Bonus bebè 2021, al via la domanda online: requisiti, importi e scadenza

Eleonora Capizzi - Leggi e prassi

Bonus bebè 2021: al via le domande per richiedere l'assegno di natalità. Lo ha annunciato l'INPS con il messaggio numero 918 del 3 marzo 2021. Di seguito le istruzioni sulla modalità di invio dell'istanza, da effettuare in via telematica, requisiti ed importi.

Bonus bebè 2021, al via la domanda online: requisiti, importi e scadenza

Bonus bebè 2021: aperta la procedura online per presentare la domanda riferita alle nascite, adozioni o affidamenti preadottivi avvenuti dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021.

Lo ha annunciato l’INPS che, con il messaggio numero 918 del 3 marzo 2021, fornisce le istruzioni operative per compilare e inoltrare la richiesta. Il documento rende inoltre note le scadenze da rispettare e ricorda gli importi dell’assegno di natalità 2021.

Ci sono 90 giorni di tempo per inviare domanda di bonus bebè. Per gli eventi avvenuti dal 1° gennaio 2021, tale termine decorre dal 3 marzo 2021, data di pubblicazione del documento di prassi.

La ragione di questa eccezione è piuttosto ovvia: evitare di arrecare pregiudizio ai genitori i cui figli sono nati, o sono stati adottati o affidati, nei primi due mesi dell’anno in corso.

Ma andiamo a vedere, più nel dettaglio, requisiti e regole per fare domanda di bonus bebè 2021.

Bonus bebè 2021, al via la domanda online: requisiti, importi e scadenza

Il messaggio numero 918 del 3 marzo 2021 riporta le indicazioni relative alle modalità di presentazione della domanda di bonus bebè.

Come anticipato, per gli eventi di nascita, adozione ed affidamento già avvenuti dal 1° gennaio 2021, i 90 giorni di tempi a disposizione decorrono dalla data di pubblicazione del messaggio INPS, e quindi dal 3 marzo.

Ma attenzione, rimane in vigore la regola secondo cui, in caso di domanda tardiva - quindi dopo il 1° giugno - il bonus decorre dal mese di presentazione della stessa comprendendo le sole mensilità residue.

Il termine di 90 giorni si applica, regolarmente, alle nascite, adozioni o affidamenti avvenuti dal 3 marzo 2021. Per chi rispetta tale termine, il bonus bebè 2021 è riconosciuto a decorrere dal giorno di nascita o di ingresso del minorenne nel nucleo familiare, per la durata massima di 12 mesi.

In caso di presentazione dopo i 90 giorni, il bonus bebè spettante decorre dal mese di presentazione della domanda, e comprende le sole mensilità residue fino al compimento di un anno dell’evento.

Saranno concesse, quindi, le prestazioni fino al compimento del 1° anno di età del bambino o dopo che siano passati 12 mesi dall’adozione o dall’affidamento.

L’INPS precisa, inoltre, che il termine ultimo per la presentazione della domanda è la fine dell’undicesimo mese dalla nascita, dall’adozione o dall’affido.

Ecco, quindi, che nel 2021, in considerazione della durata del beneficio che spetta fino al compimento del primo anno di età del bambino o del primo anno di ingresso in famiglia a seguito dell’adozione, è ancora possibile presentare domanda per gli eventi di nascita/adozione/affidamento preadottivo avvenuti nel corso del 2020.

Bonus bebè 2021: come fare domanda INPS

La domanda per richiedere il bonus bebè 2021, secondo le istruzioni INPS, dovrà essere inoltrata esclusivamente per via telematica, una sola volta per ciascun figlio, con le seguenti modalità

  • Portale web, dal sito www.inps.it., digitando nel motore di ricerca “Assegno di natalità” e selezionando tra i risultati il Servizio “Assegno di natalità - Bonus Bebè (Cittadino)” o, per gli intermediari, “Assegno di natalità – Bonus Bebè (Patronati)”. Le modalità di accesso, per i privati, sono quelle di seguito riportate:
    • Codice PIN rilasciato dall’Istituto (Si ricorda che dal 1° ottobre 2020 non possono essere rilasciati nuovi PIN);
    • SPID di livello 2 o superiore;
    • Carta di identità elettronica 3.0 (CIE);
    • Carta Nazionale dei Servizi (CNS).
  • Contact center integrato, chiamando il numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o il numero 06 164.164 (da rete mobile a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori).
  • Patronati, utilizzando i servizi offerti gratuitamente dagli stessi.

Bonus bebè 2021: ISEE e importi dell’assegno

La Legge di Bilancio 2020 ha introdotto il criterio cosiddetto “universalistico”, secondo cui dal 1° gennaio 2020 le famiglie hanno accesso al bonus da 80 a 160 euro senza limiti di reddito (in precedenza il tetto ISEE era fissato a 25.000 euro).

Nello specifico, l’importo del bonus spettante è calcolato in base al valore dell’ISEE, secondo i seguenti parametri:

  • modello ISEE fino a 7.000 euro: 160 euro al mese, per 12 mesi, per un totale di 1.920 euro all’anno;
  • modello ISEE non superiore a 40.000 euro: 120 euro al mese, per 12 mesi, per un totale di 1.440 euro all’anno;
  • modello ISEE superiore a 40.000 euro: 80 euro al mese, per 12 mesi, per un totale di 960 euro all’anno.

L’eliminazione del tetto massimo ISEE, tuttavia, non cambia i requisiti necessari per vedersi riconosciuto l’assegno. Può fare domanda il genitore di un nuovo nato o adottato dal 1° gennaio 2021:

  • con cittadinanza italiana, di uno Stato dell’Unione europea o titolare permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo;
  • convivente con il figlio (figlio e genitore richiedente devono essere coabitanti e avere dimora abituale nello stesso comune).

Si precisa che, comunque, il modello ISEE dovrà ugualmente essere presentato all’INPS, in quanto sarà il parametro per il calcolo dell’importo della prestazione che viene erogata nella misura minima di 80 euro al mese o di 96 euro al mese in caso di figlio successivo al primo.

In caso di mancata presentazione dell’ISEE, la prestazione sarà riconosciuta nella misura minima.

Si ricorda che nel caso di presentazione di ISEE in data successiva alla domanda di assegno di natalità, l’importo dell’assegno verrà eventualmente integrato nella misura dovuta per la fascia ISEE di riferimento a partire dalla data di presentazione della DSU dalla quale sia derivato un ISEE minorenni valido.

Per ogni ulteriore informazione si rimanda al testo integrale del messaggio INPS del 3 marzo 2021.

INPS - messaggio numero 918 del 3 marzo 2021
Scarica il messaggio INPS su Rilascio della procedura di acquisizione delle domande di assegno di natalità (c.d. bonus bebè) per nascite, adozioni o affidamenti preadottivi dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021. Istruzioni contabili. Variazione al piano dei conti.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network