Certificazione Unica 2022 NoiPA: da quando e come scaricare la CU dei dipendenti pubblici

Anna Maria D’Andrea - Certificazione Unica

Certificazione Unica 2022 NoiPA: entro il 16 marzo il modello CU dovrà essere messo a disposizione dei dipendenti pubblici. Dai tempi alle modalità previste per scaricare l'ex CUD, facciamo il punto delle istruzioni da tenere a mente.

Certificazione Unica 2022 NoiPA: da quando e come scaricare la CU dei dipendenti pubblici

Certificazione Unica 2022 NoiPA, a breve sarà disponibile online il modello CU dei dipendenti pubblici.

Al pari della generalità dei sostituti d’imposta, anche la Pubblica Amministrazione è tenuta a rispettare la scadenza del 16 marzo 2022, termine unico sia per l’invio telematico dei dati all’Agenzia delle Entrate che per la consegna al percipiente.

Sul portale NoiPA i dipendenti statali potranno quindi prendere visione e scaricare il modello CU 2022, accedendo mediante le proprie credenziali personali, o tramite CNS, SPID o CIE.

La consegna avverrà infatti esclusivamente in formato elettronico tramite il portale NoiPA, così come previsto a decorrere dal 2011.

Certificazione Unica 2022 NoiPA: da quando e come scaricare la CU dei dipendenti pubblici

Il 16 marzo 2022 è la data entro la quale datori di lavoro e enti pensionistici sono tenuti ad effettuare la consegna della Certificazione Unica ai percipienti. Entro lo stesso termine è necessario procedere con l’invio telematico all’Agenzia delle Entrate.

L’adempimento interessa anche le pubbliche amministrazioni, tenute a mettere a disposizione dei propri dipendenti il modello CU 2022 all’interno del portale NoiPA.

Per i dipendenti pubblici, così come avviene per la consegna del cedolino stipendiale, anche la Certificazione Unica sarà infatti messa a disposizione nell’area riservata del portale NoiPA e, dopo aver effettuato l’accesso, sarà possibile scaricare e stampare l’ex modello CUD necessario per la presentazione della dichiarazione dei redditi.

All’interno del modello il lavoratore potrà verificare il totale delle somme corrisposte da parte del datore di lavoro, che confluiranno nei redditi da dichiarare con il modello 730 o con il modello Redditi PF, nonché il dettaglio delle ritenute fiscali operate.

Certificazione Unica 2022: come scaricare il modello CU su NoiPA

Per scaricare il modello di Certificazione Unica 2022 sul portale NoiPA i dipendenti pubblici devono accedere alla propria Area Riservata nelle modalità consuete, ovvero inserendo le credenziali di accesso (codice fiscale e password), SPID, CIE o utilizzando la Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

Il modello CU 2022 sarà messo a disposizione nella sezione “Documenti Personali” del portale NoiPA. Sarà in questa pagina che i dipendenti statali potranno consultare il documento con la certificazione dei redditi per l’anno di competenza.

Nel modello saranno riportati i dati delle ritenute operate, delle detrazioni applicate, nonché i dati previdenziali ed assistenziali (relativi alla contribuzione versata e/o dovuta agli enti preposti) ed anche la scheda per la scelta della destinazione del cinque e otto per mille dell’IRPEF).

La Certificazione Unica rimane disponibile nell’area riservata per i 5 anni successivi alla pubblicazione.

Nel caso di errori presenti all’interno del modello caricato su NoiPA, i dipendenti pubblici potranno segnalare al proprio Ufficio Responsabile le informazioni utili per rettificare il modello CU e procedere ad una nuova elaborazione dei conguagli.

Certificazione Unica NoiPA 2022 per i dipendenti pubblici cessati dal servizio

Alcuni chiarimenti specifici che riguardano la certificazione unica dei dipendenti pubblici sono presenti proprio all’interno di NoiPA e riguardano il personale cessato dal servizio.

Entro il 1° febbraio dell’anno del rilascio della certificazione, NoiPA non effettua il calcolo del conguaglio fiscale per gli statali non più in servizio, indipendentemente dalla causale di cessazione, né esegue il calcolo delle addizionali regionali e comunali e dei conguagli contributivi.

In tal caso, all’interno del modello CU 2022 sarà riportata la dicitura “obbligo della dichiarazione dei redditi”, proprio al fine di effettuare il versamento dell’IRPEF ed i conguagli contributivi.

Per il personale in servizio per il quale lo stipendio relativo alla mensilità di febbraio non viene emesso per varie motivazioni (part-time verticale, aspettativa, ecc.), la CU verrà regolarmente elaborata senza riportare nelle annotazioni l’indicazione “addizionali all’IRPEF calcolate e non recuperate” e certificando l’eventuale conguaglio fiscale a debito nel campo - IRPEF da trattenere dal sostituto successivamente al 28 febbraio.

Il debito d’imposta maturato sarà recuperato automaticamente fino a dicembre.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network