Il sito dell’Agenzia delle Entrate non funziona: proroga scadenze necessaria per i commercialisti

Anna Maria D’Andrea - Dichiarazioni e adempimenti

Il sito dell'Agenzia delle Entrate non funziona regolarmente da alcuni giorni. A fronte del blocco dei servizi online dai sindacati dei commercialisti arriva la richiesta di un intervento urgente. Con il comunicato del 7 luglio 2022 l'ANC chiede una proroga delle scadenze, e l'AIDC scrive ai Garanti dei contribuenti a fronte dei numerosi controlli avviati in un periodo già caotico sul fronte degli adempimenti.

Il sito dell'Agenzia delle Entrate non funziona: proroga scadenze necessaria per i commercialisti

Il sito dell’Agenzia delle Entrate non funziona: ancora oggi, 8 luglio 2022, sono numerose le segnalazioni di blocco dei servizi online del Fisco.

Una situazione che va avanti da alcuni giorni, e dai commercialisti arriva la richiesta di un intervento urgente per risolvere le problematiche alla base dei malfunzionamenti del sito delle Entrate.

Problemi che si inseriscono in un periodo ricco di appuntamenti, e all’ordinario si affiancano gli adempimenti straordinari frutto dell’ondata di controlli e comunicazioni di compliance recapitate ai contribuenti nelle ultime settimane.

Dai sindacati dei commercialisti arriva quindi la richiesta di una proroga delle scadenze e, in particolare, il rinvio seppur ex post della scadenza per i versamenti delle imposte senza maggiorazioni. A chiederlo è l’Associazione Nazionale Commercialisti, con il comunicato del 7 luglio 2022.

Nella stessa data l’Associazione Italiana Dottori Commercialisti ha ha scritto ai Garanti dei contribuenti, a fronte dei controlli avviati dall’Agenzia delle Entrate e delle “richieste insensate” di invio della documentazione necessaria in un periodo complesso sul fronte delle scadenze fiscali.

Il sito dell’Agenzia delle Entrate non funziona: proroga scadenze necessaria per i commercialisti

Sono almeno due giorni che dai commercialisti arrivano diverse segnalazioni relative a malfunzionamenti del sito dell’Agenzia delle Entrate.

Blocchi continui, rallentamenti, difficoltà ad accedere con le solite credenziali e anche mediante SPID: i servizi online del Fisco sembrano nuovamente in down, così come avvenuto alla fine del mese di maggio.

A segnalare che il sito dell’Agenzia delle Entrate non funziona regolarmente è stata anche l’Associazione Nazionale dei Commercialisti, con il comunicato stampa diramato il 7 luglio 2022 nel quale il Presidente Marco Cuchel evidenzia che:

“Non possiamo più tollerare come professionisti di dover svolgere il nostro lavoro in condizioni simili, è mortificante per la categoria non solo stare dietro ad adempimenti che ogni anno si moltiplicano invece di semplificarsi, ma anche dover fare i conti con un sistema i cui servizi telematici si dimostrano troppo volte inadeguati e la cui capacità di risposta nei casi di malfunzionamento è assolutamente inesistente.

L’ANC evidenzia quindi che l’impossibilità di accedere al Cassetto Fiscale degli assistiti è un disservizio grave per i commercialisti, alla luce degli adempimenti in scadenza.

La richiesta all’Agenzia delle Entrate è quindi di intervenire urgentemente per ripristinare il sito e i servizi online, ma non solo.

A fronte del continui malfunzionamenti, la richiesta al Ministero dell’Economia e delle Finanze è inoltre di prevedere la proroga del termine per il versamento delle imposte risultanti dalle dichiarazioni dei redditi, così come proposto tra l’altro dal Consiglio Nazionale dei Commercialisti, senza però ottenere aperture.

L’ANC chiede inoltre la rimessione in termini per tutti quegli adempimenti che hanno subito le conseguenze del blocco del sistema dello scorso 31 maggio.

ANC - comunicato stampa del 7 luglio 2022
Blocco sito Agenzia delle Entrate. All’Amministrazione Finanziaria la richiesta di intervento urgente

Sito dell’Agenzia delle Entrate non funziona, ma non solo: ondata di controlli fiscali per i contribuenti

Il sito dell’Agenzia delle Entrate in blocco e i malfunzionamenti segnalati non sono l’unica criticità alla quale devono far fronte commercialisti, imprese e professionisti.

È in corso una massiccia campagna di invio di comunicazioni di compliance e controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate.

A indicarlo è l’AIDC-Associazione Italiana Dottori Commercialisti, che con il comunicato pubblicato sempre in data 7 luglio 2022 segnala di aver scritto ai Garanti dei contribuenti.

Le richieste dell’Agenzia delle Entrate sono relative a documenti sugli oneri deducibili e detraibili delle dichiarazioni dei redditi. Ai contribuenti vengono concessi 30 giorni di tempo per fornire la copia della documentazione richiesta, un’attività complessa soprattutto se si pensa agli oneri spalmati su più annualità, come i bonus edilizi.

Per l’AIDC:

“si tratta di un’attività di controllo assolutamente inopportuna in questo periodo dell’anno in quanto tutti gli studi dei dottori commercialisti sono da giorni alle prese con le elaborazioni delle dichiarazioni dei redditi e dei versamenti relativi all’anno d’imposta 2021, oltretutto siamo a ridosso dell’attesa pausa estiva.”

L’Associazione ritiene irrispettoso il modo di procedere dell’Agenzia delle Entrate, sia nei confronti dei contribuenti che dei dottori commercialisti, alle prese con un periodo intenso sul fronte degli adempimenti fiscali.

Non solo dichiarazione dei redditi: ai contribuenti sono pervenuti anche gli avvisi di irregolarità in materia di IRAP, così come sono in arrivo le comunicazioni di compliance in materia di ISA.

Una serie di adempimenti aggiuntivi difficili da eseguire, considerando tra l’altro che il sito dell’Agenzia delle Entrate è sempre più in tilt.

L’Associazione chiede quindi un intervento ai Garanti dei contribuenti, per tutelare commercialisti e loro clienti.

AIDC - comunicato stampa del 7 luglio 2022
L’Agenzia delle entrate ha inviato numerose richieste per vecchi documenti da presentare in tempi strettissimi. Richieste insensate nel periodo più caotico dell’anno: AIDC scrive ai Garanti dei contribuenti a fronte delle troppe segnalazioni

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network