Credito d’imposta investimenti Mezzogiorno e Zes: l’aggiornamento del modello di comunicazione

Tommaso Gavi - Incentivi alle imprese

Credito d'imposta investimenti Mezzogiorno e Zes, l'Agenzia delle Entrate aggiorna il modello di comunicazione e le relative istruzioni per la compilazione con il provvedimento del 9 marzo 2021. Il nuovo modello recepisce la proroga del periodo delle agevolazioni, previste dalle Leggi di Bilancio 2020 e 2021.

Credito d'imposta investimenti Mezzogiorno e Zes: l'aggiornamento del modello di comunicazione

Credito d’imposta investimenti Mezzogiorno e Zes, con il provvedimento del 9 marzo 2021 l’Agenzia delle Entrate aggiorna il modello di comunicazione.

L’aggiornamento è stato reso necessario per gli interventi delle Leggi di Bilancio 2020 e 2021, che hanno prorogato il periodo delle agevolazioni.

Devono utilizzare il modello aggiornato i contribuenti che intendono fruire degli sconti e presentare le rettifiche e le rinunce.

Il nuovo modello, che è già scaricabile dal sito dell’Agenzia delle Entrate, dovrà essere utilizzabile a partire dal prossimo 31 marzo 2021.

Da tale data, infatti, sostituirà il modello precedente.

Credito d’imposta investimenti Mezzogiorno e Zes: l’aggiornamento del modello di comunicazione

Il provvedimento del 9 marzo 2021 dell’Agenzia delle Entrate interviene sul modello di comunicazione del credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno, nei comuni del sisma del Centro-Italia e nelle zone economiche speciali (Zes).

Agenzia delle Entrate - Provvedimento del 9 marzo 2021
Modificazioni al modello di comunicazione per la fruizione del credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno, nei comuni del sisma del Centro-Italia e nelle zone economiche speciali (ZES), approvato con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 14 aprile 2017, come modificato con i provvedimenti del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 29 dicembre 2017 e del 9 agosto 2019.

Il nuovo modello è scaricabile dal sito dell’Agenzia delle Entrate e deve essere utilizzato dal prossimo 31 marzo 2021.

Agenzia delle Entrate - Modello aggiornato
Comunicazione per la fruizione del credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno, nei Comuni del sisma del Centro-Italia e nelle zone economiche speciali (ZES).

La compilazione deve essere effettuata seguendo le apposite istruzioni, approvate contestualmente all’approvazione del modello.

Agenzia delle Entrate - Comunicazione per la fruizione del credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno, nei comuni del sisma del Centro-Italia e nelle zone economiche speciali (ZES)
Istruzioni per la compilazione del modello.

Il modello aggiornato sostituisce quello approvato precedentemente con il provvedimento direttoriale del 14 aprile 2017, modificato con i provvedimenti del 29 dicembre 2017 e del 9 agosto 2019.

La nuova versione deve essere utilizzata per la fruizione dei crediti d’imposta e per presentare le comunicazioni di rettifica e di rinuncia.

L’agevolazione in questione è quella per gli investimenti nel Mezzogiorno, nei comuni del sisma del Centro-Italia e nelle zone economiche speciali (Zes), introdotti rispettivamente:

La trasmissione telematica del modello di comunicazione deve essere effettuata utilizzando la versione aggiornata del software: “Creditoinvestimentisud” (Cim17), disponibile gratuitamente sul sito dell’Agenzia.

Anche la versione aggiornata del software sarà resa disponibile a partire dal 31 marzo 2021.

Credito d’imposta investimenti Mezzogiorno e Zes: trasmissione telematica e modifiche al modello

L’aggiornamento del modello è stato reso necessario per recepire le modifiche introdotte dalla Legge di Bilancio 2020 e dalla Legge di Bilancio 2021.

L’articolo 1, comma 171, della legge 178 del 30 dicembre 2020 ha prorogato al 31 dicembre 2022 l’agevolazione prevista dall’articolo 1, commi da 98 a 108, della legge di Bilancio 2016.

La stessa proroga del periodo agevolativo è stata prevista dall’articolo 1, comma 316, della Legge di Bilancio 2020 per la misura relativa al tax credit per il Mezzogiorno, per gli investimenti effettuati nelle Zes, zone economiche speciali.

La principale modifica del modello riguarda l’introduzione, nel quadro B, di appositi campi riservati agli investimenti e al credito d’imposta relativi all’anno 2021.

Tali modifiche permettono ai beneficiari di fruire del credito d’imposta Mezzogiorno e del credito d’imposta Zes maturato, appunto, nell’anno in corso.

Tra le “motivazioni” contenute nel provvedimento, l’Agenzia delle Entrate specifica quanto segue:

“In esecuzione degli adempimenti europei previsti dall’articolo 11 del Regolamento (UE) n. 651/2014, è stata effettuata la comunicazione alla Commissione europea della proroga del regime SA. 56349 relativo al credito d’imposta per investimenti nel Mezzogiorno di cui all’art. 1, commi 98 - 108 della legge 28 dicembre 2015, n. 208, e nelle Zone economiche speciali (ZES) di cui all’art. 5, comma 2, del decreto-legge 20 giugno 2017, n. 91. Tale comunicazione è riferita al solo anno 2021 in considerazione della proroga sino al 31 dicembre 2021 degli Orientamenti in materia di aiuti di Stato a finalità regionale 2014-2020 e della Carta italiana degli aiuti a finalità regionale 2014-2020.”

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network