Modello 730/2022: rimborso già a luglio in alcuni casi

Anna Maria D’Andrea - Modello 730

Primi rimborsi IRPEF da modello 730/2022 già a luglio nel caso dei contribuenti più veloci: ecco le ultime novità dall'Agenzia delle Entrate.

Modello 730/2022: rimborso già a luglio in alcuni casi

L’Agenzia delle Entrate è recentemente tornata a fornire dati e informazioni utili in materia di modello 730/2022.

Il comunicato stampa pubblicato il 1° giugno cerca di placare le polemiche relative ai malfunzionamenti riscontrati in questo avvio di campagna della precompilata, e al possibile rischio di ritardi nella fase di erogazione dei rimborsi IRPEF.

Non saranno modificate le tempistiche ordinarie, specifica l’Agenzia delle Entrate: a luglio partiranno i primi rimborsi IRPEF per i lavoratori dipendenti che hanno già inviato il modello 730/2022.

Si partirà da agosto per i pensionati.

Modello 730 precompilato 2022, avvio senza intoppi secondo le Entrate: primi rimborsi IRPEF accreditati già a luglio

Secondo quanto indicato dall’Agenzia delle Entrate nel comunicato stampa pubblicato mercoledì, è dalle 15.35 del 31 maggio che è possibile modificare ed inviare il modello 730 precompilato 2022.

La funzionalità di modifica e invio del 730, che fa entrare nel vivo la stagione della dichiarazione dei redditi online, è stata lanciata “in seguito ai test tecnici di routine svolti nel corso della mattinata dal partner tecnologico Sogei”.

Prove tecniche che hanno portato ad un “rinvio orario” della tabella di marcia, ma che non incideranno sui tempi dei rimborsi IRPEF.

L’Agenzia delle Entrate specifica, infatti, che i rimborsi derivanti dalla liquidazione del 730 verranno riconosciuti dai sostituti d’imposta nei tempi e nelle modalità ordinarie.

Ed è sulla questione dei tempi che la data di ieri era di fondamentale importanza, considerando che solo in caso di invio del modello 730/2022 entro il 31 maggio è garantita l’erogazione a luglio del rimborso emerso dalla dichiarazione dei redditi.

L’Agenzia delle Entrate smentisce quindi intoppi tecnici, nonostante le numerose segnalazioni di malfunzionamenti che hanno caratterizzato la giornata di ieri, ma anche quella precedente, nel pieno delle scadenze di fine mese.

Rimborso IRPEF a luglio a chi ha inviato il modello 730/2022 entro il 31 maggio

Chi ha atteso il lancio della precompilata ed è riuscito ad effettuare l’invio potrà quindi contare sull’accredito a luglio delle somme spettanti.

L’appuntamento slitta ad agosto o a settembre per i pensionati.

Stessi tempi per i rimborsi IRPEF che valgono anche nel caso dei 730 presentati tramite un CAF, un professionista o il medesimo sostituto d’imposta, specifica l’Agenzia delle Entrate.

Si ricorda che il nuovo sistema per il pagamento dei rimborsi IRPEF, modificato dall’articolo 16-bis del decreto Fiscale n. 124/2019, lega data di presentazione del modello 730 e operazioni di conguaglio.

Gli slot temporali sono sei.

Nel dettaglio, il prospetto di liquidazione che consente di gestire le operazioni conseguenti alla presentazione della dichiarazione dei redditi è messo a disposizione entro le seguenti date:

  • 15 giugno per le dichiarazioni presentate entro il 31 maggio;
  • 29 giugno per quelle presentate dal 1° al 20 giugno;
  • 23 luglio per quelle presentate dal 21 giugno al 15 luglio;
  • 15 settembre per quelle presentate dal 16 luglio al 31 agosto;
  • 30 settembre per quelle presentate dal 1° al 30 settembre.

L’ultimo riguarda i contribuenti che inviano il modello 730/2022 entro la scadenza attualmente prevista, quella del 30 settembre.

In tal caso, il rimborso IRPEF spettante è erogato nel mese di ottobre o a novembre, e conseguentemente slittano anche eventuali operazioni di conguaglio a debito.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network