Superbonus 110 per cento: a fine settembre raggiunti i 7,5 miliardi di investimenti

Superbonus 110 per cento, al 30 settembre gli investimenti ammontano a circa 7,5 miliardi di euro. Lo rende noto l'ultimo report dell'ENEA, aggiornato al 30 settembre 2021. La proroga al 2023 potrebbe essere ufficializzata con la Legge di Bilancio 2022.

Superbonus 110 per cento: a fine settembre raggiunti i 7,5 miliardi di investimenti

Superbonus 110 per cento, un bilancio sulla misura è facilitato dai dati diffusi dall’ENEA.

Il secondo aggiornamento mensile è datato 30 settembre e da conto di circa 7,5 miliardi di euro di investimenti.

I lavori conclusi raggiungono i 5 miliardi, ovvero il 68,2 per cento del valore complessivo.

A trainare sono principalmente i condomini con un investimento medio di oltre 557 mila euro contro il 93 mila euro di quelli effettuati nelle unità immobiliari funzionalmente indipendenti.

Nel report vengono forniti anche i dati relativi alle singole regioni.

Superbonus 110 per cento: a fine settembre raggiunti i 7,5 miliardi di investimenti

Gli investimenti relativi al superbonus 110 per cento continuano a crescere.

A darne conto sono i report mensili forniti dall’ENEA, l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, a partire dai dati relativi al mese di agosto 2021.

L’ultimo report è datato 30 settembre e mostra che gli investimenti sono a un passo dalla quota dei 7,5 miliardi di euro.

Il report precedente segnava 5,6 miliardi, quindi a settembre gli investimenti sono cresciuti di poco oltre un miliardo e 800 milioni di euro.

La percentuale delle somme relative a lavori già conclusi è del 68,2: il valore degli interventi portati a termine e ammessi a detrazione supera di poco i 5 miliardi di euro.

Lo stesso dato nel mese precedente era ad un passo da quota 4 miliardi.

Nel complesso, al 30 settembre, si contano 46.195 asseverazioni, così ripartite:

  • 6.406 relativa a lavori in condomini;
  • 23.654 in edifici unifamiliari;
  • 16.135 in unità immobiliari indipendenti.

In un solo mese si contano poco oltre 9.000 asseverazioni in più.

La fetta più grossa della torta spetta, come prevedibile, agli investimenti relativi ad interventi in condomini: il parziale supera i 3,5 miliardi di euro.

Seguono gli investimenti in edifici unifamiliari, con circa 2,4 miliardi di euro, e quelli in unità immobiliari funzionalmente indipendenti, con circa un miliardo e mezzo.

Stessa classifica anche per gli investimenti medi:

  • 557.730,54 euro per i condomini;
  • 101.992,21 euro per gli edifici unifamiliari;
  • 93.590,50 euro per le unità immobiliari funzionalmente indipendenti.

Superbonus 110 per cento, proroga nella Legge di Bilancio 2022

I dati sull’utilizzo della misura introdotta dal decreto Rilancio mostrano che la detrazione per gli interventi su condomini, edifici unifamiliari e unità immobiliari indipendenti ha un impatto non trascurabile nel settore dell’edilizia.

La misura è inoltre in linea con gli interventi per la transizione ecologica contenuti nel PNRR.

Ad ufficializzare la proroga al 2023 dovrebbe essere la Legge di Bilancio 2021.

Il condizionale è d’obbligo in quanto lo schema della prossima manovra è ancora in fase di studio.

Tuttavia la novità è prevista dalla NaDEF, la nota di aggiornamento del documento di economia e finanza che è stata approvata lo scorso 29 settembre.

Nella nota viene sottolineato che verranno rinnovate diverse misure di rilievo economico tra qui gli inventivi per l’efficientamento energetico degli edifici.

Non sono ancora chiari i contorni della proroga, né se la misura interesserà tutta la platea di attuali beneficiari.

Il governo ha mostrato la volontà di prolungare l’attuale misura ma l’eventuale ufficializzazione potrebbe richiedere tempo.

Intanto i dati riportati da ENEA sembrano un segnale positivo nell’iter dell’agevolazione.

Oltre al dato aggregato nel report del 30 settembre vengono fornite informazioni anche sull’utilizzo a livello regionale. In testa, per valore di investimenti c’è la Lombardia, con 1.127 milioni autorizzati e 806,8 realizzati.

A seguire il Lazio con 746,5 milioni autorizzati e 480,2 realizzati.

Sul podio anche il Veneto con 731,5 milioni autorizzati e 536,8 realizzati.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network