fruizione del credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari incrementali

All’atto della compilazione, bisognerà barrare la casella “Dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati” nel rigo denominato “Tipo di comunicazione”, e bisognerà compilare esclusivamente le colonne 2 e 6, all’interno dei quali bisognerà indicare i dati degli investimenti e del credito richiesto.

Istruzioni compilazione domanda bonus pubblicità 2019
Scarica le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate

L’importo del bonus pubblicità effettivamente riconosciuto a ciascun richiedente sarà stabilito in una fase successiva dal Dipartimento Informazione ed Editoria.

La dichiarazione sostitutiva degli investimenti effettuati dovrà essere inviata mediante i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

Sul portale, è disponibile un’apposita procedura nella sezione dell’area autenticata “Servizi per” alla voce “comunicare”, accessibile con le credenziali Entratel e Fisconline, SPID o CNS.

Bonus pubblicità anche nel 2020: prime domande da marzo

Se per il 2019 la scadenza del 31 gennaio 2020 chiuderà il cerchio degli adempimenti per beneficiare del bonus pubblicità, si partirà a stretto giro con le nuove richieste.

Il bonus pubblicità sarà riconosciuto anche per il 2020; si ricorda che l’agevolazione è stata resa strutturale dall’articolo 3-bis della legge di conversione del DL n. 59/2019, ed è riconosciuta a professionisti ed imprese che investono in pubblicità incrementando almeno dell’1% l’investimento rispetto all’anno precedente.

Il credito d’imposta sarà pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati.

Salvo modifiche, la comunicazione per l’accesso al bonus pubblicità per il 2020 dovrà essere presentata dal 1° al 31 marzo di ciascun anno.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it