Superbonus 110%, MISE: per le domande di assunzioni nei Comuni si attende il dpcm

Tommaso Gavi - Fisco

Superbonus 110%, per le assunzioni previste dall'apposito fondo istituito dalla Legge di Bilancio 2021 si dovrà attendere un apposito dpcm: il MISE fa sapere che sarà adottato prossimamente. I Comuni dovranno aspettare prima di presentare le domande per potenziare l'organico per la gestione dei servizi collegati all'agevolazione e la crisi di Governo potrebbe allungare i tempi.

Superbonus 110%, MISE: per le domande di assunzioni nei Comuni si attende il dpcm

Superbonus 110%, la Legge di Bilancio 2021 ha istituito il fondo per assunzioni straordinarie nei Comuni presso il Ministero dello Sviluppo economico.

Con la notizia del 26 gennaio 2021 il MISE fa sapere che il dpcm con le indicazioni operative verrà adottato prossimamente.

Tale provvedimento è necessario per la presentazione delle domande e il termine non è perentorio.

Sarà necessaria la fine della crisi di Governo?

Superbonus 110%, MISE: per le domande di assunzioni nei Comuni si attende il dpcm

Il dpcm con le istruzioni operative per la presentazione delle domande di assunzioni a tempo determinato di personale tecnico per la gestione dei servizi relativi al Superbonus 110% verrà adottato prossimamente.

Lo fa sapere il MISE nella notizia del 26 gennaio 2021.

La Legge di Bilancio 2021 ha infatti istituito il fondo con dotazione di 10 milioni di euro, presso lo stesso Ministero dello Sviluppo Economico.

A riguardo viene inoltre specificato quanto segue:

“I criteri e le modalità di assegnazione delle risorse sono in corso di avanzata definizione e saranno oggetto di un decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, che verrà adottato su proposta del Ministro dello Sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell’Economia e della finanze e con il Ministro dell’Interno, sentita la Conferenza Stato - Città ed autonomie locali.”

I Comuni dovranno dunque attendere il provvedimento prima di potenziare gli uffici per la gestione dei servizi legati all’erogazione del superbonus 110%.

Un’attesa che potrebbe allungarsi, visti anche due fattori: uno normativo e uno politico.

Da un lato, infatti, lo stesso MISE evidenzia la non perentorietà del termine di 30 giorni dalla data di entrata in vigore della Legge di Bilancio 2021, previsto dall’articolo 1, comma 70 della legge 30 dicembre 2020, n. 178.

Il testo, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 30 dicembre 2020 è entrato in vigore il 1° gennaio 2021.

Dall’altro lato potrebbe incidere l’andamento della crisi di Governo, al momento nella fase iniziale e lontana da una rapida risoluzione.

Superbonus 110%, gli interventi proseguono anche per la proroga della Legge di Bilancio 2021

Intanto però gli interventi di riqualificazione energetica e di diminuzione del rischio sismico continuano, anche grazie alla proroga contenuta nella stessa Legge di Bilancio.

Il nuovo testo, infatti, estende l’agevolazione del superbonus 110%: ci rientrano le spese sostenute dal 1° luglio 2020 e fino al 30 giugno 2022.

Per gli IACP, Istituti Autonomi Case Popolari, il termine di riferimento entro il quale detrarre le spese è il 31 dicembre 2022 ed è prorogabile fino al 30 giugno 2023, se sono stati completati almeno il 60% dei lavori al 31 dicembre 2022.

Anche per i condomini si può fare riferimento alla scadenza del 31 dicembre 2022, se sono stati completati almeno il 60% dei lavori alla data del 30 giugno 2022.

L’estensione della finestra temporale amplia di fatto la platea di beneficiari della detrazione.

I destinatari della misura sono inoltre potenzialmente aumentati anche grazie all’estensione dei lavoro agevolabili, ad esempio con la previsione del bonus ascensori.

Lo stesso Governo ha recentemente lanciato l’apposito portale, dedicato all’agevolazione.

Il sito risponde all’esigenza di avere un unico riferimento informativo per fare chiarezza sui requisiti, sull’iter da seguire e sui lavori ammessi alla nuova agevolazione fiscale.

Un’esigenza nata anche e soprattutto dalle numerose richieste di chiarimenti legate alle continue novità sull’agevolazione introdotta dal decreto Rilancio.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network