Lotteria degli scontrini, si cambia: premi solo per pagamenti con carte e bancomat

Lotteria degli scontrini solo per i pagamenti cashless: parteciperanno alle estrazioni e all'aggiudicazione dei premi in denaro solo le spese con carte e bancomat. L'Agenzia delle Entrate e delle Dogane, in attesa delle novità in cantiere con la Legge di Bilancio 2021, aggiornano il sito dedicato. Dal 1° dicembre 2020 si potrà richiedere il codice da mostrare all'esercente e la prima estrazione è in programma l'11 febbraio.

Lotteria degli scontrini, si cambia: premi solo per pagamenti con carte e bancomat

Lotteria degli scontrini solo con carte e bancomat: cambiano le regole del gioco a premi di Stato in avvio dal 1° gennaio 2021.

Sarà la Legge di Bilancio ad accogliere le novità, ma sul sito dell’Agenzia delle Entrate e delle Dogane dedicato all’iniziativa sparisce la sezione dedicata alla lotteria degli scontrini relativa ai premi per i pagamenti in contanti.

Il piano in corso di definizione non cambia, per il momento, la data di avvio della riffa di Stato. Concorreranno alle estrazioni dei premi le spese effettuate dal 1° gennaio 2021.

Dal 1° dicembre si potrà richiedere il codice lotteria, da mostrare all’esercente in sede d’acquisto.

Lotteria degli scontrini, si cambia: premi solo per pagamenti con carte e bancomat

Non ci sono più, sul sito della lotteria degli scontrini, i premi riconosciuti per i pagamenti con denaro contante. Il portale dell’Agenzia delle Entrate e delle Dogane si prepara al lancio della misura, ed anticipa le novità che dovrebbero trovare posto in Legge di Bilancio 2021.

La riffa di Stato si trasforma in uno degli strumenti del Piano Italia Cashless, accanto al cashback, con il quale il Governo punta ad incentivare l’uso di carte di credito, di debito, bancomat, prepagate ed app collegate a circuiti di pagamento per favorire la digitalizzazione del Paese e contrastare l’evasione fiscale.

Rispetto alle regole originarie, la lotteria degli scontrini si collega esclusivamente ai pagamenti zero contanti. Spariscono i premi ordinari, e resta solo la sezione cashless.

A regime verranno distribuiti ben 901 premi all’anno (1 annuale, 120 mensili e 780 settimanali) sia a chi compra sia a chi vende.

AnnualeMensiliSettimanali
1 premio da € 5.000.000 per chi compra 10 premi da € 100.000 per chi compra 15 premi da € 25.000 per chi compra
1 premio da € 1.000.000 per chi vende 10 premi da € 20.000 per chi vende 15 premi da € 5.000 per chi vende

Le prime estrazioni che partiranno saranno quelle mensili. Le estrazioni settimanali partiranno a giugno e la prima estrazione annuale si terrà ad inizio del 2022. Potranno parteciparvi i cittadini maggiorenni e residenti in Italia.

Prima estrazione lotteria degli scontrini l’11 febbraio 2021, dal 1° dicembre si può chiedere il codice lotteria

L’11 febbraio 2021 è la data fissata nel calendario dell’Agenzia delle Entrate e Dogane per la prima estrazione del premio mensile. Saranno 10 i premi assegnati a chi compra, per un importo di 100.000 euro cadauno. Per il negoziante invece la somma assegnata sarà pari a 20.000 euro.

Per partecipare alla lotteria degli scontrini al consumatore è richiesto di dotarsi del codice lotteria. Si potrà richiedere a partire dal 1° dicembre e, per partecipare alle estrazioni, bisognerà mostrarlo all’esercente.

Lo scontrino elettronico regalerà biglietti virtuali per partecipare alla lotteria: un biglietto virtuale per ogni euro speso, fino a un massimo di 1.000 biglietti virtuali per ogni scontrino di importo pari o superiore a 1.000 euro. Con 10 scontrini si potranno ottenere fino a 10.000 biglietti virtuali, con 100 scontrini fino a 100.000 biglietti virtuali e così via.

Se l’importo speso è superiore a un euro, l’eventuale cifra decimale superiore a 49 centesimi produrrà comunque un altro biglietto virtuale.

Lotteria degli scontrini, fuori gli acquisti online

Non tutte le spese consentiranno di partecipare alla lotteria degli scontrini. Restano fuori:

  • gli acquisti di importo inferiore a un euro
  • gli acquisti effettuati online
  • gli acquisti effettuati nell’esercizio di attività di impresa, arte o professione

Nella fase di avvio della lotteria, inoltre, non consentiranno di maturare biglietti virtuali:

  • gli acquisti documentati mediante fatture elettroniche
  • gli acquisti per i quali i dati dei corrispettivi sono trasmessi al sistema Tessera Sanitaria (per esempio acquisti effettuati presso farmacie, parafarmacie, ottici, laboratori di analisi, ambulatori veterinari ecc.)
  • gli acquisti per i quali l’acquirente richieda all’esercente l’acquisizione del proprio codice fiscale a fini di detrazione o deduzione fiscale.

Per riscuotere i premi ci saranno 90 giorni di tempo. L’Agenzia delle Dogane comunicherà tramite PEC o raccomandata AR l’obbligo di recarsi presso l’ufficio territorialmente competente per l’identificazione e per indicare la modalità di pagamento.

I vincitori possono verificare la vincita anche accedendo alla loro area riservata del Portale Lotteria.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network