Codice lotteria degli scontrini, si parte: come si richiede per partecipare alle estrazioni dal 2021

Codice lotteria degli scontrini, al via dal 1° dicembre: parte la possibilità di richiedere il codice da mostrare all'esercente che, a partire dal 1° gennaio 2021, consentirà di aggiudicarsi i premi della riffa anti-evasione. Ecco come fare.

Codice lotteria degli scontrini, si parte: come si richiede per partecipare alle estrazioni dal 2021

Codice lotteria degli scontrini, dal 1° dicembre parte la possibilità di fare richiesta.

Pochi semplici passaggi consentono ai contribuenti di ottenere il codice alfanumerico per partecipare alle estrazioni dei premi previsti dalla riffa anti-evasione, in partenza dal 1° gennaio 2021.

Mentre si attende l’ok alla Legge di Bilancio 2021 per le modifiche alla lotteria degli scontrini, che punta a premiare solo i pagamenti con carte e bancomat, parte il primo pezzo del puzzle che porterà all’avvio della misura, dopo le numerose proroghe introdotte negli ultimi anni.

Come si richiede il codice lotteria? Il sito predisposto dall’Agenzia delle Dogane consente, dal 1° dicembre 2020, di generare il codice alfanumerico a prova di privacy, a partire dal proprio codice fiscale.

La partecipazione alle estrazioni della lotteria degli scontrini dal 2021 è subordinata alla comunicazione del codice lotteria all’esercente prima dell’emissione dello scontrino.

Ecco quindi i passi da seguire, a partire dal 1° dicembre 2020, per poter richiedere il codice per la lotteria degli scontrini.

Codice lotteria degli scontrini: come si richiede

È tramite il Portale Lotteria che a partire dal 1° dicembre 2020 si può richiedere il codice per partecipare alle estrazioni.

Il sito è accessibile all’indirizzo www.lotteriadegliscontrini.gov.it e al suo interno sono contenute le prime regole da conoscere per partecipare alla lotteria.

Il primo passo necessario è la richiesta del codice lotteria. Per ottenerlo non serve registrarsi al portale, ma basterà inserire il proprio codice fiscale sul sito, che rilascerà un codice alfanumerico, anche in formato barcode, da mostrare all’esercente prima dell’emissione dello scontrino.

Non sarà necessario essere in possesso di credenziali SPID o Fisconline per richiedere il codice lotteria, che sarà al contrario disponibile nell’area ad accesso libero del Portale Lotteria. Le credenziali personali saranno invece necessarie per accedere all’area riservata del sito, che consente di visualizzare biglietti e controllare le estrazioni.

Si potranno richiedere anche più codici. Nel caso di smarrimento basterà accedere nuovamente al portale dedicato ed eseguire nuovamente la procedura.

Il codice lotteria potrà essere stampato o semplicemente salvato sul proprio telefono o tablet.

Cos’è il codice lotteria degli scontrini

Nel rispetto della normativa sulla privacy, il codice lotteria consentirà di non rilevare alcuni dati sensibili del contribuente.

Per chi si chiede cos’è il codice per la lotteria degli scontrini specifichiamo che altro non è che un codice pseudonimo alfanumerico, composto da 8 caratteri, associato univocamente ed in maniera casuale al codice fiscale del consumatore finale.

In ottica pratica si tratta invece della chiave d’accesso alla lotteria degli scontrini: il codice dovrà essere comunicato al momento dell’acquisto, ed il negoziante dovrà registrarlo mediante strumenti di lettura ottica.

Per rimanere sempre aggiornati sulle ultime novità fiscali e del lavoro è possibile iscriversi gratuitamente al canale YouTube di Informazione Fiscale:


Iscriviti al nostro canale

Codice lotteria degli scontrini: le regole per i commercianti

Per l’esercente sarà necessario avere un registratore di cassa telematico configurato per l’invio dei dati dei corrispettivi telematici.

Per l’acquisizione del codice lotteria bisognerà dotarsi di strumenti di lettura ottica: gli “scanner” che, così come avviene in farmacia, consentono di acquisire i dati del codice alfanumerico del contribuente.

Sarà possibile inserire il codice anche manualmente, qualora l’attività esercitata consenta di gestire la memorizzazione e trasmissione dei corrispettivi senza registratore di cassa.

Per quel che riguarda l’invio dei dati, sarà mediante l’invio del flusso dei corrispettivi telematici dello scontrino elettronico che l’Agenzia delle Entrate selezionerà quelli ammessi alle estrazioni della lotteria degli scontrini, alla quale potranno concorrere solo le spese pagate con mezzi di pagamento tracciabili.

Al fine delle estrazioni, saranno conservati nella Banca Dati delle Entrate le seguenti informazioni:

  • la partita Iva e denominazione del cedente/prestatore
  • l’identificativo/progressivo completo del documento trasmesso
  • la data e l’ora del documento
  • l’importo del corrispettivo, versato con strumenti elettronici;
  • il codice lotteria del cliente;
  • la data della trasmissione telematica dei corrispettivi all’Agenzia delle entrate.

A regime verranno distribuiti ben 901 premi all’anno (1 annuale, 120 mensili e 780 settimanali) sia a chi compra sia a chi vende.

AnnualeMensiliSettimanali
1 premio da € 5.000.000 per chi compra 10 premi da € 100.000 per chi compra 15 premi da € 25.000 per chi compra
1 premio da € 1.000.000 per chi vende 10 premi da € 20.000 per chi vende 15 premi da € 5.000 per chi vende

Le prime estrazioni che partiranno saranno quelle mensili. Le estrazioni settimanali partiranno a giugno e la prima estrazione annuale si terrà ad inizio del 2022. Potranno parteciparvi i cittadini maggiorenni e residenti in Italia.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network