Accise sul carburante, riduzione di 30 centesimi prorogata al 21 agosto 2022: decreto in Gazzetta Ufficiale

Francesco Rodorigo - Imposte

Accise sul carburante, il decreto interministeriale che proroga la riduzione del prezzo di benzina, gasolio e GPL è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 172 del 25 luglio 2022. Lo sconto di 30 centesimi sarà in vigore fino al 21 agosto 2022.

Accise sul carburante, riduzione di 30 centesimi prorogata al 21 agosto 2022: decreto in Gazzetta Ufficiale

Accise sul carburante, prorogata dal 2 al 21 agosto 2022 la riduzione del prezzo di benzina, gasolio e GPL.

Il decreto del 19 luglio 2022, diffuso tramite il comunicato stampa congiunto del Ministero dell’Economia e delle Finanze e del Ministero della Transizione ecologica, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 172 del 25 luglio 2022.

Lo sconto di circa 30 centesimi al litro per benzina e gasolio e di circa 10 centesimi per il GPL è dunque confermato.

Il provvedimento arriva anche in risposta alle richieste di estensione della misura oltre la scadenza prevista per il 2 agosto. In questo modo non viene lasciato scoperto il periodo cardine per gli spostamenti per la maggior parte degli italiani. Ma si parla già di una possibile proroga con l’arrivo del DL Aiuti bis.

MEF - Comunicato stampa del 19 luglio 2022
I ministri Franco e Cingolani firmano il Decreto carburanti. Sconto di 30 centesimi esteso fino al 21 agosto

Accise sul carburante: riduzione di 30 centesimi prorogata al 21 agosto 2022

Il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Daniele Franco, e il Ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, hanno firmato il decreto interministeriale che proroga le misure attualmente in vigore per contenere l’aumento del prezzo dei carburanti.

A renderlo noto è stato il comunicato stampa del MEF, dell 19 luglio 2022. Il decreto è stato poi pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 172 del 25 luglio 2022.

Gazzetta Ufficiale n. 172 del 25 luglio 2022 - Decreto 19 luglio 2022
Riduzione delle imposte su taluni prodotti energetici usati come carburanti

Il taglio delle accise sul prezzo di benzina, gasolio e GPL sarà in vigore fino al 21 agosto 2022. La precedente scadenza, fissata 2 agosto, è stata dunque prorogata.

Il decreto conferma, senza aumenti, lo sconto di circa 30 centesimi al litro sul prezzo alla pompa di benzina e gasolio e di circa 10 centesimi per il GPL.

Gli importi sono rideterminati come mostrato nella tabella, secondo quanto stabilito originariamente dal decreto legge n. 21/2022.

BenzinaGasolioGPL
478,40 euro per 1000 litri 367,40 euro per 1000 litri 182,61 euro per mille chilogrammi

Per il gas metano usato per autotrazione, inoltre, sono confermate l’aliquota IVA de 5 per cento e l’aliquota di accisa a zero.

Accise sul carburante: con la proroga coperto il periodo cardine per gli spostamenti

I prezzi alla pompa sono ancora alti ma stanno diminuendo lentamente. Sono in calo già da qualche settimana e sotto la soglia dei 2 euro al litro. Molto dipenderà dall’andamento del prezzo del petrolio.

Ad ogni modo, la misura intrapresa sta contribuendo a mantenere bassi i prezzi, i quali potrebbero calare ancora di più nel caso in cui il Governo decidesse di aumentare la portata dello sconto. Ipotesi di cui si era parlato già qualche tempo fa.

Nel frattempo il provvedimento conferma l’estensione della riduzione oltre il 2 agosto.

Arriva, così, un intervento particolarmente atteso perché necessario a salvaguardare il periodo in cui un gran numero di persone usufruisce delle ferie e programma spostamenti in macchina.

Accise sul carburante: possibile ulteriore proroga nel Decreto Aiuti bis

La misura potrebbe essere prorogata ulteriormente almeno fino alla fine di settembre. L’ipotesi di poter inserire nel nuovo Decreto Aiuti bis anche un intervento per estendere lo sconto del prezzo del carburante è al centro delle valutazioni sulle misure da inserire nel pachetto.

La caduta del Governo ha reso le scelte sicuramente più complicate, non resta che attendere i prossimi giorni per vedere quali saranno i passi successivi.

Il Decreto Aiuti bis dovrà essere valutato dal Consiglio dei Ministri la prossima settimana e le risorse a disposizione dovrebbero essere pari ai 14,3 miliardi di euro, forse sufficienti per includere anche una nuova proroga.

È questa la cifra emersa durante il Consiglio dei Ministri del 26 luglio in cui è stata presentata la relazione al Parlamento sull’assestamento di bilancio dal premier Mario Draghi e del ministro dell’Economia, Daniele Franco.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network