Figli a carico, nel calcolo del reddito non rientrano le borse di studio esenti

Rosy D’Elia - Dichiarazione dei redditi

Figli a carico e borse di studio, non tutte rientrano nel calcolo del reddito da effettuare per verificare il rispetto dei limiti. Escluse quelle esenti. Nelle istruzioni sul modello 730/2022 la lista di quelle esenti.

Figli a carico, nel calcolo del reddito non rientrano le borse di studio esenti

Figli a carico: le borse di studio, se esenti, non rientrano nel calcolo del reddito da effettuare per verificare il rispetto dei limiti. E quindi non hanno peso nell’eventuale superamento della soglia prevista.

Dall’età agli importi da verificare: tutte le indicazioni da seguire sono contenute nelle istruzioni del modello 730/2022.

Lo spunto per fare luce sulla questione arriva da un quesito posto da un lettore alla redazione della rivista online dell’Agenzia delle Entrate, FiscOggi.

Figli a carico e borse di studio: come verificare il rispetto del limite di reddito

Prima di entrare nel dettaglio delle regole da applicare alle borse di studio, è necessario soffermarsi su chi sono i familiari a carico e, più in particolare, i figli.

La condizione fondamentale per essere considerati a carico di un altro contribuente o di un’altra contribuente è quella di avere un reddito complessivo basso in tutto l’arco dell’anno.

Le figlie e i figli, compresi quelli adottivi, affidati o affiliati, indipendentemente dal superamento di determinati limiti di età e dal fatto che siano o meno impegnati negli studi o nello svolgimento di un tirocinio gratuito possono essere considerati a carico anche quando non sono conviventi con la persona che presenta la dichiarazione dei redditi o sono residenti all’estero.

La soglia prevista, in generale, per i membri della famiglia è pari a 2.840,51 euro. Questo limite sale a 4.000 euro nel caso dei figli e delle figlie che hanno un’età inferiore a 24 anni.

Figli a caricoLimite di reddito
Fino a 24 anni 4.000 euro
Senza limiti di età 2.840,51 euro

In questo calcolo le borse di studio non devono essere considerate, se rientrano tra quelle esenti.

In altre parole per chi ha meno di 24 anni è possibile, ad esempio, ricevere un contributo pari a 4.500 euro ed essere comunque considerato un familiare a carico.

Figli a carico e borse di studio: le voci da incluso ed escluse nel calcolo del reddito

Per verificare se si rispettano o meno i limiti di reddito stabiliti per essere considerati figli a carico, in ogni caso, è necessario considerare anche le seguenti somme che non sono incluse nel reddito complessivo:

  • il reddito dei fabbricati assoggettato alla cedolare secca sulle locazioni;
  • le retribuzioni corrisposte da Enti e Organismi Internazionali, Rappresentanze diplomatiche e consolari, Missioni, Santa Sede, Enti gestiti direttamente da essa ed Enti Centrali della Chiesa Cattolica;
  • la quota esente dei redditi di lavoro dipendente prestato nelle zone di frontiera ed in altri Paesi limitrofi in via continuativa e come oggetto esclusivo del rapporto lavorativo da soggetti residenti nel territorio dello Stato;
  • il reddito d’impresa o di lavoro autonomo assoggettato ad imposta sostitutiva in caso di regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità;
  • il reddito d’impresa o di lavoro autonomo assoggettato ad imposta sostitutiva in caso di regime forfettario.

Al contrario, si escludono dal calcolo le borse di studio considerate esenti: il loro valore, quindi, non deve essere considerato nel calcolo utile per la verifica del rispetto delle soglie di 2.840,51 o 4.000 euro.

Ad evidenziare quali sono le somme che non costituiscono reddito è l’Agenzia delle Entrate nelle istruzioni per la compilazione del modello 730/2022.

Rientrano in questa categoria le seguenti borse di studio:

  • corrisposte a studenti universitari da regioni a statuto ordinario e dalle regioni a statuto speciale e dalle province autonome di Trento e Bolzano
  • corrisposte dalle università e dagli istituti di istruzione universitaria e dalla provincia autonoma di Bolzano per la frequenza dei corsi di perfezionamento e delle scuole di specializzazione, per i corsi di dottorato di ricerca, per attività di ricerca post-dottorato e per i corsi di perfezionamento all’estero;
  • previste nell’ambito del programma “Socrates” insieme alle somme aggiuntive corrisposte dall’Università, a condizione che l’importo complessivo annuo non sia superiore a 7.746,85 euro;
  • per la frequenza delle scuole universitarie di specializzazione delle facoltà di medicina e chirurgia;
  • corrisposte a vittime del terrorismo e della criminalità organizzata nonché agli orfani ed ai figli di quest’ultimi;
  • nazionali per il merito e per la mobilità erogate dalla Fondazione Articolo 34;
  • per l’intera durata del programma “Erasmus +”, erogate a favore degli studenti delle università e delle istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica per la mobilità internazionale.

Tutti i dettagli sulle regole che riguardano i figli a carico e il limite di reddito da rispettare sono contenute nelle istruzioni del modello 730/2022 redatte dall’Agenzia delle Entrate.

Agenzia delle Entrate - Istruzioni Modello 730/2022
Le istruzioni per la compilazione del modello 730/2022

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network