Bonus trasporti 2022, come richiederlo per i minorenni? Requisiti e istruzioni

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Bonus trasporti 2022, come richiederlo per i minorenni? Il contributo per le spese di acquisto degli abbonamenti ai mezzi pubblici, fino a un massimo di 60 euro, può essere richiesto anche per studenti e studentesse. I requisiti e le istruzioni per presentare l'istanza da settembre.

Bonus trasporti 2022, come richiederlo per i minorenni? Requisiti e istruzioni

Come richiedere il bonus trasporti 2022 per i minorenni? Le risposte su requisiti e istruzioni da seguire sono contenute nel decreto attuativo adottato dai Ministeri del Lavoro e delle Infrastrutture lo scorso 26 luglio.

Il contributo per l’acquisto degli abbonamenti ai mezzi pubblici, fino a un importo massimo di 60 euro, può essere richiesto anche per studenti e studentesse che non hanno ancora raggiunto la maggiore età.

La piattaforma per procedere con l’inoltro delle istanze sarà attiva da settembre.

Bonus trasporti 2022, come richiederlo per i minorenni? I requisiti da rispettare

Il bonus trasporti 2022 è destinato ad un’ampia platea di beneficiari e beneficiarie.

L’agevolazione, infatti, è stata introdotta dal primo Decreto Aiuti e il secondo che provvedimento porta lo stesso nome, il DL n. 115/2022, ha più che raddoppiato il bacino di risorse a disposizione, passato da 79 a 180 milioni di euro.

Per beneficiarne è necessario rispettare solo due requisiti principali da rispettare:

  • avere un reddito complessivo non superiore a 35.000 euro;
  • acquistare abbonamenti annuali o mensili relativi ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale o anche per i servizi di trasporto ferroviario nazionale, esclusi i servizi di prima classe, executive, business, club executive, salotto, premium, working area e business salottino.

Possono ottenere il contributo, anche pari al 100 per cento delle spese sostenute ma fino a un massimo di 60 euro, pensionati e pensionate, lavoratrici e lavoratori ma anche studentesse e studenti ancora minorenni.

Sul rispetto delle condizioni di accesso all’agevolazione previste per chi non ha ancora raggiunto la maggiore età, il decreto attuativo del bonus trasporti 2022 specifica che la soglia reddituale deve essere verificata in “relazione al minore beneficiario del buono, a prescindere dal reddito del richiedente”.

Una precisazione che allarga ulteriormente la platea di potenziali beneficiari del contributo per le spese sostenute per gli abbonamenti ai mezzi pubblici.

Bonus trasporti 2022, come richiederlo per i minorenni? Le istruzioni da seguire

Come anticipato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali nella notizia del 28 luglio 2022, la piattaforma per inoltrare l’istanza di accesso al bonus trasporti 2022 e ottenere il buono che permette di procedere con l’acquisto sarà attiva da settembre.

Le prime istruzioni su come richiederlo, però, sono già disponibili nel testo del provvedimento firmato dai Ministri Orlando e Giovannini.

Entro la scadenza del 31 dicembre 2022 è possibile presentare l’istanza per ottenere il voucher, anche per conto di un minore fiscalmente a carico, accedendo al portale bonustrasporti.lavoro.gov.it in due modalità:

  • tramite l’identità digitale SPID;
  • tramite CIE, Carta d’Identità Elettronica.

Una volta effettuato l’accesso è necessario procedere con la registrazione, indicando anche le seguenti informazioni:

  • nome, cognome, codice fiscale;
  • quando la richiesta è presentata per beneficiari minorenni, il richiedente, oltre al suo codice fiscale, deve anche attestare che il ragazzo o la ragazza sia fiscalmente a suo carico;
  • reddito complessivo di chi beneficia del voucher conseguito nel corso del 2021.

Come sottolinea il decreto, al momento della presentazione dell’istanza deve essere anche specificato l’importo del buono richiesto a fronte della spesa prevista, “non superiore in ogni caso a 60 euro per ciascun beneficiario, anche se minore fiscalmente a carico”, e il gestore del servizio di trasporto pubblico selezionato tra quelli presenti nel circuito del bonus trasporti 2022.

In caso di esito positivo della richiesta, la piattaforma genera un voucher con i seguenti dati:

  • un codice identificativo univoco;
  • il codice fiscale del beneficiario o della beneficiaria;
  • l’importo e la data di emissione e di scadenza.

Nello stesso mese in cui è richiesto è necessario utilizzare il bonus trasporti presentando al gestore che dovrà accettarlo come mezzo di pagamento dell’abbonamento, parziale o totale in base all’importo dovuto.

A sua volta il gestore inserirà i dati nel portale per ottenere il rimborso dello sconto applicato.

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - Decreto Bonus Trasporti 2022
Modalità di presentazione delle domande per il rilascio del buono per la fruizione dei servizi di trasporto pubblico per le famiglie bisognose di sostegno

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network