Bonus occhiali, come richiederlo? Domanda online per ottenere il voucher o il rimborso

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Bonus occhiali e lenti a contatto, come richiederlo? La risposta, dopo due anni, è arrivata: domanda online per ottenere il voucher o il rimborso degli acquisti già effettuati. I dettagli sono contenuti nel decreto attuativo, firmato dai Ministri ormai ex Franco e Speranza, ma il testo è ancora atteso in Gazzetta Ufficiale.

Bonus occhiali, come richiederlo? Domanda online per ottenere il voucher o il rimborso

Bonus occhiali e lenti a contatto, come richiederlo? È una domanda che i potenziali beneficiari si pongono da due anni: dopo una lunghissima attesa, la misura fantasma prevista dalla Legge di Bilancio 2021 prende vita e arrivano le prime risposte su come beneficiarne.

Il decreto attuativo è pronto ed è stato firmato dai Ministri della Salute e dell’Economia, ormai ex, Roberto Speranza e Daniele Franco tra il 13 e il 21 ottobre 2022. Manca ancora, però, la pubblicazione del testo in Gazzetta Ufficiale.

Prima dell’operatività passerà ancora del tempo anche perché dovrà essere predisposta la piattaforma per permettere ai cittadini e alle cittadine con un ISEE fino a 10.000 euro di richiedere l’agevolazione e ci sono 60 giorni di tempo per farlo.

Ma il provvedimento attuativo aiuta a fissare i primi punti fermi: per il 2021 e il 2022 sarà possibile ottenere un rimborso sugli acquisti già effettuati, fino alla scadenza del 31 dicembre 2023, invece, si potrà presentare domanda per ottenere un voucher di 50 euro per acquistare occhiali da vista e lenti a contatto presso i fornitori accreditati.

Bonus occhiali, come richiederlo? Arrivano le prime istruzioni sulla domanda

Il bonus occhiali è stato introdotto dalla Legge n. 178 del 2020, la Legge di Bilancio 2021. “Anche in considerazione delle difficoltà economiche conseguenti all’emergenza epidemiologica da COVID-19” è stato istituito un Fondo per la tutela della vista con una dotazione di 5 milioni di euro per gli anni 2021, 2022, 2023.

Dal punto di vista pratico, la misura di sostegno prevista consiste in un contributo di 50 euro per l’acquisto di occhiali da vista o lenti a contatto correttive accessibile per i componenti di nuclei familiari con un ISEE fino a 10.000 euro.

La norma che regola l’agevolazione rientra nelle cosiddette misure non autoapplicative, ovvero che necessitano di un decreto attuativo per diventare concrete e pienamente accessibili dai beneficiari.

In questi due anni il bonus occhiali è diventato l’emblema di una serie di misure fantasma, che esistono a lungo solo sulla carta. E infatti solo il 21 ottobre 2022 Daniele Franco, qualche ora prima di lasciare l’incarico di Ministro dell’Economia e delle Finanze, ha avviato la macchina organizzativa necessaria per concretizzare una misura approvata a fine 2020 dal secondo Governo Conte firmando il decreto attuativo.

Due Governi dopo, ci si prepara alla partenza. Nonostante l’attesa, infatti, siamo ancora in una fase preparatoria: il testo dovrà arrivare in Gazzetta Ufficiale e successivamente dovrà essere attivata entro 60 giorni la piattaforma per la domanda, accessibile dal sito del Ministero della Salute e utile sia ai beneficiari e alle beneficiarie che ai fornitori.

La strada, quindi, è ancora lunga, ma il testo del decreto attuativo disponibile sul portale dell’Ufficio per il programma di Governo fornisce le prime istruzioni da seguire sulla domanda.

Bonus occhiali, come richiederlo? Domanda online per ottenere il voucher

Prima di tutto è necessario ricordare che per beneficiare del bonus occhiali da vista e lenti a contatto bisogna rispettare due requisiti fondamentali:

  • essere componente di un nucleo familiare con un ISEE non superiore a 10.000 euro;
  • aver acquistato o acquistare occhiali da vista o lenti a contatto correttive dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2023.

Visti i ritardi, la misura per alcuni sarà retroattiva: chi ha già sostenuto la spesa in questi due anni di attesa potrà accedere all’agevolazione richiedendo un rimborso sempre pari a 50 euro. Chi, invece, procederà quando la piattaforma per la domanda online è già attiva ed entro la scadenza del 31 dicembre 2023 otterrà un voucher da utilizzare per gli acquisti.

Le cittadini e i cittadini interessati a beneficiare del bonus occhiali dovranno registrarsi sulla piattaforma dedicata al bonus occhiali per poter presentare domanda, l’accesso sarà possibile tramite le seguenti credenziali:

  • Carta di Identità Elettronica (CIE);
  • Sistema pubblico per la gestione dell’identità digitale (SPID);
  • Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

Per ottenere il voucher di 50 euro da impiegare per l’acquisto di occhiali da vista o lenti a contatto, solo uno dei due, dopo aver effettuato l’accesso sarà necessario inserire una serie di dati:

  • email e/o numero di telefono a scelta del richiedente;
  • eventuali dati del componente o dei componenti del nucleo familiare per i quali sia richiesto il beneficio:
    • nome
    • cognome
    • codice fiscale;
  • presenza di un ISEE in corso di validità che il portale poi verifica tramite INPS;
  • numero di buoni spettanti (in relazione ai componenti del nucleo familiare che ne abbiano diritto).

Se le verifiche effettuate sui dati INPS relativi all’ISEE vanno a buon fine e le risorse sono ancora disponibili, nell’area personale risulterà disponibile un voucher di 50 euro da impiegare per gli acquisti: si ha tempo 30 giorni per procedere con la spesa presso i fornitori accreditati.

Bonus occhiali, come richiederlo? Domanda online per il rimborso sulle spese effettuate

Chi ha comprato gli occhiali da vista o le lenti a contatto correttivi dal 1° gennaio 2021 e fino al giorno di attivazione della piattaforma può chiedere il bonus sotto forma di rimborso di 50 euro.

Si avranno a disposizione 60 giorni a partire dal momento dell’attivazione dell’applicazione web per ottenere il contributo.

Anche per il bonus occhiali sotto forma di rimborso l’accesso deve essere effettuato tramite SPID, CIE o CNS ma nella domanda dovranno essere indicati anche gli estremi della fattura o della documentazione commerciale che attestano l’acquisto di occhiali da vista o lenti a contatto.

In particolare la piattaforma richiede i seguenti dati da autocertificare:

  • P. IVA esercente;
  • numero fattura;
  • data fattura;
  • importo fattura;
  • importo del bene associato all’iniziativa;
  • indirizzo e-mail.

Il documento dovrà essere anche allegato all’istanza e dovrà, inoltre, essere indicato l’IBAN su cui accreditare il rimborso del bonus occhiali.

In attesa della pubblicazione del testo del decreto attuativo in Gazzetta Ufficiale e dell’attivazione della piattaforma, tutti i dettagli sull’accesso all’agevolazione sono disponibili nel testo firmato dall’ex Ministro della Salute Roberto Speranza e dall’ex Ministro dell’Economia e delle Finanze Daniele Franco.

Ministero della Salute e Ministero dell’Economia e delle Finanze - Decreto attuativo bonus occhiali
Il testo atteso in Gazzetta Ufficiale

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network