Green pass, come ottenere il certificato vaccinale? Sito dedicato, app, medico, farmacia

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Green pass, come ottenere il certificato vaccinale? Sono diversi i canali per scaricare il QR Code: dal sito dedicato dgc.gov.it alla farmacia, passando per il medico di base. Con la firma del Decreto che definisce le modalità di rilascio delle certificazioni verdi Covid giovedì 17 giugno, lo strumento diventa accessibile. Dal 1° luglio è possibile utilizzarlo per viaggiare in Europa.

Green pass, come ottenere il certificato vaccinale? Sito dedicato, app, medico, farmacia

Green pass, come ottenere il certificato vaccinale? Il presidente del Consiglio Mario Draghi nel pomeriggio del 17 giugno ha firmato il Decreto che definisce le modalità di rilascio delle certificazioni verdi Covid 19. Diventa, così, operativa la rete di canali utili per scaricare il QR Code che funge da lasciapassare: dal sito dedicato dgc.gov.it alla farmacia, passando per il medico di base e le app IO e Immuni.

Dal 1° luglio è possibile utilizzare questo strumento per viaggiare in Europa ma anche per muoversi con meno restrizioni sul nostro territorio: le istruzioni e i requisiti per ottenere il green pass, concesso anche a chi non è iscritto al SSN, Servizio Sanitario Nazionale.

Green pass, come ottenere il certificato vaccinale? Istruzioni e requisiti

Nato su proposta della Commissione Europea, il green pass rappresenta la possibilità di tornare liberamente e in sicurezza a spostarsi in Europa, nonostante la pandemia.

Prima di mettersi in viaggio, in ogni caso, è necessario informarsi sulle regole previste nel paese di destinazione anche se, come si legge sul sito dedicato, è previsto che gli Stati dell’Ue non possano imporre ulteriori restrizioni di viaggio ai titolari di certificati - come quarantena, autoisolamento o test - a meno che “non siano necessarie e proporzionate per salvaguardare la salute pubblica”.

Ma la certificazione verde Covid sarà utile anche nei confini italiani per partecipare a eventi pubblici, per entrare in residenze sanitarie assistenziali o in altre strutture e per raggiungere eventuali zone rosse o arancioni.

Il certificato vaccinale, che si può ottenere anche in caso di guarigione dal virus negli ultimi sei mesi o in caso di negatività al tampone, è digitale. Ma ovviamente può essere anche stampato.

Cosa avrà tra le mani chi riesce ad ottenere il green pass? Un QR Code, un codice a barre bidimensionale, con un sigillo elettronico qualificato.

Questo mosaico di pixel bianchi e neri è utile a dimostrare il possesso di uno dei seguenti requisiti:

  • aver fatto la vaccinazione anti COVID 19;
  • essere negativi al test molecolare o antigenico rapido nelle 48 ore precedenti;
  • essere guariti dal COVID-19 negli ultimi sei mesi.

In presenza di una delle condizioni appena descritte, il meccanismo su cui si basa il green pass permette di avere automaticamente a disposizione la certificazione.

Green pass, come ottenere il certificato vaccinale? Sito dedicato, app, medici, farmacie

La disponibilità del lasciapassare europeo sarà comunicata ai cittadini tramite SMS o email ai contatti indicati al momento del vaccino, del testo o quanto è stato rilasciato il certificato di guarigione.

Una volta ricevuto il messaggio, è possibile scaricare il green pass utilizzando uno dei canali del sistema:

  • sul sito dedicato dgc.gov.it;
  • sul sito del Fascicolo Sanitario Elettronico Regionale, il portale cambia da Regione a Regione;
  • tramite l’app Immuni;
  • tramite l’app IO, in questo caso la procedura non è ancora disponibile;
  • per chi non ha dimestichezza col digitale o la possibilità di utilizzare gli strumenti online è possibile richiedere di persona la certificazione verde Covid, mostrando semplicemente la Tessera Sanitaria:
    • presso il medico di base o il pediatra di libera scelta;
    • presso una farmacia.

In generale anche per i canali digitali, non è necessario avere SPID ma può bastare avere a disposizione la Tessera Sanitaria e anche senza iscrizioni al Servizio Sanitario Nazionale è possibile ottenere il certificato vaccinale.

Green pass, come ottenere il certificato vaccinale? Le istruzioni per scaricarlo su dgc.gov.it

Dal 17 giugno sono operativi i canali che permettono di scaricare il green pass, in particolare è stato attivato il sito dedicato www.dgc.gov.it.

Non tutte le certificazioni, però, sono disponibili: tutte le certificazioni associate alle vaccinazioni effettuate dal 27 dicembre al 17 giugno saranno rese disponibili entro il 28 giugno. A specificarlo è il comunicato stampa numero 123 del 2021 diffuso dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, firmato in maniera congiunta con altre istituzioni.

“Con l’attivazione della piattaforma nazionale realizzata e gestita da Sogei, a partire da giovedì 17 giugno, i cittadini potranno iniziare a ricevere le notifiche via email o sms con l’avviso che la certificazione è disponibile e un codice per scaricarla su pc, tablet o smartphone. L’invio dei messaggi e lo sblocco delle attivazioni proseguirà per tutto il mese di giugno, e sarà pienamente operativo dal 28 giugno, in tempo per l’attivazione del pass europeo prevista per il 1° luglio”.

DataPassi verso il certificato verde
17 giugno 2021 Approvazione del DPCM sulle modalità di rilascio e attivazione dei canali per scaricare il green pass
28 giugno 2021 Scadenza per ricevere il messaggio di disponibilità della certificazione relativa alle vaccinazioni precedenti al 17 giugno
1° luglio 2021 Debutto del green pass europeo

Una volta ricevuto il messaggio, quindi, è possibile collegarsi al portale dedicato e seguire tre diverse strade per scaricare il QR code:

  • accedere tramite SPID;
  • utilizzare la Tessera Sanitaria, inserendo i seguenti dati:
    • le ultime 8 cifre del numero identificativo;
    • la data di scadenza;
    • uno dei codici univoci ricevuti con:
      • il tampone molecolare (CUN)
      • il tampone antigenico rapido (NRFE)
      • il certificato di guarigione (NUCG).
      • in alternativa il codice autorizzativo (AUTHCODE) ricevuto via e-mail o SMS ai recapiti comunicati in sede di prestazione sanitaria;
  • inserire le informazioni che seguono, nel caso in cui non si abbia a disposizione la Tessera Sanitaria in quanto non si è iscritti al Sistema Sanitario Nazionale:
    • il tipo e numero di documento fornito al momento del tampone o di emissione del certificato di guarigione
    • la data di scadenza del documento;
    • uno dei codici univoci ricevuti con:
      • il tampone molecolare (CUN)
      • il tampone antigenico rapido (NRFE)
      • il certificato di guarigione (NUCG).
      • in alternativa il codice autorizzativo (AUTHCODE) ricevuto via e-mail o SMS ai recapiti comunicati in sede di prestazione sanitaria.

Simile è la procedura da seguire sull’app Immuni, mentre per quanto riguarda l’acquisizione del green pass tramite Fascicolo Sanitario Elettronico sarà necessario seguire le istruzioni previste dalla singola Regione di appartenenza.

Per istruzioni aggiuntive è disponibile anche il Numero Verde della App Immuni 800.91.24.91 tutti i giorni dalle ore 8.00 alle ore 20.00.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network