Modello 730/2022 precompilato, dati della Certificazione Unica assenti: istruzioni sulla verifica

Rosy D’Elia - Modello 730

Modello 730/2022 precompilato, i dati della Certificazione Unica rientrano tra le informazioni che l'Agenzia delle Entrate inserisce nella dichiarazione dei redditi pronta all'uso. Ma può accadere che, in alcuni casi, risultino assenti. Quali sono le possibili motivazioni e come intervenire.

Modello 730/2022 precompilato, dati della Certificazione Unica assenti: istruzioni sulla verifica

Nel modello 730/2022 precompilato sono contenuti anche i dati della Certificazione Unica: rientrano, infatti, nel pacchetto di informazioni che l’Agenzia delle Entrate utilizza per elaborare la dichiarazione dei redditi pronta all’uso.

Ma può accadere che risultino assenti: le motivazioni possono essere diverse, e in questi casi il contribuente è chiamato a inserire i contenuti delle CU mancanti.

Le istruzioni nelle FAQ, risposte a domande frequenti, riportate sul portale istituzionale dedicato alla precompilata.

Modello 730/2022 precompilato, dati della Certificazione Unica assenti: istruzioni sulla verifica

I dati della Certificazione Unica, che viene consegnata al dipendente o pensionato dal sostituto d’imposta, datore di lavoro nel primo caso ed ente pensionistico nel secondo, viene inviata anche all’Agenzia delle Entrate che la inserisce nel modello 730/2022 precompilato, da inviare entro il 30 settembre, insieme a una serie di altre informazioni: dalle spese sanitarie ai contenuti della dichiarazione degli anni precedenti, solo per fare qualche esempio.

Nella Certificazione Unica sono indicati, tra gli altri, le seguenti informazioni:

  • il reddito di lavoro dipendente o di pensione;
  • le ritenute IRPEF;
  • le trattenute di addizionale regionale e comunale;
  • i compensi di lavoro autonomo occasionale;
  • i premi di risultato;
  • i rimborsi di oneri erogati dal datore di lavoro e i dati dei familiari a carico.

Ci sono, però, casi particolari in cui il contribuente accedendo al modello 730/2022 precompilato potrebbe non trovarsi questa tipologia di dati.

La notizia di un mancato utilizzo della Certificazione Unica nell’elaborazione della dichiarazione dei redditi da parte dell’Agenzia delle Entrate è riportata nel relativo foglio riepilogativo.

Le motivazioni possono essere diverse, come sottolinea l’Agenzia delle Entrate nella FAQ dedicata.

Frequente è il caso di due o più CU trasmesse all’Amministrazione finanziaria, ma anche una doppia richiesta di conguaglio e in generale che esistano delle duplicazioni.

Modello 730/2022 precompilato, dati della Certificazione Unica assenti: istruzioni sull’integrazione delle informazioni

Nel caso in cui il contribuente verifichi che i dati della Certificazione Unica siano assenti nel modello 730/2022 deve sempre intervenire integrando le informazioni prima di procedere con l’invio entro la scadenza del 30 settembre 2022.

Di seguito motivazioni possibili e istruzioni per intervenire con la modifica e l’integrazione dei contenuti presenti nella precompilata.

Motivazione possibileIstruzioni
Più Certificazioni Uniche (CU) trasmesse dal sostituto d’imposta Verificare, eventualmente con il sostituto d’imposta, quale sia la certificazione corretta e inserire i dati mancanti nella dichiarazione
Più Certificazioni Uniche (CU) in cui è stata compilata la sezione relativa ai conguagli, nel caso in cui sia stato chiesto a più di un sostituto di effettuare le operazioni di conguaglio Verificare se le operazioni di conguaglio hanno riguardato tutti i redditi e le ritenute delle Certificazioni Uniche (CU) rilasciate; è importante controllare che la somma di tali importi non contenga duplicazioni. Procedere, poi, con l’inserimento dei dati mancanti nella dichiarazione
Più Certificazioni Uniche (CU) non correttamente conguagliate. I dati relativi al conguaglio riportati nella CU rilasciata dal sostituto d’imposta che lo ha effettuato non corrispondono ai dati riportati nella/e CU del/dei sostituto/i che ha/hanno erogato altri redditi interessati dal conguaglio Verificare i dati riportati nelle singole CU e che le operazioni di conguaglio siano state effettuate in maniera corretta prima di inserire i dati mancanti nella dichiarazione

Per verificare e integrare il pacchetto informativo del modello 730/2022 pre elaborato dall’Agenzia delle Entrate i contribuenti possono recuperare i dati della Certificazione Unica che si riferiscono al 2021, anche di più CU in caso di rapporti di lavoro con più sostituti d’imposta, nell’area riservata del portale dell’Agenzia delle Entrate.

Prima di tutto è necessario effettuare l’accesso tramite le seguenti credenziali:

  • SPID - Identità Digitale;
  • CNS - Carta Nazionale dei Servizi;
  • CIE - Carta d’Identità Elettronica;
  • per i soggetti titolati ad averlo, PIN rilasciato dall’Agenzia Entratel/Fisconline.

Una volta all’interno bisogna, poi, seguire il seguente percorso:

  • Consultazioni;
  • Cassetto fiscale;
  • Cassetto fiscale personale;
  • Dichiarazioni fiscali;
  • Certificazione Unica.

Nel portale, inoltre, si legge:

“I dati di ciascun quadro delle CU sono consultabili anche nella sezione "Redditi Percepiti", che potrebbe contenere ulteriori informazioni relative a redditi comunicati esclusivamente con il modello 770 da parte del sostituto di imposta”.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network