Bonus trasporti fino al 31 dicembre 2022: come funziona lo sconto di 60 euro nel DL Aiuti

Anna Maria D’Andrea - Leggi e prassi

Bonus trasporti di 60 euro per le spese sostenute dal 17 maggio al 31 dicembre 2022. La novità è contenuta nel Decreto Aiuti pubblicato in Gazzetta Ufficiale, che introduce un contributo per le famiglie. Di seguito i primi dettagli su come funziona.

Bonus trasporti fino al 31 dicembre 2022: come funziona lo sconto di 60 euro nel DL Aiuti

Bonus trasporti di 60 euro dal 17 maggio, data di pubblicazione del Decreto Aiuti, e fino al 31 dicembre 2022.

Il testo del Decreto Aiuti approdato in Gazzetta Ufficiale conferma l’introduzione di un contributo pari ad un massimo di 60 euro, riconosciuto ai titolari di redditi non superiori al limite di 35.000 euro di reddito.

Ammontano ad un totale di 79 milioni di euro, rispetto ai 100 milioni previsti dalle prime bozze, le risorse stanziate dal testo del Decreto Aiuti per il bonus trasporti, che sarà riconosciuto in particolare a studenti e lavoratori fino ad esaurimento della dote disponibile.

Il testo del provvedimento definisce le regole generali. Per sapere nello specifico come funziona e come richiedere il bonus di 60 euro bisognerà attendere un apposito decreto attuativo.

Bonus trasporti fino al 31 dicembre 2022: come funziona lo sconto di 60 euro nel DL Aiuti

Già nel corso della conferenza stampa del 2 maggio scorso il Ministro del Lavoro, Andrea Orlando, aveva annunciato l’arrivo di un bonus ad hoc per gli abbonamenti ai mezzi di trasporto pubblico.

La versione definitiva del Decreto Aiuti, approvata in Consiglio dei Ministri il 5 maggio e pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 17 maggio, conferma l’introduzione del bonus trasporti.

Il testo prevede in particolare l’istituzione di un fondo di 79 milioni di euro per il 2022, finalizzato a riconoscere un bonus per l’acquisto di abbonamenti per i servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale, ma anche per i servizi di trasporto ferroviario nazionale.

Il bonus trasporti sarà pari al 100 per cento della spesa sostenuta, fino ad un massimo di 60 euro.

Ad averne diritto saranno le persone fisiche con reddito personale IRPEF non superiore a 35.000 euro. Si farà riferimento ai redditi del 2021, e quindi alle somme indicate in dichiarazione dei redditi 2022.

Il bonus trasporti sarà utilizzabile per l’acquisto di un solo abbonamento, sarà nominativo e non cedibile. La somma riconosciuta non costituirà reddito per il beneficiario e sarà esclusa dal calcolo dell’ISEE.

Bonus trasporti 2022: come funziona? Istruzioni per richiederlo in un decreto attuativo

Sarà un decreto attuativo del Ministero del Lavoro, di concerto con il MEF e con il MIMS, a definire le regole per richiedere il bonus trasporti.

Il provvedimento è atteso entro 60 giorni dalla data di pubblicazione del Decreto Aiuti in Gazzetta Ufficiale, e dovrà definire:

  • modalità di presentazione delle domande per il rilascio del buono;
  • modalità di emissione del buono;
  • rendicontazione da parte delle aziende di trasporto dei buoni utilizzati fino al 31 dicembre 2022.

Dei 79 milioni di euro a disposizione, una quota pari a 1 milione di euro sarà utilizzata per la gestione della piattaforma per fare domanda. Sarà la società SOGEI a predisporre il portale per le richieste del bonus trasporti.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network