Cessione del credito 2022, nuovo modulo e istruzioni. Proroga periodo transitorio al 17 febbraio

Anna Maria D’Andrea - Dichiarazioni e adempimenti

Cessione del credito 2022, nuovo modulo e istruzioni da parte dell'Agenzia delle Entrate, che con il provvedimento del 3 febbraio allunga al 7 aprile la scadenza per l'esercizio delle opzioni per le spese sostenute nel 2021. In arrivo ulteriori novità: sarà disposta la proroga fino al 17 febbraio del periodo transitorio previsto dal Decreto Sostegni ter.

Cessione del credito 2022, nuovo modulo e istruzioni. Proroga periodo transitorio al 17 febbraio

Cessione del credito 2022, pronto il nuovo modulo e le relative istruzioni per l’invio della comunicazione telematica.

Il provvedimento pubblicato dall’Agenzia delle Entrate il 3 febbraio 2022 anticipa l’apertura del canale online per l’esercizio delle opzioni di sconto in fattura e cessione del credito, attesa per il 4 febbraio.

Il nuovo modello per la cessione del credito consente ai contribuenti di esercitare le opzioni relative alla monetizzazione dei bonus casa e del superbonus 110 per cento alla luce delle novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2022.

In primis, viene recepita la semplificazione prevista per i lavori in edilizia libera e per le spese fino a 10.000 euro, che potranno essere ceduti senza necessità di visto di conformità e per i quali non è richiesta l’asseverazione di congruità.

Il provvedimento del 3 febbraio 2022 dispone inoltre la proroga al 7 aprile della scadenza per la cessione del credito relativamente alle spese sostenute nel 2021.

Un’ulteriore novità è anticipata da una FAQ pubblicata nella stessa serata: sarà disposta la proroga del periodo transitorio previsto dal decreto Sostegni ter fino al 17 febbraio 2022. Per i crediti già oggetto di sconto in fattura o cessione del credito entro tale data, sarà ammessa un’ulteriore possibilità di trasferimento ad altri soggetti.

Cessione del credito 2022, nuovo modulo e istruzioni. Proroga periodo transitorio al 17 febbraio

È un restyling completo quello effettuato dall’Agenzia delle Entrate con il provvedimento del 3 febbraio 2022, che adegua il modulo per la cessione del credito alle novità introdotte per i bonus casa e per il superbonus 110 per cento dalla Legge di Bilancio.

Tra le prime novità c’è la proroga delle opzioni alternative all’utilizzo diretto delle detrazioni fiscali che, in linea con i nuovi termini fissati per i bonus casa, saranno esercitabili per le spese sostenute fino al 2024. Per il superbonus, la cessione si allunga al 31 dicembre 2025.

Il nuovo modello per la comunicazione della cessione del credito e dello sconto in fattura potrà essere inviato dal 4 febbraio 2022 senza necessità di visto e asseverazione di congruità per le spese rientranti nell’ambito dell’edilizia libera e per gli interventi eseguiti su singole unità o condomini di importo complessivo fino a 10.000 euro, ad accezione di quelli rientranti nel bonus facciate.

Una semplificazione che, si legge nel provvedimento dell’Agenzia delle Entrate, si applicherà in relazione alla data di trasmissione delle comunicazioni, svincolate dal duplice obbligo dal 1° gennaio 202.

Agenzia delle Entrate - provvedimento del 3 febbraio 2022
Disposizioni di attuazione degli articoli 119 e 121 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, per l’esercizio delle opzioni relative alle detrazioni spettanti per gli interventi di ristrutturazione edilizia, recupero o restauro della facciata degli edifici, riqualificazione energetica, riduzione del rischio sismico, installazione di impianti solari fotovoltaici e infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici
Modello comunicazione cessione del credito 2022
Scarica il modulo in pdf per la comunicazione delle opzioni per la cessione del credito e lo sconto in fattura per i bonus casa e il superbonus 110 per cento
Istruzioni comunicazione cessione del credito 2022
Scarica le istruzioni per la compilazione del modello di comunicazione per la cessione del credito e lo sconto in fattura per i bonus casa e il superbonus 110 per cento

Cessione del credito, proroga della scadenza dal 16 marzo al 7 aprile 2022

Tra le novità, il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate dispone la proroga della scadenza relativamente alle comunicazioni di cessione del credito e sconto in fattura.

Per i lavori sostenuti nel corso del 2021 e per la cessione delle quote residue di detrazioni non fruite relative al 2020, la scadenza passa dal 16 marzo al 7 aprile 2022.

Ancora in merito ai tempi, si legge che bisognerà attendere il 24 febbraio per le comunicazioni delle opzioni relative alla cessione del credito per il nuovo bonus per l’eliminazione delle barriere architettoniche, disciplinato dall’articolo 119-ter del decreto Rilancio, così come modificato dalla Legge di Bilancio 2022.

La comunicazione dovrà essere inviata tramite il servizio web disponibile nell’area riservata dell’Agenzia delle Entrate o mediante i canali telematici messi a disposizione.

Solo per i lavori per i quali non è richiesto il rilascio del visto di conformità e dell’asseverazione di congruità l’invio potrà essere effettuato direttamente dal soggetto beneficiario dei bonus edilizi.

Negli altri casi, è il soggetto che rilascia il visto di conformità a dover trasmettere la comunicazione.

Per i lavori condominiali la trasmissione potrà essere effettuata dall’amministratore di condominio, direttamente o tramite intermediari, anche in caso di interventi che richiedono l’apposizione del visto di conformità.

Le specifiche tecniche pubblicate in allegato al provvedimento del 3 febbraio 2022 forniscono tutte le regole per l’invio telematico.

Cessione del credito 2022 - Specifiche tecniche
Specifiche tecniche per la predisposizione e trasmissione telematica delle Comunicazioni dell’opzione relativa agli interventi di recupero del patrimonio edilizio, efficienza energetica, rischio sismico, impianti fotovoltaici e colonnine di ricarica

Cessione del credito, il periodo transitorio slitta al 17 febbraio 2022: per la stretta alle cessioni multiple proroga di 10 giorni

Ulteriori novità sono attese nei prossimi giorni, e riguardano le nuove disposizioni introdotte dal decreto Sostegni ter per il contrasto alle frodi in materia di cessione del credito.

Con una FAQ pubblicata il 3 febbraio 2022, l’Agenzia delle Entrate comunica che, in considerazione dei tempi tecnici necessari per l’adeguamento del software per la comunicazione delle opzioni, sarà emanato un provvedimento che disporrà la proroga dal 7 febbraio al 17 febbraio del periodo transitorio.

Nello specifico, per i crediti già oggetto di cessione o sconto in fattura a tale data, sarà possibile un’ulteriore operazione di cessione in favore di altri soggetti, compresi intermediari finanziari.

Una regola volta a “salvaguardare” i comportamenti adottati prima dell’entrata in vigore delle modifiche previste dal decreto legge n. 4/2022, che ha bloccato le cessioni a catena.

Saranno quindi nuovamente cedibili, per un’ulteriore operazione, i crediti relativi a comunicazioni validamente trasmesse all’Agenzia delle Entrate prima del 17 febbraio 2022 (ossia entro il 16 febbraio 2022).

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network