Autodichiarazione bonus 150 euro al datore di lavoro

Rosy D’Elia - Moduli del lavoro

Autodichiarazione bonus 150 euro al datore di lavoro: dall'INPS arriva il fac simile del modulo da utilizzare per ottenere il pagamento dell'indennità contro il caro prezzi prevista dal DL Aiuti ter. I dettagli e le istruzioni nel messaggio numero 3806 del 20 ottobre 2022.

Autodichiarazione bonus 150 euro al datore di lavoro

Autodichiarazione bonus 150 euro: dopo le istruzioni operative sull’erogazione dell’indennità contro il caro prezzi prevista dal DL Aiuti ter, dall’INPS arriva anche il fac simile del modulo da presentare al datore di lavoro per sbloccare il pagamento.

Il documento è utile a confermare il possesso dei requisiti previsti dalla normativa: i dettagli e le indicazioni da seguire sono contenuti nel messaggio numero 3806 del 20 ottobre 2022.

Autodichiarazione bonus 150 euro al datore di lavoro: dall’INPS il modulo in fac simile

Come previsto per la precedente tornata di sostegni, il bonus 150 euro a cui hanno diritto i lavoratori e le lavoratrici viene erogato dal datore di lavoro in maniera semi automatica.

Questa categoria dei cittadini e cittadine si pone nel mezzo tra chi deve presentare un’apposita domanda all’INPS e chi riceve automaticamente l’indennità contro il caro prezzi dall’Istituto.

Chi è titolare di un rapporto di lavoro dipendente con una retribuzione di novembre 2022 fino a un massimo di 1.538 euro non deve presentare alcuna istanza per ottenere il pagamento, ma deve consegnare al datore di lavoro un’autocertificazione per affermare di “non essere titolare di uno o più trattamenti pensionistici a carico di qualsiasi forma previdenziale obbligatoria, di pensione o assegno sociale, di pensione o assegno per invalidi civili, ciechi e sordomuti, nonché di trattamenti di accompagnamento alla pensione ovvero di non appartenere a un nucleo familiare beneficiario del Reddito di cittadinanza.

Le tipologie di beneficiarie e beneficiari appena menzionate, infatti, ricevono dall’INPS automaticamente il bonus 150 euro e il passaggio burocratico con il datore di lavoro è necessario per evitare una doppia erogazione.

INPS - Messaggio numero 3806 del 20 ottobre 2022
Indennità una tantum per i lavoratori dipendenti. Articolo 18 del decreto-legge 23 settembre 2022, n. 144. Dichiarazione del lavoratore

Autodichiarazione bonus 150 euro al datore di lavoro: istruzioni dall’INPS

Con il messaggio numero 3806 del 20 ottobre 2022, l’INPS ha messo a disposizione il modello da utilizzare per l’autodichiarazione utile ad ottenere il pagamento del bonus 150 euro.

Sulla falsa riga dell’autocertificazione presentata per richiedere l’erogazione della precedente indennità contro il caro prezzi, lavoratrici e lavoratori dipendenti sono invitati a dichiarare il possesso dei requisiti e il rispetto delle condizioni che seguono:

  • di non essere titolare di uno o più trattamenti pensionistici a carico di qualsiasi forma previdenziale obbligatoria, di pensione o assegno sociale, di pensione o assegno per invalidi civili, ciechi e sordomuti, nonché di trattamenti di accompagnamento alla pensione, con decorrenza entro il 1° ottobre 2022;
  • di non essere componente di nucleo familiare beneficiario di Reddito di cittadinanza (Rdc) di cui al decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 marzo 2019, n. 26;
  • di rendere la presente dichiarazione al solo datore di lavoro che provvederà al pagamento dell’indennità, in quanto consapevole che a ciascun avente diritto l’indennità spetta una sola volta;
  • di rendere dichiarazioni e allegare documenti che rispondono a verità;
  • di essere consapevole che, in caso di dichiarazioni non rispondenti a verità, oltre a incorrere nelle sanzioni stabilite dalla legge, l’indennità non spettante sarà recuperata.

In conclusione l’INPS specifica che il modulo di autocertificazione da presentare al datore di lavoro è uno “strumento di supporto, personalizzabile dal datore di lavoro e non vincolante.

Bisogna, però, precisare che con il documento bisogna necessariamente dichiarare di non essere titolari di trattamenti pensionistici e di non appartenere a nuclei familiari beneficiari del reddito di cittadinanza.

INPS - Messaggio numero 3806 del 20 ottobre 2022
Scarica il fac simile dell’autodichiarazione per il bonus 150 euro allegata al messaggio INPS numero 3806 del 20 ottobre 2022

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network