Bonus vacanze senza proroga, utilizzo entro il 2022: le istruzioni

Rosy D’Elia - Dichiarazioni e adempimenti

Bonus vacanze, non è arrivata nessuna proroga per l'utilizzo. Chi ha richiesto e ottenuto il voucher entro il 31 dicembre 2020 ha gli ultimi giorni di tempo per beneficiarne: entro il 2022 bisogna usufruire dello sconto. Le istruzioni da seguire.

Bonus vacanze senza proroga, utilizzo entro il 2022: le istruzioni

Bonus vacanze, ultimo giorni per l’utilizzo: entro il 2022 è possibile impiegare il voucher fino a 500 euro, tra detrazione e sconto, per il pagamento di servizi e di pacchetti turistici offerti sul territorio nazionale da imprese turistico ricettive, agenzie di viaggi e tour operator ma anche da agriturismi e da bed & breakfast.

Senza una proroga, infatti, la scadenza resta fissata al 31 dicembre, data prevista dalla conversione in legge del DL n. 183/2020: le istruzioni per beneficiarne.

Bonus vacanze senza proroga, utilizzo entro il 2022: le istruzioni

Rispetto alle previsioni iniziali, sono stati concessi 12 mesi in più per l’utilizzo del bonus vacanze: la data è stata spostata prima al 30 giugno e poi al 31 dicembre 2021. Ma non sembra esserci una nuova proroga all’orizzonte e la pausa natalizia è l’ultima occasione per beneficiarne.

È possibile, in ogni caso, applicare i benefici anche ai primi giorni dell’anno prossimo: lo chiarisce l’Agenzia delle Entrate nelle risposte a domande frequenti contenute nella guida aggiornata a settembre 2021.

Il soggiorno si estende al di fuori del periodo previsto dall’agevolazione ma deve comprendere almeno un giorno tra il 1° luglio 2020 e il 31 dicembre 2021.

Se da un lato i il periodo utile per usufruire del voucher è stato esteso, dall’altro nell’ultimo anno non è stato mai riaperto il canale per presentare domanda.

Gli unici che possono ancora usufruire dello sconto sui servizi turistici e della relativa detrazione, quindi, sono i contribuenti che fanno parte di nuclei familiari con un ISEE inferiore a 40.000 euro che hanno richiesto e ottenuto il beneficio entro la scadenza del 31 dicembre 2020.

Il beneficio accessibile entro il 2022 consiste in uno sconto sull’importo dovuto per il pagamento di servizi e pacchetti turistici per l’80 per cento e per il restante 20 per cento in una detrazione da inserire nella dichiarazione dei redditi relativa all’anno in cui è stato utilizzato il voucher.

Gli importi a disposizione variano in base alla composizione del nucleo familiare.

Nucleo familiareImporto (80 per cento come sconto+20 per cento come detrazione)
Più di tre persone 500 euro
Due persone 300 euro
Una persona 150 euro

Bonus vacanze senza proroga, utilizzo entro il 2022: come effettuare il pagamento

Per utilizzare il bonus vacanze entro il 2022, prima di tutto, è necessario verificare l’adesione all’iniziativa da parte della struttura, dell’agenzia di viaggi o del tour operator.

Anche una persona diversa da quella che ha presentato la richiesta può usufruire dello sconto e della detrazione.

Per l’utilizzo, però, è necessario rispettare specifiche istruzioni:

  • non si può frazionare, neanche in caso di saldo e acconto: le spese devono essere pagate in un’unica soluzione per i servizi resi da un singolo soggetto, non è possibile recuperare in alcun modo eventuali importi residui;
  • il corrispettivo deve essere documentato da fattura elettronica o documento commerciale e deve essere indicato il codice fiscale del contribuente che intende fruire del credito;
  • il pagamento del servizio può essere corrisposto con l’ausilio, l’intervento o l’intermediazione di soggetti che gestiscono piattaforme o portali telematici, ma anche di agenzie di viaggio e tour operator.

Dal punto di vista pratico, coloro che intendono procedere con l’utilizzo del bonus vacanze devono comunicare al fornitore i seguenti dati:

  • codice fiscale;
  • codice univoco assegnato o QR code, visibile sull’app IO.

In questo modo, è possibile verificare la validità del voucher e applicare lo sconto a cui si ha diritto sul pagamento: chi usufruisce del beneficio deve anche essere intestatario della fattura o del documento commerciale emesso.

La guida dell’Agenzia delle Entrate mette in guardia:

“A partire da quel momento, l’agevolazione si considera interamente utilizzata e non può essere più fruita da alcun componente del nucleo familiare, neanche per l’importo eventualmente residuo rispetto alla misura massima”.

E inoltre se il beneficiario del bonus vacanze paga in anticipo il soggiorno e poi non può più partire, non è previsto alcun rimborso.

Tutte le istruzioni complete nella guida per l’utilizzo dell’Agenzia delle Entrate.

Agenzia delle Entrate - guida bonus vacanze 2021
Scarica la guida dell’Agenzia delle Entrate aggiornata nel mese di settembre

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network