Detrazione coniuge a carico nel modello 730/2020: calcolo e limiti di reddito

Tommaso Gavi - Modello 730

Detrazione coniuge a carico nel modello 730/2020: come si calcola e quali sono i limiti di reddito? Lo sconto sull'Irpef per partner fiscalmente a carico dei contribuenti viene determinato in base al reddito del nucleo familiare. Gli importi sono riportati nella tabella 3, in appendice alle istruzioni per la compilazione del modello.

Detrazione coniuge a carico nel modello 730/2020: calcolo e limiti di reddito

Detrazione coniuge a carico nel modello 730/2020: quali sono i limiti di reddito previsti e come si calcola la riduzione dell’Irpef che spetta ai familiari a carico ed in particolare al partner?

Per l’anno 2019, mentre per i familiari di età inferiore a 24 anni il limite del reddito complessivo per determinare se il soggetto può essere considerato a carico è stato innalzato a 4.000 euro, per gli altri familiari resta il limite di 2.840,51 euro.

Con il reddito uguale o inferiore a tali limiti il soggetto è considerato fiscalmente a carico del contribuente che presenta la dichiarazione dei redditi.

Tra i soggetti a carico possono rientrare genitori, nonni, figli ed altri parenti. Anche il coniuge può rientrare in tale categoria.

Il partner che ha sostenuto le spese per il sostentamento del soggetto a carico ha diritto ad uno sconto dell’Irpef.

L’importo della detrazione varia in base al reddito complessivo: per il calcolo si deve fare riferimento alla tabella 3 in appendice alle istruzioni per la compilazione del modello 730/2020 dell’Agenzia delle Entrate.

Detrazione coniuge fiscalmente a carico 2020: il limite di reddito

Per essere considerato fiscalmente a carico nel modello 730/2020, nell’anno 2019 il coniuge deve aver percepito un reddito uguale o inferiore a 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili.

Tra le somme che concorrono al reddito, che determina poi se il familiare è considerato a carico, vanno considerate anche le seguenti somme non ricomprese nel reddito complessivo:

  • il reddito dei fabbricati assoggettato alla cedolare secca sulle locazioni;
  • le retribuzioni corrisposte da Enti e Organismi Internazionali, Rappresentanze diplomatiche e consolari, Missioni, Santa Sede, Enti gestiti direttamente da essa ed Enti Centrali della Chiesa Cattolica;
  • la quota esente dei redditi di lavoro dipendente prestato nelle zone di frontiera ed in altri Paesi limitrofi in via continuativa e come oggetto esclusivo del rapporto lavorativo da soggetti residenti nel territorio dello Stato;
  • il reddito d’impresa o di lavoro autonomo assoggettato ad imposta sostitutiva in applicazione del regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità;
  • il reddito d’impresa o di lavoro autonomo assoggettato ad imposta sostitutiva in applicazione del regime forfetario per gli esercenti attività d’impresa, arti o professioni.

Il coniuge non legalmente ed effettivamente separato può essere considerato a carico anche se non convive con il contribuente o se risulta residente all’estero.

Detrazione coniuge fiscalmente a carico: come compilare il modello 730/2020

Per ottenere le detrazioni a cui si ha diritto per il coniuge fiscalmente a carico si deve compilare l’apposita parte dedicata della prima pagina del modello 730/2020.

Nel rigo 1 si devono indicare le informazioni relative al coniuge, inserendole appositi spazi:

  • nella colonna 1 bisogna barrare la casella “C”;
  • nella colonna 4 è necessario indicare il codice fiscale del coniuge, operazione che deve essere fatta per qualunque coniuge, a prescindere dal fatto che sia o meno considerato fiscalmente a carico;
  • nella colonna 5 si deve indicare il numero di mesi per cui il familiare risulta a carico. Tale informazione varia a seconda dei casi specifici, ad esempio matrimonio, decesso, separazione, scioglimento o annullamento del matrimonio. Devono infatti essere calcolati solo i mesi in cui il coniuge è effettivamente considerato a carico del soggetto che presenta la dichiarazione dei redditi.

Detrazione coniuge fiscalmente a carico 2020: il calcolo in base al reddito

Le detrazioni per il coniuge da portare nel modello 730/2020, relative all’anno di imposta 2019, sono calcolate in base al reddito familiare come riportato di seguito:

  • 800,00 euro se il reddito complessivo non supera 15.000,00 euro;
  • 690,00 euro se il reddito complessivo è superiore a 15.000,00 euro ma non a 40.000,00 euro;
  • 690,00 euro se il reddito complessivo è superiore a 40.000,00 euro ma non a 80.000,00 euro.

Come spiega l’Agenzia delle Entrate nelle istruzioni per la compilazione del modello 730/2020, le somme indicate possono variare dai 10 ai 30 euro.

Il calcolo del valore delle detrazioni in una tabella riepilogativa.

Reddito complessivo Importo detrazione in euro
non superiore a euro 15.000 800 – (110 X reddito complessivo)/15.000
da euro 15.001 a euro 29.000 690
da euro 29.001 a euro 29.200 700
da euro 29.201 a euro 34.700 710
da euro 34.701 a euro 35.000 720
da euro 35.001 a euro 35.100 710
da euro 35.101 a euro 35.200 700
da euro 35.201 a euro 40.000 690
da euro 40.001 a euro 80.000 690 X (80.000 – reddito complessivo)/40.000
oltre euro 80.000 0

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it