Bonus 1.000 euro professionisti: i chiarimenti delle Entrate sui forfettari

Tommaso Gavi - Leggi e prassi

Bonus 1.000 euro professionisti, i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate sulla determinazione della variazione del reddito nel secondo bimestre per i contribuenti che applicano il regime forfettario: deve essere effettuato il calcolo puntuale delle spese, applicando il principio di cassa a prescindere dal regime contabile adottato.

Bonus 1.000 euro professionisti: i chiarimenti delle Entrate sui forfettari

Bonus 1.000 euro professionisti, tra i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate della circolare numero 25/E del 20 agosto 2020 ci sono anche quelli sulla determinazione della variazione del reddito nel secondo bimestre 2020 per i soggetti in regime forfetario.

La richiesta all’Amministrazione finanziaria è mirata a sapere se il principio di cassa, intesa come differenza tra i ricavi e i compensi percepiti e le spese effettivamente sostenute nel periodo interessato e nell’esercizio dell’attività, comprese le eventuali quote di ammortamento, sia applicabile anche per il regime agevolato.

Il documento di prassi risponde sottolineando che l’attribuzione della nuova indennità prescinde dal regime contabile adottato dal professionista.

Bonus 1.000 euro professionisti: i chiarimenti delle Entrate sui forfettari

Sono molti i temi su cui l’Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti nella circolare numero 25/E del 20 agosto 2020.

Agenzia delle Entrate - Circolare numero 25/E del 20 agosto 2020
Decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, recante: «Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19».

Tra questi c’è anche il bonus 1.000 euro professionisti, previsto dall’articolo 84 del decreto Rilancio.

Nello specifico il quesito 2.1.1 ha come oggetto la determinazione della variazione del reddito nel secondo bimestre 2020 per i soggetti in regime forfetario.

Si richiede all’Agenzia delle Entrate se anche tale regime debba applicare il principio di cassa, intesa come differenza tra i ricavi e i compensi percepiti e le spese effettivamente sostenute nel periodo interessato e nell’esercizio dell’attività, comprese le eventuali quote di ammortamento.

La richiesta è motivata dal fatto che, in base a quanto previsto dalla legge del 23 dicembre 2014, numero 190, la determinazione del reddito prescinde dalla misurazione dei costi sostenuti.

Il quesito chiede conferma del fatto che anche ai fini della sussistenza della condizione in esame possa essere mantenuta la stessa semplificazione, in maniera tale che lo scostamento del reddito possa essere misurato applicando ai compensi percepiti nel bimestre interessato la percentuale forfetaria del 78 per cento prevista dalla predetta norma.

Bonus 1.000 euro professionisti: la risposta al quesito

In risposta al quesito sollevato, l’Agenzia delle Entrate sottolinea che la disposizione stabilisce di fatto criteri per la determinazione del reddito effettivo, individuato come differenza tra i compensi percepiti e le spese effettivamente sostenute nel periodo interessato e nell’esercizio dell’attività, comprese le eventuali quote di ammortamento.

Di conseguenza il documento di prassi chiarisce quanto segue:

“Pertanto, la misurazione dello scostamento del reddito e l’attribuzione della nuova indennità prescinde dal regime contabile adottato dal professionista (sia esso regime ordinario o regime forfetario).”

A supporto della motivazione della risposta viene spiegato che il regime forfettario rileva sul piano della determinazione dell’imposta dovuta dal professionista e delle semplificazioni contabili che sono previste anche ai fini delle imposte dirette.

In altre parole, anche per i professionisti che applicano il regime forfettario, deve essere effettuato il calcolo puntuale delle spese, per l’individuazione del calo di reddito che dà diritto all’indennità dei 1.000 euro per il mese di maggio.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network