IRPEF 2022, aliquote e scaglioni: come fare il calcolo

IRPEF 2022: come fare il calcolo? Sono quattro le aliquote e gli scaglioni dell'imposta sul reddito delle persone fisiche. Di seguito le istruzioni per capire come funziona.

IRPEF 2022, aliquote e scaglioni: come fare il calcolo

IRPEF 2022, guida al calcolo dell’imposta sul reddito delle persone fisiche.

Per effetto delle novità previste dalla Legge di Bilancio 2022, sono quattro le aliquote IRPEF e gli scaglioni di reddito.

Dal punto di vista operativo, quindi, sono cambiate le modalità di calcolo dell’IRPEF, con la riduzione da cinque a quattro aliquote e la ridefinizione degli scaglioni.

Dal 1° gennaio sono state inoltre modificate le regole relative al bonus IRPEF e le detrazioni sui redditi da lavoro dipendente, autonomo e sulle pensioni.

Di seguito quindi le istruzioni per il calcolo e la tabella di aliquote e scaglioni IRPEF 2022.

IRPEF 2022, aliquote e scaglioni: novità e cosa cambia

L’IRPEF è un’imposta diretta, personale e progressiva che grava sul reddito da lavoro dipendente, assimilato al lavoro dipendente e di impresa, secondo quanto previsto dal testo unico delle imposte sui redditi (cd Tuir, contenuto nel d.p.r. 917/1986), principale riferimento normativo in materia.

La Legge di Bilancio 2022 ha ridefinito aliquote e scaglioni, e a decorrere dal 1° gennaio 2022 sono cambiate le modalità di calcolo dell’IRPEF.

Vediamo quindi quali sono i nuovi scaglioni IRPEF 2022 e le relative aliquote:

  • 1° scaglione: contribuenti con reddito compreso tra 0 e 15 mila euro. L’aliquota IRPEF è pari al 23 per cento e corrisponde, in caso di reddito pari 15.000 euro, ad una tassazione di 3.450 euro. Nulla è dovuto per i redditi fino ad 8.174,00 euro (no tax area);
  • 2° scaglione: reddito tra 15.001 e 28 mila euro. In questo caso l’aliquota IRPEF prevista per i contribuenti è del 25 per cento;
  • 3° scaglione, riguarda i redditi compresi tra 28.001 e 50 mila euro. L’aliquota IRPEF è pari al 35 per cento;
  • 4° scaglione: oltre 50.000 euro l’aliquota IRPEF è del 43 per cento.

Sono queste le novità contenute nella Legge di Bilancio 2022.

Vediamo quindi come cambia l’IRPEF 2022 in un’utile tabella riepilogativa

Scaglioni IRPEF 2022Aliquote IRPEF 2022
Fino a 15.000 euro 23 per cento
Oltre 15.000 euro e fino a 28.000 euro 25 per cento
Oltre 28.000 euro e fino a 50.000 euro 35 per cento
Oltre 50.000 euro 43 per cento

IRPEF 2022 da cinque a quattro aliquote: cosa cambia

Fino al 31 dicembre 2021 gli scaglioni di reddito da considerare ai fini dell’applicazione delle aliquote IRPEF erano cinque, dal 23 per cento al 43 per cento.

Dal 1° gennaio 2022 sono stati confermati i valori del 23 e del 43 per cento. La Legge di Bilancio ha previsto quindi la modifica delle aliquote intermedie e le novità previste sono le seguenti:

  • viene soppressa l’aliquota del 41 per cento;
  • la seconda aliquota IRPEF viene ridotta dal 27 al 25 per cento;
  • viene ridotta dal 38 al 35 per cento la terza aliquota IRPEF, applicata ai redditi fino a 50.000 euro;
  • per i redditi superiori a 50.000 euro, l’aliquota IRPEF 2022 è pari al 43 per cento (tassazione che fino al 31 dicembre 2021 era prevista oltre i 75.000 euro).
Aliquote e scaglioni IRPEF 2021Aliquote e scaglioni IRPEF 2022
23 per cento fino a 15.000 euro 23 per cento fino a 15.000 euro
27 per cento da 15.001 fino a 28.000 euro 25 per cento fino a 28.000 euro
38 per cento da 28.001 fino a 55.000 euro 35 per cento da 28.000 a 50.000 euro
41 per cento da 55.001 fino a 75.000 euro 43 per cento da 50.000 euro in su
43 per cento oltre 75.000 euro -

IRPEF 2022: nuove detrazioni e bonus Renzi

Alle nuove aliquote si affianca poi la ridefinizione del sistema delle detrazioni IRPEF, che ha portato all’addio al bonus di 100 euro erogato mensilmente in busta paga.

Il bonus IRPEF di 100 euro continuerà ad essere riconosciuto ai contribuenti fino a 15.000 euro di reddito.

Per i titolari di redditi superiori, e fino a 28.000 euro, è prevista una clausola di salvaguardia, secondo la quale continuerà ad essere riconosciuto a condizione che la somma delle detrazioni per i carichi di famiglia, per i redditi da lavoro, per gli interessi passivi sui mutui relativi a terreni e abitazione principale contratti entro il 31 dicembre 2021, così come in relazione alle detrazioni per spese di ristrutturazione e riqualificazione energetica sostenute fino al 31 dicembre 2021, sia superiore all’imposta lorda.

In tal caso, il bonus sarà riconosciuto per un ammontare non superiore a 1.200 euro, calcolato in base alla differenza tra detrazioni spettanti e imposta lorda.

Calcolo IRPEF 2022: come fare ed esempio numerico

Come si calcola l’IRPEF 2022?

Saper calcolare l’imposta dovuta è un passo fondamentale anche per saper leggere la busta paga e per conoscere lo stipendio netto partendo dal lordo.

I lettori che intendono cimentarsi nel calcolo, sulla base del proprio scaglione e dell’aliquota IRPEF 2022 di riferimento, dovranno seguire questa procedura:

  • determinare il reddito mensile, facendo concorrere alla sua formazione:
    • lo stipendio al netto dei contributi INPS a carico del lavoratore;
    • le indennità di trasferta;
    • la parte imponibile delle indennità e degli assegni vari (esclusi quelli per il nucleo familiare);
  • sottrarre dal reddito mensile così ottenuto gli oneri deducibili per ottenere l’imponibile fiscale;
  • applicare l’aliquota IRPEF prevista in base al proprio scaglione - si ottiene così l’IRPEF lorda;
  • sottrarre le detrazioni fiscali IRPEF per ottenere l’IRPEF netta.

Non paga l’IRPEF chi percepisce redditi in no tax area, ovvero fino a 8.174 euro all’anno.

Una delle caratteristiche dell’IRPEF è la sua progressività.

In sede di calcolo dell’imposta dovuta, a partire dal secondo scaglione in poi le aliquote si applicano solo sulla parte di reddito che eccede quello dello scaglione precedente.

Facciamo un esempio pratico della procedura da seguire per il calcolo IRPEF:

un soggetto con reddito pari a 20.000 euro dovrà corrispondere un’imposta pari a 3.450 euro (23 per cento di 15.000) più il 25 per cento della parte eccedente i 15.000 euro cioè 1.250 euro (25 per cento di 5.000). Il totale dell’IRPEF lorda dovuta è quindi pari a 4.700 euro

Una volta compresi gli aspetti teorici possiamo passare alla pratica: per tutti i lettori interessati a quantificare l’imposta sul reddito delle persone fisiche dovuta sul proprio reddito è possibile fare riferimento al nostro tool per il calcolo IRPEF.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network