Bonus trasporti: al via la domanda per l’abbonamento di ottobre, più di un milione i voucher emessi

Francesco Rodorigo - Leggi e prassi

Bonus trasporti, le persone che non hanno superato la quota massima di 60 euro possono fare domanda per l'abbonamento ai mezzi pubblici relativo ad ottobre. Sarà possibile utilizzare il nuovo voucher entro la fine del mese, l'unico requisito è il limite di reddito, inferiore a 35.000 euro nel 2021. Da settembre sono stati emessi più di un milione di buoni. Le richieste si presentano sull'apposita piattaforma accedendo con SPID o CIE.

Bonus trasporti: al via la domanda per l'abbonamento di ottobre, più di un milione i voucher emessi

Bonus trasporti, chi non ha superato la quota massima di 60 euro potrà richiedere il voucher anche per l’abbonamento di ottobre ai servizi di trasporto pubblico.

Il Ministero del Lavoro, tramite il comunicato stampa del 1° ottobre 2022, fa sapere che da quanto è stata attivata la misura, cioè lo scorso settembre, sono stati emessi più di un milione di voucher.

Il beneficio è riconosciuto a tutte le persone con un reddito inferiore a 35.000 euro per il 2021. Per inviare le richieste è sufficiente accedere all’apposita piattaforma tramite credenziali SPID o CIE e inserire i dati richiesti.

Bonus trasporti: al via la domanda per l’abbonamento di ottobre, più di un milione i voucher emessi

Il Ministero del Lavoro, con il comunicato stampa del 1° ottobre 2022 informa che, per tutti coloro che lo hanno già utilizzato lo scorso mese senza superare il limite massimo di 60 euro, è possibile richiedere nuovamente il bonus trasporti.

Il bonus, infatti, copre il totale della spesa per un massimo di 60 euro a persona.

Chi non ha utilizzato l’intero importo nella domanda per l’abbonamento di settembre potrà presentare una nuova richiesta e utilizzare la cifra rimanente per un nuovo abbonamento a ottobre, eventualmente pagando la quota che resta scoperta dall’agevolazione.

Possono fare domanda anche tutti coloro che presentano la richiesta per la prima volta così come le persone che intendono usufruire del bonus per richiedere un abbonamento annuale e che non lo abbiano già fatto a settembre.

L’agevolazione consiste in un contributo, fino ad un massimo di 60 euro, per l’acquisto di un abbonamento mensile, plurimensile o annuale per l’utilizzo di mezzi di trasporto pubblici.

Il voucher può essere speso per abbonarsi ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale e anche a quelli del trasporto ferroviario nazionale.

La misura è stata prevista dal Decreto Aiuti con l’obiettivo di sostenere famiglie, studenti, lavoratori e pensionati in un periodo di crisi e per la sua implementazione sono stati stanziati 190 milioni di euro.

Secondo i dati diffusi dal Ministero, da settembre (mese di attivazione del bonus) sono stati stati emessi più di un milione di voucher, a testimonianza del successo riscosso dall’iniziativa.

A livello nazionale, infatti, sono circa 1.115 le aziende di trasporto pubblico su gomma e su ferro, che hanno attivato almeno una tipologia di abbonamento.

Bonus trasporti: come fare domanda per l’abbonamento di ottobre

Sarà possibile richiedere il beneficio fino al 31 dicembre 2022 (nel limite delle risorse disponibili) sia per se stessi sia per minorenni a carico. L’unico requisito necessario è aver conseguito nel 2021 un reddito complessivo non superiore a 35.000 euro e non aver superato il limite di 60 euro a persona.

Per fare domanda è sufficiente collegarsi all’apposita piattaforma messa a disposizione dal Ministero del Lavoro e raggiungibile al sito bonustrasporti.lavoro.gov.it.

Le richieste si possono presentare accedendo al portale utilizzando le proprie credenziali SPID o CIE.

Il sistema informatico, in fase di domanda, chiederà di inserire i seguenti dati:

  • nome, cognome e codice fiscale del beneficiario;
  • nel caso in cui il beneficiario sia un minore, il richiedente, oltre al proprio codice fiscale, dovrà attestare che il minore sia fiscalmente a suo carico;
  • dichiarazione che il reddito complessivo del beneficiario, relativo al 2021, sia inferiore a 35.000 euro.

Una volta specificato l’importo che si intende richiedere, l’ultimo passaggio consiste nella selezione del gestore di trasporto pubblico per cui si intende utilizzare il bonus.

I voucher sono assegnati seguendo l’ordine cronologico di presentazione delle domande fino all’esaurimento dei fondi a disposizione oppure fino al 31 dicembre 2022.

Dopo aver ottenuto il codice univoco contenuto nel buono i beneficiari dovranno selezionare l’abbonamento presso il gestore scelto in fase di domanda entro la scadenza indicata.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network